Dakar 24. S9. Al Ula. Attacco Honda, protezione Audi [GALLERY e VIDEO]

Piero Batini
  • di Piero Batini
Doppio gioco di Squadra. Van Beveren apre e spiana la strada all’attacco di Brabec, che mette acqua tra sé e Branch, Hero. Ekstrom fa lo stesso con Sainz, che lo segue a vista. La Speciale delle Auto ancora a Loeb, ma la matassa di dipana. Al Attiyah out
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
16 gennaio 2024

Al Ula, Arabia Saudita, 16 Gennaio 2024. Carles Falcon non ce l’ha fatta. Era rientrato dall’Arabia Saudita con un volo speciale es era stato ricoverato in un ospedale di casa. Ma non ce l’ha fatta. Rimango senza parole e senza voglia di andare avanti. Falcon era rimasto vittima di una caduta verso la fine della seconda tappa. Le sue condizioni erano apparse subito gravi e all’ospedale di Al Duwadimi la situazione era apparsa ancora più complessa. Da lì altri esami e il coma indotto. Poi il volo di trasferimento. Ma non ce l’ha fatta. I suoi amici, i suoi cari attorno a lui. L’ironia della sorte a volte è tremenda. Due anni fa il compagno di Team, Isaac Feliu, era rimasto vittima di un incidente simile, ma ce l’aveva fatta dopo lunghe ansie e un lunghissimo recupero. Quest’anno i due amici avevano deciso di riprovarci insieme, di completare il progetto… davvero, non ho parole.

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese

E la Dakar va avanti. È la nona tappa, si torna al Nord di Al Ula. Lo scenario ambientale è cambiato, quello agonistico cerca di evitare i grandi colpi di scena. la Gara, come abbiamo detto, è diventata molto tattica. Non lo è per Sébastien Loeb, tuttavia, votato ormai a un attacco a oltranza nel tentativo impossibile di scalzare il leader delle Auto, Carlos Sainz e la Audi delle meraviglie vista nell’Empty Quarter. Al contrario cerca di essere perfettamente attenta e equilibrata, avveduta, la gara del Matador, che ha un patrimonio importantissimo da difendere. Nessun colpo di scena, dunque, ma una Trappa molto tattica che aiuta a dipanare la matassa Dakar 2024 in vista delle ultime tre Tappe.

È un’altra giornata di chiara marca Honda, ma questa volta è anche una giornata improntata all’attacco. Forte della formazione tutta lì, davanti, Honda ha deciso di andare all’attacco con l’intento di portare fuori dalla mischia il suo leader, Ricky Brabec. Adrien Van Beveren ha aperto la pista per quasi tutto il giorno, in questo modo ottenendo un doppio, chiaro risultato, da una parte ha vinto la Speciale di 417 chilometri, dall’altra ha creato una vera e propria autostrada virtuale a Brabec che, con un apripista d’eccezione davanti, e due compagni, Quintanilla e Cornejo a guardargli le spalle, ha potuto spingere a fondo e distanziare Ross Branch, il solitario cavaliere Hero che comincia a pagare pesantemente questa condizione dovuta al ritiro dei compagni Rodrigues, Buhler e Barreda. Risultato della Speciale: Van Beveren, secondo successo personale, Brabec, Quintanilla. Branch è quinto alle spalle anche di Toby Price, KTM. Inamovibili gli italiani, Meoni, Internò e Zacchetti guidano la brigata azzurra.

Situazione generale, di conseguenza. Brabec allunga in testa alla corsa, Branch è ancora secondo ma il suo ritardo passa da uno a sette minuti, Van Beveren, terzo, avvicina entrambi, si porta a undici minuti e mezzo dal leader e continua a giocarsela con Cornejo, quarto a 13 minuti.

Nuovo successo, come detto, di Sébastien Loeb nella gara delle Auto. Ma come abbiam pure sottolineato, l’operazione perfetta è quella di Audi, che ha messo Carlos Sainz a “sandwich” tra Mattias Ekstrom ad aprire la pista e Stephane Peterhansel a guardargli le spalle ed essere pronto a intervenire per la qualunque. Sainz non ha dovuto fare altro che seguire a vista il compagno di Squadra e validarne la navigazione. Per parte sua Peterhansel è rimasto di guardia… ma senza lavoro. In questo modo Sainz, secondo alle spalle di Loeb, concede al francese altri 4 minuti, ma protegge felicemente il proprio margine in testa alla Generale che ora ammonta a 20 minuti e mezzo. Vedendola in prospettiva, è un patrimonio che vale sette minuti al giorno per i prossimi, ultimi tre giorni della Dakar 2024. L’impresa lanciata da Loeb, diventa di giorno in giorno un miraggio. Tutto questo succede oggi dopo che Al Attiyab accusato l'ennesimo problema, ha preso l'asfalto e se n'è tornato al bivacco. La domanda, ora, è: domani, partirà con la sua Prodeive o... con aereo di linea verso casa?

Se l’esito della Dakar 2024 sembra assumere una forma più consistente e verosimile, è interessante che alle spalle di questa “forma” si vadano materializzando le prospettive future della disciplina. Tarpate le ali ai giovani quasi subito (ricordate Tosha Schareina vittorioso al Prologo e poi sparito il giorno dopo un una caduta) à nella categoria delle Auto che si assiste a una certa fioritura. Si pensi a Mathieu Serradori, che ha portato l’evoluzione del suo CR6 Century a uno standard di risultati eccellente (oggi terzo in Speciale e sesto nella Generale), oppure a Guillaume de Mevius, a Guy David Botteril, senza contare Seth Quintero, ovvero alle nuove leve di Toyota, cin un occhio di riguardo, noi seguiamo la Gara di Laia Sanz e Maurizio “Insider” Gerini. Sono ottimi, grandi 15mi assoluti! Il dopo Audi sarà indubbiamente interessante, sotto tutti i punti di vista. Amos e Ceci, Toyota, progrediscono: oggi sono 17mi.

Si va alla meno tre con l’anello di Al Ula, terz’ultima Tappa. 371 chilometri contro il cronometro!

© Immagini © Immagini Prodrive, Honda Monster, ASO Media, Red Bull Content Pool, DPPI, RallyZone, Ford, ItalTrans Media, Astara

Dakar Arabia Saudita 2024 Classifica Generale dopo la 9° Tappa

MOTO

1. 009 - R. BRABEC (USA). HONDA | CRF 450 RALLY. 40h53m49s. +00:00:00

2. 046 - R. BRANCH (BWA). HERO | 450 RALLY. 41h00m58s. +00:07:09

3. 042 - A. VAN BEVEREN (FRA). HONDA | CRF 450 RALLY. 41h05m15s. +00:11:26

4. 011 - J. CORNEJO FLORIMO (CHL). HONDA | CRF 450 RALLY. 41h07m35s. +00:13:46

5. 047 - K. BENAVIDES (ARG). KTM | 450 RALLY FACTORY. 41h22m01s. +00:28:12

6. 002 - T. PRICE (AUS). KTM | 450 RALLY FACTORY. 41h29m01s. +00:35:12

7. 001 - L. BENAVIDES (ARG). HUSQVARNA | 450 RALLY FACTORY. 41h42m58s. +00:49:09

8. 005 - D. SANDERS (AUS). GASGAS | 450 RALLY FACTORY. 41h53m36s. +00:59:47

9. 142 - S. SVITKO (SVK). KTM | 450 RALLY REPLICA. 42h17m38s. +01:23:49

10. 023 - M. MICHEK (CZE). KTM | 450 RALLY REPLICA. 43h14m24s. +02:20:35

45. 112 - G. MEONI (ITA). KTM | 450 RALLY REPLICA. 54h09m32s. +13:15:43

67. 084 - T. INTERNO (ITA). GAS GAS | 450. 63h08m46s. +22:14:57

78. 049 - C. ZACCHETTI (ITA). KOVE | 450 RALLY. 75h43m05s. +34:49:16

AUTO

1. 204 - C. SAINZ (ESP). AUDI | RS Q E-TRON E2. 37h50m57s. +00:00:00

2. 203 - S. LOEB (FRA). PRODRIVE | HUNTER. 38h11m30s. +00:20:33

3. 206 - L. MORAES (BRA). TOYOTA | GR DKR HILUX. 39h02m59s. +01:12:02

4. 221 - G. DE MEVIUS (BEL). TOYOTA | HILUX OVERDRIVE. 39h30m53s. +01:39:56

5. 209 - G. DE VILLIERS (ZAF). TOYOTA | GR DKR HILUX. 39h51m09s. +02:00:12

6. 212 - M. SERRADORI (FRA). CENTURY | CR6-T. 39h54m41s. +02:03:44

7. 211 - G. CHICHERIT (FRA). TOYOTA | HILUX OVERDRIVE. 40h03m40s. +02:12:43

8. 208 - M. PROKOP (CZE). FORD | RAPTOR. 40h03m45s. +02:12:48

9. 243 - G. BOTTERILL (ZAF). TOYOTA | GR DKR HILUX. 40h20m48s. +02:29:51

10. 223 - B. VANAGAS (LTU). TOYOTA | HILUX. 40h50m32s. +02:59:35

15. 238 - L. SANZ (ESP). ASTARA | CR6-T. 42h05m00s. +04:14:03

17. 227 - E. AMOS (ITA). TOYOTA | HILUX OVERDRIVE. 42h24m01s. +04:33:04

27. 260 - A. SCHIUMARINI (ITA). CENTURY | CR6. 50h28m05s. +12:37:08