motocross

Cairoli e Teillet aprono il Qatar

- L’ufficiale KTM e il francese si impongono nelle rispettive qualifiche | Massimo Zanzani, Losail
Cairoli e Teillet aprono il Qatar


Pronostici rispettati nell’apertura del Mondiale ma solo nella classe regina che ha visto Antonio Cairoli partire alla grande con la vittoria della qualifica MX1. Sul tracciato di Losail che ha ospitato la prima prova notturna del cross iridato, il messinese ha ribadito di essere già in piena forma per rincorrere il suo settimo titolo iridato, con una prestazione vista e rivista altre volte che lo ha visto partire al comando e involarsi solitario verso la bandiera a scacchi.


Bene anche Clement Desalle, che dopo aver scavalcato Evgeny Bobryshev si è aggiudicato il posto d’onore davanti al russo e al compagno di squadra Ken De Dycker. Solo 7° Tommy Searle, che ha pagato lo scotto di una brutta partenza, 9° Davide Guarneri e 12° David Philippaerts.

GP del Qatar
GP del Qatar


Con il claudicante Jeffrey Herlings attardato dopo un paio di curve per via di un contatto con un avversario e poi rimontato dall’ultima all’ottava posizione, la MX2 ha registrato la vittoria a sorpresa del pilota della Kawasaki Rockstar Valentin Teillet che ha tenuto a distanza Glenn Coldenhoff, Josè Butron e Max Anstie; 10° Alex Lupino al debutto iridato con la Kawasaki CLS, 21° Giacomo del Segato e 23° Ivo Monticelli; in base al regolamento per cui un pilota per essere ammesso alle qualifiche non deve essere meno veloce del 108% rispetto al tempo del pilota più veloce, il tentativo della campionessa francese Livia Lancelot non è andato a buon fine ed ha mancato il posto al cancello di partenza.


FIM e Youthstream hanno definito il calendario assegnando alla Finlandia la prova che inizialmente era prevista alla Russia, al circuito bulgaro di Sevlievo la tappa del 21 aprile e a quello olandese di Lierop quella del 8 settembre.


MX1 - Qualifying Race - Classification


1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 24:59.438
2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:08.846
3. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:11.734
4. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:21.569
5. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +0:25.095
6. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:26.505
7. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:28.450
8. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:29.497
9. Davide Guarneri (ITA, KTM), +0:30.621
10. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:31.673
11. Shaun Simpson (GBR, TM), +0:47.521
12. David Philippaerts (ITA, Honda), +0:49.230
13. Rui Goncalves (POR, KTM), +0:50.623
14. Jeremy van Horebeek (BEL, Kawasaki), +1:12.738
15. Tanel Leok (EST, Honda), +1:14.310
16. Jonathan Barragan (ESP, KTM), +1:14.997
17. Joel Roelants (BEL, Yamaha), +1:16.224
18. Jens Getteman (BEL, Honda), +1:26.767
19. Kenny Van Dueren (BEL, KTM), +1:30.367
20. Augusts Justs (LAT, Honda), +1:30.976
21. Xavier Boog (FRA, KTM), +1:39.264
22. Jamie Law (GBR, KTM), +1:44.120
23. Jason Dougan (GBR, Honda), -5 lap(s)

  • dnv180, Resana (TV)

    Bravo Tony

    come al solito del resto.
    Ma andare a confrntarsi con gli americani, no?
    Troppo difficile? Paura di non vincere....?

    Sarebbe una bella sfida!
  • ernesto.cassinari, Tradate (VA)

    SEMPRE IL MIGLIORE

    Non vi erano dubbi il migliore rimane lui CAIROLI , IL Valetino del moto cross, peccato che non venga e riconosciuto dai media il valore di questo ragazzo che rappresenta l'Italia per i suoi valori e il talento che porta con se. Buona Campionato
Inserisci il tuo commento