Anticipazioni

Kawasaki Ninja ZX-25R: potenza e prezzo (ma in Indonesia...)

- Debutta a Sentul la cattivissima quadricilindrica di Akashi. Arriverà anche da noi?

Non smette di sollevare interesse la nuova Kawasaki Ninja ZX-25R, il modello a cui gli appassionati di sportive affidano le speranze di una rinascita per tutta una categoria di moto che tanto aveva fatto sognare negli anni 80 e 90. E ad Akashi puntano davvero tanto su questo modello, se è vero (com'è vero) che la campagna di teasing è stata affidata nientemeno che a Jonathan Rea, e che sono già pronte le preparazioni per schierarla in diverse serie agonistiche orientali.

Il debutto ufficiale in Indonesia - il paese più importante per la Ninja ZX-25R - è avvenuto sul circuito di Sentul, e in questa occasione sono stati diramati alcuni dati. Uno fra tutti, la potenza: la piccola Ninja a quattro cilindri sviluppa 50 cavalli con airbox in pressione, quindi 45/47 alle basse velocità, con un valore di coppia di 22,9 Nm e un peso dichiarato in 180kg: non certo poco, per un mezzo di questa cilindrata, ma la scelta è stata quasi sicuramente presa per non appesantire... il cartellino del prezzo.

La Kawasaki Ninja ZX-25R verrà commercializzata - almeno in Indonesia - in due versioni, quella standard (nella livea che vedete qui sotto) e la Ninja ZX-25R ABS SE, con livrea racing e sistema antibloccaggio, l'unica ovviamente che ha qualche possibilità di venire importata in Europa, e che aumenta il peso della moto di 5kg.

 

 

Ricordiamo la dotazione: la piccola quadricilindrica Kawasaki da 250 cc (50 x 31,8 mm) è dotata di sistema ride-by-wire con quattro riding mode, la cui utilità su una moto di questa cubatura e prestazioni rimane quantomeno dubbia. Molto più interessante la disponibilità del quickshifter bidirezionale e della frizione antisaltellamento, e tutt'altro che superfluo il traction control, considerando i fondi stradali dei suoi mercati d'elezione.

Il comparto sospensioni è ovviamente curato da Showa, con forcella SFF-BP a steli di 37 mm e monoammortizzatore montato su schema horizontal back-link regolabile nel precarico. Il prezzo, al cambio attuale, si aggira attorno ai 7.000 euro per la versione standard, e circa 1.000 in più per la versione SE con ABS. Arriverà anche da noi? Ci speriamo...

 

  • Mastroragno, Bologna (BO)

    Mannaggia, 180kg...la mia del 1991 pesa 141kg, stessi cv, con telaio però in alluminio, doppio disco ant. e forcella a steli rovesciati da 41mmm...
  • carlo.caroni, Albavilla (CO)

    no,omologarla per venderne due sarebbe ridicolo..bell'oggettino,chi dovesse nei prossimi anni andare in vacanza in Asia meridionale potrebbe noleggiarne una per divertirsi.la potenza e' paragonabile alle varie CBR-RR,FZR,ecc. degli anni 90-2000,non sembra esserci un progresso sostanziale,forse anche in quei Paesi si sono introdotte normative su inquinamento e rumore.
Inserisci il tuo commento