GP del belgio

Cairoli: "Penso al campionato"

- Il campione della KTM dopo una prima manche all'attacco del titolo rinuncia nella seconda: "Desalle era velocissimo anche se l'avessi superato per il campionato non sarebbe cambiato nulla" | M. Zanzani, Bastogne

Se non visualizzi correttamente il video guardalo sul nostro canale Youtube.

Un secondo posto che non è bastato per conquistare il titolo.
«Sì, neanche il primo posto nella prima manche è servito perché oggi Desalle era davvero in forma. Ho cercato di fare del mio meglio e di vedere com'era la situazione e provare a prendere il titolo. Poi ho capito che avevamo un diverso passo e la seconda manche era difficile passarlo perché andava veramente fortissimo, anche se lo avessi superato non sarebbe cambiato nulla e allora sono stato dietro cercando di non fare errori».


La pista oggi era molto facile.
«Sì, era davvero liscia, l'hanno spianata molto e si vede anche dai tempi: tutti molto vicini».


Con una partenza in testa nella seconda manche le cose sarebbero andate diversamente?
«Non credo, oggi Desalle andava fortissimo e quindi ha meritato la vittoria. Per me è importante il campionato, mentre per lui era molto importante vincere in questa pista, davanti al pubblico di casa».


Sotto al podio c'era un cartello con scritto: “E' solo questione di ore”.
«Sì, anche io lo so, e quindi ho cercato di stare più tranquillo possibile e portare a casa il risultato migliore.

 

  • motard86', Novi Ligure (AL)

    @giorgio

    Ma te con 90 punti a 3 gare dalla fine su una pista difficile con un avversario decisissimo a vincere ti metti a rischiare di cadere o farti male per vincere 6 punti (e quindi nn ancora il mondiale) su di lui??Che se per caso ti fai male potresti perderlo??
    Ma dico,te le ha date Stoner le lezioni di tattica?
    Se c'è un pilota che nn fa il ragioniere nel 99 % dei casi quello è Cairoli.
  • werty8937, Coriano (RN)

    Grande Tony!!

    Cairoli non deve dimostrare niente a nessuno ed ha fatto benissimo
    a lasciare andare Desalle anche perchè il belga avrebbe dato la vita per quella manche!! L'unico "problema di Tony è essere nato in Italia una nazione che non lo merita ...magari si parla della nuotatrice che ritorna con il fidanzato!!ma non di uno che stà vincendo il SETTIMO Mondiale!!
    Grazie TONY x esistere.
Inserisci il tuo commento