Kawasaki ZX-4R: è davvero in fase di sviluppo?

Kawasaki ZX-4R: è davvero in fase di sviluppo?
Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
L'ennesimo render - questa volta dei colleghi taiwanesi di webike - pone di nuovo in luce l'eventualità che Kawasaki proponga una sportiva 400 cc a quattro cilindri
  • Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
28 dicembre 2022

Non sappiamo quante volte abbiamo già trattato l'argomento ma non per questo riusciamo ad evitare di riparlarne ancora. Si tratta infatti della ipotetica Kawasaki ZX-4R quattro cilindri di 400 cc che la Casa di Akashi potrebbe presentare più o meno a breve (secondo alcune ipotesi) e che mutuerebbe in parte la dotazione e la base tecnica dalla ZX-25R e dalla ZX-25RR, due moto di 250 cc praticamente identiche se non per alcune variazioni nella dotazione, da noi non importate e che sono mosse da un propulsore a quattro cilindri 16 valvole da 50 cavalli con airbox in pressione, con un valore di coppia di 22,9 Nm e un peso dichiarato in 180kg.

Il fatto è che - inutile negarlo - per quanto assuefatti da potenze sempre più elevate e da ciclistiche ultra raffinate, il fascino di un motore plurifrazionato e con un urlo - Euro 5+ permettendo - da 17.000 giri fa presa un po' su tutti coloro che non hanno dimenticato le perle di 250/400 cc degli anni '90 che da noi arrivarono col contagocce.

Il segmento dello hypersport è da qualche anno a questa parte è assente nelle posizioni di vertice delle classifiche assolute di vendita per le ragioni ormai note (costi d'acquisto e di gestione, prestazioni oggettivamente inutilizzabili su strada, attitudine stradale relativa) e le moto con i semi manubri bassi oggi riservano le loro delizie agli appassionati che possono portarle in pista con relativa frequenza o a coloro che desiderano possedere un oggetto raffinatissimo, meraviglioso ed evocativo ma che sono in qualche modo rassegnati a sfruttarne su strada meno del 50% del potenziale ciclistico e meccanico, mentre anche le 600 cc supersport vanno decimandosi a favore di moto come la MV Agusta F3 800 o Ducati Panigale V2 oltre all'Aprila RS 660 e la Yamaha R7, ma siamo lontani dai tempi nei quali la moto sportiva era il must per il motociclista che al bar e sui passi non doveva chiUdere mai.

Kawasaki ZX-25RR
Kawasaki ZX-25RR

Sono 400, lascio? A parte le boutade, il segmento delle sportive potrebbe quindi forse ricevere ulteriore spinta e diventare più diffuso di quanto non sia oggi grazie alle piccole cilindrate che spopolano in Asia dove rappresentano un punto d'arrivo per una certa parte dell'utenza ma che nei mercati "maturi" sarebbero una scommessa probabilmente avventata; ma - azzardiamo - qui la ipotetica ZX-4R sarebbe la candidata ideale se si trovasse la quadra tra potenza, estetica da racer, ciclistica a punto, massa contenuta e prezzo abbordabile: potrebbe essere il mix perfetto, basterebbe azzeccare le proporzioni degli ingredienti. Da una ZX-4R noi desidereremmo almeno 65 cavalli (la ZXR 400 degli anni '90 aveva circa 59 cavalli, ma non era Euro 5+...), un'erogazione spalmata almeno fino a 17.000 giri (chi si ricorda i 20.000 delle 250 cc a quattro cilindri?), peso ridotto e una dotazione che permetta di stare davanti a moto più potenti sul misto stretto.

Non dobbiamo essere gli unici quindi a sognare una moto di questo genere se ciclicamente appaiono render che ipotizzano l'imminente presentazione della ZX-4R (della quale, è bene ribardirlo, Kawasaki non ha mai rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale e non ha mai confermato una futura introduzione in line-up): l'ultimo è dei nostri colleghi taiwanesi di webike, mercato dove una eventuale sportiva a quattro cilindri di 400 cc è certamente più appetibile rispetto al nostro. Si ripete quindi la probabile derivazione tecnica dalla piattaforma della ZX-25R e si specifica che il motore a quattro cilindri di 250 cc sarebbe in realtà nato già "pronto" per la maggiore cilindrata, si nota inoltre nel render un secondo disco all'anteriore e la stessa compattezza della 250.

 

 

 

Kawasaki HEV
Kawasaki HEV

Restano i dubbi, se mai dovesse venire prodotta, su un'eventuale importazione in Europa dove attendiamo notizie della Kove 400RR, attualmente l'unica 400 a quattro cilindri dopo l'uscita di scena delle Honda 400 Super Four e Super Bol d'Or. Dubbi che potrebbero ricevere maggiore spessore dalla presentazione da parte di Kawasaki a EICMA 2022 dei suoi prototipi ibridi ed elettrici dei quali potremmo vedere i risvolti produttivi già nel 2024.

Fonte e foto apertura: webike

Argomenti

Caricamento commenti...

Hot now