GP del belgio

Bastogne pronta per incoronare Cairoli

- Grazie ai 90 punti di vantaggio, l’ufficiale KTM è in grado di centrare il suo settimo titolo iridato con due prove di anticipo | M. Zanzani, Bastogne
Bastogne pronta per incoronare Cairoli

 

Laureato Jeffrey Herlings campione del mondo MX2 in Repubblica Ceca, ora è il turno di Tony Cairoli. L’abbondante margine guadagnato vincendo ben 9 dei 14 gran premi disputati, offre infatti al siciliano la possibilità di calare il sipario sulla stagione MX1 al termine del GP del Belgio che già la scorsa stagione lo vide salire sul gradino più alto del podio davanti a Clement Desalle.


Anche quest’anno nel mirino dell’ufficiale KTM c’è il belga della Suzuki, sul quale è sufficiente accumuli dieci lunghezze in più per assicurarsi matematicamente il suo settimo riconoscimento iridato. Un compito non del tutto facile ma neanche impossibile, considerata la determinazione e la forza mentale di Cairoli, che nell’arco della stagione è stato preceduto solo da Desalle e Gautier Paulin, quest’ultimo di nuovo dietro al cancello di partenza dopo la caduta di Lausitzring che gli aveva fatto saltare anche il GP della Repubblica Ceca.


Il campionato è ancora aperto anche al compagno di scuderia Ken De Dycker, ma ci vorrebbe proprio un miracolo per far sì che il fiammingo riesca a spuntarla sui due avversari che lo precedono in classifica.
 

Dopo non aver presenziato al GP di Loket per gli infortuni dei suoi piloti Xavier Boog, costretto a dare il definitivo addio alla stagione causa la frattura dei legamenti di un ginocchio, e Rui Goncalves ancora convalescente dopo la caduta finlandese, il team ICE1 si ripresenta in pista nientemeno che con Sebastien Pourcel che quest’anno era supportato nel campionato nazionale dal team tedesco KTM Sarholz. Il francese disputerà le prossime due prove, affiancato da Ludde Söderberg, considerato come l’attuale migliore talento finlandese. Per il 2014 la squadra di Kimi Raikkonen è in procinto di concludere un accordo con l’ex iridato Tyla Rattray, propenso a lasciare gli Usa per schierarsi nella MX1.


Il team Wilvo Nestaan Husqvarna Factory Racing si è invece assicurato il russo Aleksandr Tonkov che correrà nella MX2 a fianco di Romain Febvre, mentre a breve si avrà la conferma ufficiale dello scambio tra Jeremy Van Horebeek e Steven Frossard fra Yamaha e Kawasaki.

  • clyde4728, Arona (NO)

    Scusate.......

    Ma da ignorante, il livello è più alto in AMA o in mx1? Comunque sia vai Tonino, che spettacolo!!!!!!
  • massimilianino, Milano (MI)

    Cairoli è troppo superiore a tutti. Vince quasi sempre con margine, dando la sensazione che, qualora stimolato, avrebbe potuto fare anche di più. Ma non ha rivali all'altezza. Un "manico" strepitoso e una forza mentale ancora superiore. Non ho mai visto nessun pilota dotato di tanta dedizione, resistenza e senso tattico. Peccato che gli italiani siano tanto invasati di calcio da non seguire come meriterebbe Tony ed il motocross.
Inserisci il tuo commento