Nuovo Ducati Monster: cosa ne sappiamo?

Nuovo Ducati Monster: cosa ne sappiamo?
Moto.it
  • di Moto.it
Alla vigilia della presentazione, raccogliamo le informazioni sulla nuova, epocale naked Ducati
  • Moto.it
  • di Moto.it
1 dicembre 2020

Il 2021 è una stagione... iconoclastica per Ducati. Non sappiamo ancora quando si spegneranno le polemiche legate all'abbandono della distribuzione desmodromica sul propulsore V4 Granturismo (scelta commentata nel dettaglio qui dal nostro Massimo Clarke) che c'è già da prepararsi ad un'altra serie di discussioni legate all'abbandono del telaio a traliccio sul Monster, il cui debutto è previsto per domani sera alle 19.

Vedi anche

La naked Ducati, a cui spetta l'onore di gran finale della Ducati World Premiere 2021 (che ha visto il debutto della Multistrada V4, dei nuovi XDiavel e Scrambler, della Panigale V4SP e della Supersport, nonché delle Diavel Euro 5 e Diavel Lamborghini), è già stata "lanciata" dalla filiale spagnola con un tweet la scorsa settimana. E nonostante a Borgo Panigale le labbra siano belle serrate, sappiamo già che il nuovo Monster rappresenterà un cambio di direzione epocale.

Le prime avvisaglie si sono avute a metà estate, quando si sono visti per la prima volta in circolazione prototipi privi del tradizionale telaio a traliccio nella zona anteriore (il reggisella non lo è più da fine anni 2000) sostituito, a quanto pare, da un monoscocca in stile front frame come avviene sulle Panigale. Una soluzione che imporrebbe un radicale ripensamento del motore: anche volendo, adattare il bicilindrico Testastretta 11° (nelle versioni 821 o 937 non farebbe differenza) a una più marcata funzione strutturale - con adeguamento di attacchi telaio, ma anche di rigidità e robustezze - costerebbe quasi sicuramente cifre improponibili.

Più logica sarebbe l'adozione del propulsore Superquadro della Panigale V2, magari in una versione che sacrifichi qualche cavallo in favore di una curva di coppia dall'andamento più favorevole nell'uso stradale. Facendo due conti, i 155 cavalli della Panigale V2 sarebbero 5 in più del Monster 1200 attuale: pur non sapendo quali siano i piani di Ducati in termini di svecchiamento della gamma, l'omologazione americana colloca il nuovo progetto - codice 1803 - assieme a 1200 e 821, e l'impressione è quella che potrebbe, in prospettiva, sostituirle entrambe o essere comunque il primo modello di una gamma completamente nuova.

Quale che sia delle due, da voci non ufficiali il nuovo Monster dovrebbe rappresentare un balzo in avanti epocale in termini di dinamica. Restate sintonizzati.

Argomenti

Da Automoto.it

Caricamento commenti...