GP d’Olanda

Motocross. Cairoli e Herlings vincono il GP d’Olanda

- Il GP d’Olanda conferma i pronostici e vede i due ufficiali KTM sul gradino più alto del podio delle rispettive categorie | M. Zanzani, Valkenswaard
Motocross. Cairoli e Herlings vincono il GP d’Olanda

 

Non è stata una vittoria piena quella di Antonio Cairoli a causa di una partenza non ottimale nella seconda manche, ma il sei volte iridato ha comunque portato a casa la sua terza vittoria stagionale con cui ha consolidato il suo ruolo di leader MX1. Anche a metà manche della frazione d’apertura Tony ha fatto un passo falso del quale ne ha approfittato il compagno di squadra Ken De Dycker, che però dopo solo due giri ha compiuto a sua volta un errore che ha lasciato via libera sia Cairoli che ad Evgeny Bobryshev, quest’ultimo rimasto al posto d’onore sino al traguardo.

Nella prova conclusiva Antonio è spuntato bene ma si è trovato in posizione svantaggiata alla prima curva ritrovandosi dopo un po’ di sorpassi in quinta posizione, da dove è rinvenuto sino alla seconda piazza senza riuscire a scavalcare De Dycker che aveva preso un po’ di margine nella prima parte di gara.Il belga ha vinto la batteria ma si è dovuto accontentare del posto d’onore di giornata dietro a Bobryshev che ha debuttato con la nuova forcella Showa ufficiale dotata di terza camera d’aria e del mono le cui regolazioni sono ora tutte sulla parte superiore della sospensione.

Partenza della MX2
Partenza della MX2


MX2


Neanche lo schieramento al cancello in ultima posizione è riuscito a negare a Jeffrey Herlings la sua ennesima doppia affermazione sulla sabbia del Brabante, la sua diciannovesima in carriera. Addirittura nella prima manche ha recuperato sino al terzo posto già al primo giro, per poi a metà gara passare al comando e salutare tutti gli avversari che non hanno potuto fare altro che inchinarsi di fronte alla superiorità del marziano olandese che ha fatto il bis con una rimonta da oltre metà gruppo.

 
Bravo anche il compagno di squadra francese Jordi Tixier, due volte secondo prima davanti a Max Anstie e poi a Jake Nicholls che si è piazzato terzo assoluto. Giornata nera per Alex Lupino, il quale nonostante l’ottimo potenziale causa cadute ha raccolto solo un punto nella prima manche ed uno zero nella seconda.

MX Femminile


Nel Mondiale femminile un'altra affermazione di Chiara Fontanesi. La campionessa in carica ha conquistato una doppietta in Olanda seguita in entrambe le gare da Meghan Kat Rutledge (Kawasaki). Stessa situazione in classifica generale dove l'austrica tallona la nostra campionessa a soli 6 punti di distacco.   

Classifica finale

MX1 - GP Classification
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 47 points;
2. Ken de Dycker (BEL, KTM), 45 p.;
3. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 40 p.;
4. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), 34 p.;
5. Maximilian Nagl (GER, Honda), 30 p.;
6. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 30 p.;
7. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 29 p.;
8. Tanel Leok (EST, Honda), 28 p.;
9. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 23 p.;
10. Rui Goncalves (POR, KTM), 21 p.;
11. Joel Roelants (BEL, Yamaha), 18 p.;
12. Xavier Boog (FRA, KTM), 15 p.;
13. David Philippaerts (ITA, Honda), 12 p.;
14. Matiss Karro (LAT, KTM), 10 p.;
15. Augusts Justs (LAT, Honda), 10 p.;
16. Jeremy van Horebeek (BEL, Kawasaki), 10 p.;
17. Shaun Simpson (GBR, TM), 9 p.;
18. Davide Guarneri (ITA, KTM), 8 p.;
19. Nathan Watson (GBR, KTM), 6 p.;
20. Jonathan Barragan (ESP, KTM), 5 p.;

MX2 - GP Classification

1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points;
2. Jordi Tixier (FRA, KTM), 44 p.;
3. Jake Nicholls (GBR, KTM), 38 p.;
4. Max Anstie (GBR, Suzuki), 35 p.;
5. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 34 p.;
6. Alexander Tonkov (RUS, Honda), 23 p.;
7. Mel Pocock (GBR, Yamaha), 23 p.;
9. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), 19 p.;
10. Romain Febvre (FRA, KTM), 16 p.;
11. Julien Lieber (BEL, Suzuki), 15 p.;
12. Elliott Banks-Browne (GBR, KTM), 14 p.;
13. Even Heibye (NOR, KTM), 14 p.;
14. Jose Butron (ESP, KTM), 14 p.;
15. Petar Petrov (BUL, Yamaha), 13 p.;
16. Tim Gajser (SLO, KTM), 12 p.;
17. Harri Kullas (FIN, Honda), 9 p.;
18. Stefan Kjer Olsen (DEN, Honda), 9 p.;
19. Brian Bogers (NED, KTM), 7 p.;
20. Brent Van Doninck (BEL, KTM), 7 p.;

Classifiche della seconda manche

MX1 - Grand Prix Race 2 - Classification
1. Ken de Dycker (BEL, KTM), 39:22.098;
2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:01.521;
3. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:14.800;
4. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:37.145;
5. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:44.981;
6. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:52.555;
7. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +1:00.383;
8. Rui Goncalves (POR, KTM), +1:02.518;
9. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:02.629;
10. Joel Roelants (BEL, Yamaha), +1:06.622;
11. Tanel Leok (EST, Honda), +1:36.525;
12. Xavier Boog (FRA, KTM), +1:53.469;
13. Davide Guarneri (ITA, KTM), +2:25.122;
14. Matiss Karro (LAT, KTM), -1 lap(s);
15. Augusts Justs (LAT, Honda), -1 lap(s);
16. Nathan Watson (GBR, KTM), -1 lap(s);
17. Lauri Lehtla (EST, KTM), -1 lap(s);
18. Mikola Paschynskyi (UKR, KTM), -1 lap(s);
19. Nikolaj Larsen (DEN, Honda), -1 lap(s);
20. Ivo Steinbergs (LAT, KTM), -2 lap(s);

MX2 - Grand Prix Race 2 - Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 39:47.473;
2. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:07.845;
3. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:12.739;
4. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:21.467;
5. Romain Febvre (FRA, KTM), +0:45.622;
6. Max Anstie (GBR, Suzuki), +1:08.635;
7. Elliott Banks-Browne (GBR, KTM), +1:12.868;
8. Alexander Tonkov (RUS, Honda), +1:15.878;
9. Mel Pocock (GBR, Yamaha), +1:19.983;
10. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), +1:25.293;
11. Priit Ratsep (EST, KTM), +1:28.030;
12. Even Heibye (NOR, KTM), +1:29.424;
13. Tim Gajser (SLO, KTM), +1:30.462;
14. Harri Kullas (FIN, Honda), +1:31.129;
15. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +1:33.762;
16. Maxime Desprey (FRA, Yamaha), +1:34.643;
17. Brian Bogers (NED, KTM), +1:34.949;
18. Micha-Boy De Waal (NED, KTM), +1:38.981;
19. Vsevolod Brylyakov (RUS, Honda), +2:00.659;
20. James Dunn (GBR, KTM), +2:12.721;


Classifiche della prima  manche

MX1 - Grand Prix Race 1 - Classification
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 39:45.837;
2. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:02.473;
3. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:09.193;
4. Tanel Leok (EST, Honda), +0:26.611;
5. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:30.675;
6. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:35.943;
7. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:49.340;
8. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +1:13.591;
9. David Philippaerts (ITA, Honda), +1:16.523;
10. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:16.668;
11. Jeremy van Horebeek (BEL, Kawasaki), +1:38.406;
12. Shaun Simpson (GBR, TM), +1:51.132;
13. Rui Goncalves (POR, KTM), +1:51.579;
14. Joel Roelants (BEL, Yamaha), +1:52.042;
15. Xavier Boog (FRA, KTM), +2:07.283;
16. Jonathan Barragan (ESP, KTM), +2:42.579;
17. Augusts Justs (LAT, Honda), -1 lap(s);
18. Matiss Karro (LAT, KTM), -1 lap(s);
19. Marc de Reuver (NED, KTM), -1 lap(s);
20. Nathan Watson (GBR, KTM), -1 lap(s);

MX2 - Grand Prix Race 1 - Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 39:49.179;
2. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:11.056;
3. Max Anstie (GBR, Suzuki), +0:21.337;
4. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:22.824;
5. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:24.088;
6. Julien Lieber (BEL, Suzuki), +0:58.146;
7. Jose Butron (ESP, KTM), +1:01.127;
8. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +1:09.946;
9. Priit Ratsep (EST, KTM), +1:11.786;
10. Mel Pocock (GBR, Yamaha), +1:15.897;
11. Alexander Tonkov (RUS, Honda), +1:17.220;
12. Stefan Kjer Olsen (DEN, Honda), +1:18.529;
13. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), +1:20.014;
14. Brent Van Doninck (BEL, KTM), +1:22.779;
15. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +1:27.967;
16. Even Heibye (NOR, KTM), +1:32.308;
17. Tim Gajser (SLO, KTM), +1:34.807;
18. Brian Bogers (NED, KTM), +1:36.252;
19. Harri Kullas (FIN, Honda), +1:43.691;
20. Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), +1:58.668;



 

  • motard86', Novi Ligure (AL)

    Certo

    Che ce la teniamo,ma da lì a dire "la tecnologia va avanti" c'è di mezzo un sacco di acqua.Perchè a parlare si fa sempre presto,ad incazzarsi dopo anche ma a dire prima "sta roba nn la voglio" no,meglio uscirsene con "è il futuro,la tecnologia va avanti" o frasi del genere perchè è più comodo.Non devo informarmi,seguo la mandria.
    Nemmeno io ce l'ho con te,ce l'ho con questo modo di pensare.Molto all'italiana,se mi permetti.
    Io la penso diversa.Io credo che non devo adattarmi dopo che alcuni idioti parlamentari ci hanno imposto la tal cosa,credo si debba prima scegliere bene!Funzionerebbero un sacco di cose!
    Ciao.
  • manes, brenna (CO)

    Ora abbiamo il digitale e ce lo teniamo, quindi dobbiamo aggiornarci. Ho letto i commenti di un pò di gente nell'articolo riguardante la programmazione TV del GP d'Olanda e mi son sentito di rispondere a questa gente che criticava SI. Non era contro di te, era solo un consiglio che davo a questa gente che evidentemente pensa ancora che magari un computer possa funzionare senza sistema operativo...Comunque ieri SI ha trasmesso 4 manche, quindi circa 3 ore di gare, senza nessuna pubblicità. Io vedo le gare su SI dal 2005 e son sempre stato stra contento. Secondo me son dei grandi.
Inserisci il tuo commento