foto spia

La nuova Ducati Multistrada 1200 2013

Sorpresa sulle strade dell’Appennino: ecco la Multistrada 1200 che a prima vista ha tutta l’aria di essere l’edizione 2013, che verrà presentata alla stampa la prossima settimana. Cosa cambia

Tutto su:

ducati multistrada 1200 2013 sfoglia la gallery

La nuova Ducati Multistrada 1200 2013


Sorpresa sulle strade dell’Appennino: un lettore ha fotografato questa Multistrada 1200 che a prima vista, fin dagli accostamenti cromatici, ha tutta l’aria di essere l’edizione 2013, quella che verrà presentata alla stampa la prossima settimana.


Deve trattarsi del modello Pikes Peak, quello più aggressivo e sportivo della serie Multistrada: si notano infatti i tipici particolari in fibra di carbonio, e rispetto alla versione oggi in commercio l’accostamento delle tinte è diametralmente opposto. Se guardiamo con attenzione, sono certamente inedite le ruote Marchesini a tre razze sdoppiate, anzi triplicate; e diversa è la sella, costruita con due materiali diversi e cucita a vista con un effetto di maggiore eleganza; probabilmente anche la seduta è più comoda.

ducati multistrada 1200 2013 042
Cupolino leggermente più grande e parabrezza differente


Pare differente anche il parabrezza e pure il doppio faro, che è più esteso sui fianchi del cupolino; forse lo stesso cupolino è leggermente più grande.


Si vocifera che ci siano novità anche al reparto sospensioni (ancora più elettronica?); certamente è inedita la colorazione grigia dei foderi della forcella.

In ogni modo, per i nostri lettori si tratta di pazientare ancora una settimana: il nostro Francesco Paolillo è in partenza per Bilbao dove proverà la nuova Ducati. Ne conoscerete dunque ogni dettaglio.

Sono stati inseriti 47

Commenti

. Commenta
  • 1. io mi candido...

    vojo fa' il lavoro di Paolillo.............................
    huskynox507 -
  • 2. Un'altra ancora!

    Sempre più trendy e sempre più vicina alla politica giap, la nostra Ducati! Di nuovo un modello modificato - in poco o in tanto? - a pochissimo tempo dal suo ingresso sul mercato. Quasi quasi non ci si sta più dietro, e tra poco arriverà pure una nuova Hyper... Ma invece, di una Multi 848 bella semplice o di una tanto invocata Super Sport, il nuovo corso deutsche-Ducati nemmeno ci pensa? Sono ducatista da sempre (anche se possessore solo da 6 anni), ma da dopo Terblanche e dall'arrivo di Del Torchio in qua, fatico a ritrovarmi nei nuovi modelli - senz'altro tecnologicamente eccezionali e apprezzati dal mercato - e soprattutto nel nuovo marketing... vedi prima Diavel AMG e ora Monster Diesel... Un lampeggio a tutti. Ale
    alessandro.g4877 -
  • 3. Mica male!

    papalo87 -
  • 4.

    che dire bella e basta
    ocram70 -
  • 5. il..

    Carbonio comunque lo vedete soltanto voi...
    korova -
  • 6. Non mi ci ritrovo più

    in questa Ducati,ma io sono di un altro tempo...fuori tempo .
    Pietro.Onesti -
  • 7.

    Dallo sfondo mi pare che siamo al Passo della Raticosa, ed effettivamente di muletti Ducati li ne giran parecchi.
    Esteticamente non mi sembra un granchè differente rispetto all'attuale, mi sembra comunque che non abbiano appesantito la linea attuale come invece fatto da BMW con il restyling 2009 del GS.
    A me la moto mi pare una base con colori diversi, ma solitamente i muletti sono un misuglio di varie versioni.
    Sarei invece curioso di conoscere le modifiche al motore ed alle sospensioni.
    apu_1 -
  • 8. Korova

    mi sa che hai ragione il carbonio proprio non lo vedo in questa, direi che è la plastica normale come sulla base, però che palle l'ho comprata a giugno 2010 e già me la fanno diventare vecchia....va bhe che facciano tanto io mi tengo la mia base che va da dio, unico rimpianto non avere preso l'abs per il resto è perfetta.
    giorgio8201 -
  • 9. Ma siete sicuri...

    Che non vi hanno tirato un bidone?
    E' identica alla mia, ma non ha Ohlins, e il carbonio lo ha visto con il binocolo, siete sicuri che non sia un tizio che ha fatto una "sua" particolare edizione?
    alex998r -
  • 10. questi grandi cambiamenti

    ..giustamente non li vedo..
    una moto di successo non poteva esser stravolta completamente.
    energyrik -
  • 11. ben venga...

    ...il nuovo modello se farà deprezzare il vecchio...
    Secondo il mio modesto parere farebbero meglio a puntare di più sull'affidabilità anzichè sulla novità.
    harvey -
  • 12. ha ragione alessandro

    ma perchè in questi tempi di crisi non si dedicano al downsizing???? il motore è già bello proto (848) e bisogna semplicemente depotenziarlo e metterlo nel telaio. Davvero pensano di fare la politica di BMW di vendere moto da 15000€ in su? ci vogliono moto più economiche (max 12000€ allestite) che siano anche economiche da mantenere (consumi, bollo e assicurazione) e siccome ha meno cilindrata e meno cavalli diventa alla portata di tutti senza dover per forza riempirla di elettronica complicata che se si guasta sono solo dolori del portafogli
    marines89 -
  • 13. Voci di corridoio...

    quello giusto però!
    Cambia che hanno portato le sospensioni mappabili anche sulla base.
    e la colorazione anche se me l'hanno copiata! ;-)
    sulla diversa forma del cupolino non mi risultava.. ...forse è una deformazione della foto no?

    saluti
    Matteo
    matcas01 -
  • 14. potrebbe

    avere le showa semi attive. Probabilmente per contenere i costi non hanno fatto fare alla ohlins. Quindi secondo me contando la qualità che non sarà come ohlins, ma avrà il plus di essere auto adattativa, non so quanto si andrà a migliorare globalmente il prodotto.
    korova -
  • 15. 848-1200 Multi 1200 e nuova Hyper

    Alla Ducati fare un 848 costa come fare un 1200. L'elettronica per l'antislittamento e le mappature una volta che l'hai sviluppata non costa nulla metterla sulle moto.
    Domanda: chi di voi prenderebbe una Multi 848 con 100cv circa, meno coppia della 1200 con consumi (forse) leggermente inferiori ma........quasi allo stesso prezzo della 1200?
    Perchè il delta prezzo potrebbe essere al massimo mille euro... I risparmi effettivi sarebbero un po' di gomme (che magari potrebbe passare da 190 a 180 dietro) un po' di bollo e di assicurazione, ma il prezzo non scenderebbe di troppo rimanndo troppo alto rispetto a Tiger 800 e GS 800..
    Meglio allora fare una versione touring della Nuova Hyper 848 (ma c'è chi dice che sia un nuovo 820) sulla scorta di quanto fatto da KTM con SMT. ...Li si utilizzerebbe una base strutturalmente + semplice ed economica per fare una moto meno maxi ma che permetta di fare viaggi grazie alla disponibilità di borse bauletto e cupolino...Prezzo 12,5k, solo poco + alto di Tiger 800 e GS 800
    apu_1 -
  • 16. se....

    hanno messo le sospensioni elettroniche sulla base ?? non credo proprio... poveri acquirenti della base allora.... e sulla S cosa mettono? sospensioni della nasa per giustificarne il prezzo?
    korova -
  • 17. Multistrada 849

    La Multistrada è veramente una ottima moto sotto tutti i punti di vista: telaio, sospensioni, elettronica, estetica, ma a quale prezzo? Se Ducati, tenendo più a bada il rapporto qualità-prezzo (meno impegnativo) affiancasse alla Multistrada 1200 una versione 849 avrebbe di certo un deciso e maggiore riscontro di vendite e successo.
    cristiano6498 -
  • 18. Marines89

    non si dedicano al downsizing perchè forse ne stanno vendendo a pacchi? L' Italia non e' il mondo intero..... infatti il mercato di riferimento in termini di volumi sono gli USA ( anche se pure in Inghilterra vendono parecchio), ma anche in Italia poi non e' che le vendite della MTS 1200 siano poi andate cosi male eh... anzi!

    Oltretutto non ti credere che fare una versione 848 comporti poi questo gran risparmio nella gestione della moto... compresi i consumi!

    PS: spiegami cosa c'e' di sbagliato nella politica di BMW.... le moto da 15000 euro in su sono le piu' vendute, al contrario la fascia di moto medie e' completamente crollata... non se ne vendono piu'.

    Per cui il tuo suggerimento sarebbe quello di smetterla di puntare su moto costose ( sebbene abbiano un alto margine di redditività e sono in testa alle classifiche di vendita ) per indirizzarsi su moto piu' economiche anche se ci sono meno margini e le vendite di questo segmento sono in caduta libera...... ahhhh furbo!!

    Sarei curioso di andare a vedere se sui forum di auto sportive c'e' chi suggerisce a Ferrari di smetterla di fare quelle macchine assurde, troppo costose, troppo piene di elettronica e di mettersi a costruire utilitarie.... in fondo chi se ne frega se negli USA e nei mercati emergenti ne comprino tante.... Ah si... forse a Ferrari interessa ;)

    Lamps
    Dherfel -
  • 19. moto bellissima ma ...

    moto bellissima ma io e tanti altri sognamo ancora uno scrambler retro-tech. Chissà ...
    Luke200824 -
  • 20. A me sembra una base con qualche personalizzazione

    80Silvio -
  • 21. una domanda

    Una settimana al test e Paolillo già parte? E come ci va in Spagna, a piedi?
    massininja -
  • 22. Ste mezze foto...

    mi fanno ridere.
    Uforobot01 -
  • 23. probabilmente

    sarà più potente, più pesante, più costosa e, a giudicare dalle foto, pure più brutta...tra l'altro il carbonio proprio non si vede.
    Io una ducati la comprerei, ma finchè diventano sempre più impegnative anzichè più facili, se le tengono.
    burner -
  • 24. Dherfel

    Superd'accordissimo col tuo intervento.
    Tu hai fatto un commento , anche se in risposta, con motivazioni.
    In questi altri a parte le imprecisioni che scrivono io leggo:
    Volpe all'uva.
    Vorrei ma non posso
    Invidia
    e non ultima non aver capito che prodotto è

    LA Ducati si pone come il top del top della produzione mondiale e europea.
    Paragonabili alcuni modelli a quello che può essere una Ferrrari o una Porsche.

    Bene ragazzi andate a fare discorsi del genere a Ferrari o Porsche o a siti inerenti. Vi portano via col camice.
    piega996 -
  • 25. E' l'unica...

    Ducati che mi piace. Davvero, bella!
    Asburgico -
  • 26. La moto si vende bene...

    perchè modificarla già ?

    GS a parte la concorrenza non ha crosse novità....non era meglio apettare una anno ?

    Magari cambiando solo qualche colore ?
    Un restyling ogni due anni...siamo a livelli delle tanto odiate jap....
    gio4053 -
  • 27. domanda :

    ma quando si tratta di poche modifiche estetiche o di pochissime e non necessarie modifiche meccaniche, invece di far invecchiare di colpo un modello appena nato, non sarebbe meglio per tutti, mettere questi particolari sul catalogo Performance ? Così, chi vuole aggiornare la Multi che ha acquistato il mese scorso, lo può fare, senza sentirsi preso per i fondelli.
    E infine, non mi dite che è bella quella grafica, con tutto quel bianco che richiama la SBK e la MotoGP. Questa è una Multi non una D16.
    Tony888 -
  • 28. ma cosa dite?

    primo, ducati da sempre fa restiling minimi delle proprie moto basti vedere dalla 916 alla 998 o i tanti monster differenti presenti quindi è una critica che non esiste.

    secondo, queste sono le vendite delle ducati in italia nel 2012:
    1.multi 1200s _ 1122
    2.1199 panigale _ 755
    3.streetfighter 848 _ 698
    4.multi 1200 _ 536
    ciò dimostra come problemi di prezzi alti di partenza ducati non se li pone nemmeno visto che le moto più costose sono anche le più vendute (è una moto per chi ha 15/20 mila euro da spendere). poi nello specifico le vendite della multi ci dimostrano come fare un 848 adesso sarebbe un suicidio ed inoltre inutile visto che il 1200 ha diverse possibilità di regolazioni della centralina, non ha solo i 150 cv a cui si fa sempre riferimento. l'unica cosa a cui posso pensare è che un 800 costerebbe meno ma evidentemente una casa come ducati non si pone mai problemi di prezzo.

    derekvim -
  • 29. E' un 2013

    Non possono essere modifiche di un possessore privato:
    fanaleria modificata, telaio verniciato rosso, cupolino modificato, cerchi, forcelle, pedane passeggero, paramotore tutti diversi.
    Io mi sono trovato a prenderla molto felicemente nel 2010 me la ritrovo già ristilizzata.
    BRAVI BRAVI; ma se sperano che la cambio per fare questa qui ci invecchiano e credo che come me la penseranno in molti altri.
    Non faccio il gioco del mercato aggressivo....!!!
    corradosanse01 -
  • 30. certo che...

    chi compra una moto nuova oggi, deve andare dal mago per non ritrovarsi domani con una moto vecchia, e non perdere 2000 euro al volo eh........
    la prossima sarà un'africa twin del 92...giusto il minimo per non pagare il bollo e poter fare i tagliandi dal mecca della via...
    5000riccardo -
  • 31. a me del Multi piace tutto..

    solo le plastiche laterali sono un po "vuote", e il "naso" ancora non l'ho digerito benissimo!

    pero e' la perfetta congiunzione di sportivita', lusso e turismo..

    Ducati ci ha propio azzeccato, di meglio non poteva!

    P.S. chi rosica c'e' sempre, come per le BMW.. come nel mondo delle auto, del resto anche chi ha la Panda dice che il 520 e' troppo grosso da parcheggiare..

    Lamps!
    ivan r. -
  • 32. BELLA

    Per questa moto è una parola grossa.
    Che sia bella a chi piace,allora va bene.
    jrampa -
  • 33. Togliere la multi 1200 base

    La cosa più sensata sarebbe togliere la Multistrada 1200 base e creare una Multistrada 848,solo con ABS,con sospensioni meno sofisticare,un 180 al post e un costo sui 12990 e il gioco è fatto.
    Cmq secondo me questa multi è la 848 camuffata con qualche dettaglio dell'attuale multi,le forcelle e i freni non mi sembrano il top fra freni e sospensioni e il puntale sotto a me sembra essere in plastica nera e non il alluminio grigio come sulla 1200,poi fate voi.
    PS di carbonio neanche l'ombra mah?
    yaiomoto -
  • 34. Mah!

    Cambiano i colori e due cacchiate, la prima ha una linea piu' filante.
    Gianluca6455 -
  • 35. Ah dimenticavo

    Dimenticavo,la sella è di conformazione diversa,più bassa e snella,il manubrio è sempre nero e sembra di materiale più povero e il cupolino è diverso dalla 1200.
    yaiomoto -
  • 36. Gio hai ragione, e poi è più brutta!

    Secondo me è più brutta dell'attuale!!
    Anche io sogno una scrambler 650 più godibile
    flashrandom -
  • 37. quoto il post 2

    aggiungo che di Multistrada 1200 ve ne sono tantissime usate da 1000 km in su , sia privati che concessionari .
    mi spiegate come si fa' a comprare moto da 15000 -19000 € e poi venderla dopo pochisssimi km rimettendoci tanto ?
    UHMMMM ...
    ildukes -
  • 38. È un modello 2010 elaborato

    per me è un modello 2010 elaborato come se ne vedono tanti dalle mie parti. Le forcelle sono delle showa che certo non equippaggiano le Pikes Peak che hanno le Ohlins.
    Skymo3593 -
  • 39. duca6202

    per me quelli li sono propio quelli che di moto non ne sapevano nulla, se non che faceva figo, quindi quando l'hanno fatta vedere ben bene a tutti.. non sanno piu che farsene, e magari tornano al concessionario e prendono il Diavel.. e ricominciano daccapo!
    ivan r. -
  • 40. il buon vecchio multi

    personalmente non vedo queste grandi differenze... Ducati come molte altre case inizia a sfornare modelli ogni anno... cambiando 4 particolari e dicendo che e' la nuova edizione... l'unica cosa buona che vedo di questa nuova versione e' che fara' deprezzare le precedenti e finalmente potro' comprare la multi 1100s come piace a me a un prezzo umano!
    Frawer -
  • 41. 848

    Quando una Multi 848 con 100 cv max, poca elettronica a 10.000 euro?
    turchia69 -
  • 42. hyper e multi 848

    comunque per gli appassionati sembra che presenteranno all'eicma una misteriosa moto con motore 848 che dalle prime foto ha l'anteriore dell'hyper e la coda del multi...vedremo
    derekvim -
  • 43. MMMM un pò puzza...

    Secondo me si tratta di una semplice modifica fatta da un privato, (vedi anche l'abbigliamento del pilota, non Ducati, che è oltretutto senza guanti) non ha Ohlins e carbonio nemmeno l'ombra(quindi nemmeno un modello "S"), credo inoltre che il cupolino così alto e nero non sia nemmeno regolare... L'unica casa che mi lascia un po' di dubbio sono i cerchi che hanno il disegno di quelli della Panigale..
    Comunque i concessionari Ducati sono sempre più pieni di GS, vorrà dire qualcosa o no..!
    luca.bisson -
  • 44. X marines89. Commento 18

    Il downsizing andrebbe valutato nei vari mercati, e in Italia secondo me avrebbe successo.
    Per quanto riguarda la politica di BMW non voglio dire che è sbagliata ma sicuramente tagliano fuori una fetta di acquirenti che non possono permettersi di spendere oltre 15000€ per una moto. Con la tua concezione di marketing si arriverebbe a vendere moto sempre più costose in un mercato sempre piu ristretto e rivolto verso i più abbienti.

    Devo controbatterti anche il tuo paragone con la Ferrari; una Ducati per avere un prezzo competitivo dovrebbe abbassare i prezzi di un 15% mentre una Ferrari per arrivare al prezzo di utilitaria dovrebbe abbattere
    il prezzo di un bel 90%. Capisci anche tu che non è la stessa cosa!
    pizza76 -
  • 45. 5000riccardo

    quoto 5000riccardo

    Africa Twin, preferibilmente l'RD03
    (da mettere a fianco all'RC30)
    patatino1226 -
  • 46. Per completare il post 2

    Se il tester Paolillo è in Spagna per la presentazione della versione MTS 1200 per il 2013, dobbiamo assumere che il modello nelle foto di Moto.it sia proprio quello. In precedenza, dunque, ho espresso delle considerazioni, piuttosto che degli auspici: oggi vorrei motivarle completando il mio breve intervento al post nr. 2 con qualche riflessione. Pochi anni fa l'ing. Domenicali dichiarò che, nel proprio segmento di mercato, una Ducati non può essere meno potente delle proprie rivali, e che i motori 2 valvole in un prossimo futuro equipaggeranno soltanto dei modelli Ducati particolari (facendo indiretto riferimento, più che alla famiglia Monster, ad un possibile nuovo Scrambler non più monocilindrico). Il vicino debutto della Hypermotard con motore 4 valvole raffreddato a liquido della 848 è una conferma di quelle parole e se a ciò aggiungiamo i limiti alle emissioni prescritti dalle normative di omologazione Euro 4, 5, ... che restringeranno sempre di più la possibilità di equipaggiare una moto con propulsori raffreddati ad aria se non penalizzandone sostanzialmente le prestazioni, è evidente come d'ora in avanti ben difficilmente in Ducati vedremo la nascita di nuovi modelli low-tech (per la sicurezza ben venga, certo, l'ABS obbligatorio) e con potenze entro i 100 cavalli. Il passaggio di proprietà al gruppo Audi, sinonimo di sportività e di alta gamma, attraverso il controllo dell’esclusivissima Lamborghini, chiaramente comporterà un sempre maggior ricorso all'elettronica, presumibilmente in un reciproco scambio di alta (?) tecnologia tra auto e moto, dunque è poco verosimile che Ducati sforni nuove moto che possano posizionarsi entro i 10.000 Euro e "ignoranti" come una Super Sport (vedi Bimota DB5). Poi, osservando la più recente produzione di Borgo Panigale, quella della gestione Del Torchio (tra non molto sembrerebbe dover arrivare pure lo scooter più sportivo del mondo!), possiamo notare come degli storici elementi distintivi delle Ducati siano rimasti il forcellone monobraccio e la metà anteriore del telaio a traliccio - se non consideriamo la 1199 con telaio fantasma - mentre gli scarichi alti di Tamburini hanno ceduto il posto a quelli bassi, e la tintinnante frizione a secco ormai da tempo è stata soppiantata da quella in bagno d'olio: si dirà che sono tutte soluzioni più moderne e pratiche, ma se a ciò aggiungiamo che, a guardare queste ultime Ducati, il motore non risulta più il centro focale, ma si riesce a scorgere soltanto il cilindro orizzontale e non più l'intera L del desmo (fin quando rimarrà desmodromico e non si opterà per le valvole pneumatiche) e che poi nella Panigale la disposizione è a V e non a L, allora tutto considerato vediamo bene che la Ducati del nuovo corso, senz'altro al passo con un mondo - e purtroppo non solo quello delle motociclette - che in una febbre di ostentazione richiede sempre il prodotto più avanzato, più nuovo e che tutto quanto tende ad omologare, non potrà che produrre modelli hyperpotenti, hypertecnologici, hyperelettronici, ma nei quali, come avevo detto nel mio precedente post, io personalmente ormai fatico a trovare lo spirito che, ancora ragazzino, mi fece appassionare alla rossa bicilindrica, lo stesso spirito che riconosco ogni volta che poggio il fondoschiena sulla mia Multi 2 valvole. E non faccio principalmente un discorso di prezzo, perché le questioni micro/macro-economiche contingenti o future non hanno a che fare con i cosiddetti mercati premium, che ignorano la parola recessione, e questo è chiaro. Ad ogni modo, tanto per definire meglio: i miei riferimenti sono le 750 degli anni '70, la F1 e la 851 (anni '80), il Monster, la 900 SS e la 916 (anni '90), la mai pienamente capita ST3, ovviamente le Multistrada 2v, la 749, la Sportclassic Sport 1000, l’Hyper - tutte di Terblanche – e l’inossidabile 1098 (anni 2000), poi basta. Oltre che ducat-ista, nelle moto sono sempre stato un italian-ista convintissimo, ma... per non andare fuori tema approfondendo l'argomento dell’anche più elitaria Bimota, che alla rincorsa del mercato già un paio di volte nella sua storia è andata al tappeto, attualmente qualcosa di prossimo a quello spirito che dicevo mi pare di ritrovarlo soltanto nelle 2 cilindri KTM, che guarda caso hanno mutuato il telaio a traliccio dalle rosse, insieme a un bel po' di carattere… Alla fin fine, tuttavia, resto uno che sa sorprendersi, e allora mi auguro che – magari non tanto a breve – un giorno questa nuova Audi-Ducati mi sorprenda per davvero. Ancora un lampeggio da un figlio degli anni ’70. Ale
    alessandro.g4877 -
  • 47. ho 42.000 km!!!

    dunque, qui tutti dicono la loro, più o meno giustamente, visto che molti giudicano una moto "per sentito dire", senza mai esserci salito sopra! Comincio col dire che io NON SONO nè ducatista, nè bmwista nè patito di un'altra marca. Ho la moto dall'età di 7 anni (ora ne ho 41) e mi è piaciuto cambiare sempre marca, perchè non mi piace fossilizzarmi su di una. Ho avuto italiane, giapponesi, tedesche, sportive, touring, endurone ecc...Tuttora posseggo una Multi 1200S touring, con cui ho fatto la bellezza di 42.000 km!!! L'ho usata dappertutto (anche la mia 1° volta in pista, dove ho girato a Vallelunga con un discreto 2.04), ma prevalentemente per turismo (europa, marocco e ultimo viaggio capo nord). Che dire? che sono pienamente soddisfatto, non ho MAI avuto alcun problema, ha un motore fantastico, una ciclistica super, è comoda per viaggiare ecc ecc. Proprio questo ultimo aspetto sta diventando molto importante per me, perchè mi rendo conto che uso prevalentemente la moto per turismo. Quest'anno la vorrei cambiare e neanche a farlo apposta sta uscendo il restyling... già, ma escono anche la nuova gs, la nuova ktm 1190 adventure... a pensarci bene di ktm non ne ho mai avute...
    gilmour -

Per poter inserire un commento devi essere un utente registrato.
Se sei registrato, effettua il login
Oppure clicca qui per registrarti