MotoGP 2022, GP di Indonesia a Mandalika, Johann Zarco contento a metà: "Oggi potevo vincere"

MotoGP 2022, GP di Indonesia a Mandalika, Johann Zarco contento a metà: "Oggi potevo vincere"
  • di René Pierotti
Il pilota francese ha fatto i complimenti a Miller per lo stile di guida: "Ci ho messo un po' a prendere fiducia sull'acqua e ho impiegato troppo tempo a superare Jack"
  • di René Pierotti
20 marzo 2022

Sul terzo gradino del podio di Mandalika, dietro a Miguel Oliveira e Fabio Quartararo, è salito Johann Zarco che è riuscito a mettersi alle spalle la Ducati ufficiale di Jack Miller. Il pilota francese due volte vincitore della Moto2 è però contento a metà: "Oggi potevo vincere ma ci ho messo troppo a superare Jack, se avessi fatto prima forse avrei potuto prendere Oliveira".

Quanto a Miller, il pilota rosso si è lamentato per i sorpassi subiti da Quartararo (che ha risposto per le rime), è stato citato da Oliveira come maestro su dove dover frenare e accelerare e ha ricevuto anche i complimenti di Zarco: “Ha una grande percorrenza e un feeling sul gas molto sensibile”. Alla fine però Miller è arrivato appena sotto al podio. 

Zarco in classifica ha 24 punti, figli dell’ottavo posto in Qatar e del podio odierno. È quinto a meno 6 da Bastianini.

Come è andata la tua gara Johann?

“Devo essere felice, è un podio in MotoGP ed è sempre bello. Non ho capito subito il grip, l'ho capito dopo un po' e perdevo in uscita di curva. C’era tanta acqua e quando è così ci metto sempre un po’ di tempo a prendere la fiducia, Jack e Miguel invece sono stati fortissimi a partire veramente bene. Poi ci ho messo un po’ di tempo a superare Rins e ancora di più a superare Jack, non ero a posto per l’uscita dalle curve, non avevo grande trazione così, anche se ero messo bene in staccata, era complicato superare. Ho perso tanto tempo dietro Jack così non ho potuto recuperare Miguel”

L’anno scorso il tuo inizio di stagione era stato esplosivo, che Zarco è quello di questo 2022?

“Quando non faccio tutto benissimo allora va bene finire le gare e prendere i punti che posso, come ho fatto in Qatar. Qui però c’era l’opportunità di vincere ma ho perso un po’ di tempo a trovare la fiducia”

Tu eri forte in frenata e Miller aveva molta trazione, da che cosa deriva questa differenza?

“Jack è molto diverso da me sulla guida, riesce a fare una bella percorrenza in curva, piega tanto la moto, anche sul bagnato e ha un feeling sul gas molto sensibile, credo che tutto questo gli permette di fare una buona uscita di curva”

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...