Perché gli eserciti testano veicoli elettrici?

Perché gli eserciti testano veicoli elettrici?
Marco Berti Quattrini
Moto elettriche e eBike piacciono agli eserciti di mezzo mondo. Ma perché i veicoli elettrici sembrano fatti apposta per le truppe?
28 dicembre 2021

La storia ci insegna che la guerra e gli eserciti più in generale sono state spesso le fucine o il volano di idee innovative e di tecnologie all'avanguardia. In fatto poi di veicoli, anche quelli più strani hanno trovato spazio nei garage, nelle rimesse o negli hangar degli eserciti di tutto il mondo. Mezzi che erano poco più che prototipi sono stati sviluppati a livelli altissimi in tempi molto brevi. Caso particolarmente conosciuto è quello per esempio dell'aeroplano. Il primo prototipo si levò da terra nel 1903, dieci anni dopo gli eserciti lo adottarono inizialmente per missioni di ricognizione e quando ne capirono il valore strategico in una manciata d'anni svilupparono gli aeromobili fino a livelli inimmaginabili anche solo 10 anni prima. Oggi le cose non sono più così, i Governi non si impegnano più in "prima persona" per lo sviluppo di armi e mezzi, ma nella maggiorparte dei casi cooperano con aziende private che detengono il know-how nei diversi settori specifici. 

 

I mezzi elettrici, eBike e moto non fanno eccezione. Anzi è particolarmente evidente come il mondo "civile" abbia in qualche modo offerto ai militari possibilità che prima non venivano prese in considerazione. D'altra parte i vantaggi tattici di veicoli elettrici sono innegabili. Primo su tutto è quello della silenziosità, l'effetto sorpresa è fondamentale in diverse situazioni belliche specialmente per le forze speciali. Sono estremamente affidabili. Avendo una componentistica estremamente ridotta rispetto ai veicoli termici, quelli elettrici hanno minori probabilità di avaria. Nel caso delle moto elettriche poi il fatto di non avere carburante in determinate situazioni è un ulteriore elemento di sicurezza, pensiamo ad esempio ai mezzi che vengono paracadutati insieme ai soldati. Nel caso delle eBike permettono ai soldati di caricare decine di chili di equipaggiamento su mezzi che di chili ne pesano circa 25. 

 

Riassumendo, i veicoli elettrici permettono ai soldati di spostarsi silenziosamente, rapidamente, in sicurezza e facendo meno fatica. Tutti questi vantaggi sono il motivo per cui tutti gli eserciti sono impegnati a testare ebike e moto elettriche. 

 

Di seguito alcuni esempi, dai nostri Alpini agli incursori:

Gli Alpini lasciano i muli per le eBike?
Le eBike vanno in guerra con le forze speciali
Zero MMX 2013: la moto elettrica per gl'incursori USA
Monopattino elettrico, l'esercito USA lo testa per uso tattico
Alta-Logos Silent Hawk: la moto ibrida per l’esercito USA

Argomenti

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now