video prova

KTM 790 Adventure. TEST: come va in città e nel misto - Ep.1

- Dopo il breve assaggio in Marocco e la comparativa di Moto.it con Nico e Gix, torniamo a parlarvi della KTM 790 Adventure. Lo facciamo con due puntate speciali che vi raccontano come va questa potente maxienduro nell'uso quotidiano. Dalla città alla gita fuori porta. Nella seconda invece...

Dopo il breve assaggio in Marocco e la comparativa di Moto.it con Nico e Gix, torniamo a parlarvi della KTM 790 Adventure. Lo facciamo con due puntate speciali che vi raccontano come va questa potente maxienduro nell'uso quotidiano. Dalla città alla gita fuori porta. Nella seconda puntate invece vi mostreremo l'anima adventure di questa potente e leggera moto austriaca.

L'endurona austriaca ha infatti un'immagine sportiva - o racing, come piace dire a Mattighofen - ma poi chi la comprerà, la userà anche e soprattutto per gli spostamenti in città e per i viaggi nei fine settimana e in vacanza. Per questo motivo le dedichiamo due prove separate, la prima qui sopra parte dalla città per arrivare al lago, facendo un bel pezzo di immancabile autostrada. Nella seconda oseremo, visto il nome Adventure e la ruota da 21", ma non vogliamo dirvi troppo. 

La KTM 790 sul Lago di Como
La KTM 790 sul Lago di Como

L'abbiamo già visto nelle nostre comparative e lo confermiamo nel test cittadino: la  KTM 790 Adventure (scopri il suo listino su Moto.it) ha un'ottima ergonomia e la sella regolabile (83 o 85 cm) la rende adatta ai piloti alti, ma anche a chi è alto 1 e 70 o giù di lì.  Il serbatoio non dà alcun fastidio nella guida e anzi abbassa molto il baricentro. Anche coi 20 litri a bordo non si avverte praticamente l'aggravio di peso. La sella è comoda per il passeggero, mentre lo spazio dedicato al secondo è discreto e un pelo inferiore rispetto alle altre millone maxienduro, che però vantano pesi e ingombri ben superiori. La 790 pesa infatti solo 213 kg col pieno, un valore record. I comandi sono morbidi, il cambio con assistenza elettronica (optional) è un vero burro, molto preciso. La strumentazione TFT è chiara e si legge bene anche col solo. Alcuni dati sono un po' piccoli, ma tachimetro e contagiri sono molto chiari. Il cupolino si regola con una vite e ha una escursione di 4 cm. Nella posizione bassa ripara poco, ma anche in quella alta gli spilungoni sopra il metro e 85 prenderanno un po' d'aria (in particolare coi caschi da cross).
Calore. Anche a tenere le briglie strette e a forzarla in coda in città, la 790 Adventure non ci ha mai fatto arrabbiare (e andare a fuoco). E proprio in città la nuova KTM sa trasformarsi da moto avventurosa a pacifica compagna con cui fare un po' di tutto. Ci fai la spesa, ci vai al lavoro e la fatica è sempre minima. Un po' come accadeva con le monocilindriche da enduro degli anni 80: belle in fuoristrada, ma perfette anche nel caos della città. Sella bassa e peso contenuto fanno di lei una delle moto più leggere del segmento e questo sarà sicuramente apprezzatto dai motociclisti sempre più a disagio con i pesi delle varie 1250, 1260 e 1290 maxienduro.
Il motore ha un bel rumore di scarico, è piccolissimo e rende la moto davvero compatta. Riprende dai bassi con dolcezza, ha una coppia regolare già da 2.000 giri. Agli alti spinge fino 9.000 giri e sopporta l'allungo come un vero diavolo in piena zona rossa. 
Ha 95 cavalli dichiarati. E li abbiamo trovati tutti. Ottimi il cambio e anche la frizione a cavo con assistenza MSR, che rende praticamente superflua l'adozione di una frizione a comando idraulico. La moto dispone di serie di 3 riding mode (quello Rally è optional) e il pilota può settare a piacimento il controllo di trazione e l'ABS.
La 790 viaggia sicura e stabile anche ad alta velocità e mantiene i 140 indicati dal tachimetro senza fatica. La protezione dall'aria è buona (a patto di non superare il metro e 80, oltre un po' di aria sulla parte del casco arriva) e la sella è piuttosto dura, cosa abbastanza comune alle KTM Adventure.

Le KTM 790 Adventure nuove: gli annunci di Moto.it

La 790 Adventure ripresa durante la nostra comparativa 1000 maxienduro. Qui ha messo in mostra il comportamento più sportivo e divertente nel misto. Quasi una supermotard!
La 790 Adventure ripresa durante la nostra comparativa 1000 maxienduro. Qui ha messo in mostra il comportamento più sportivo e divertente nel misto. Quasi una supermotard!

Nonostante le ruote fuoristradistiche (21 e 18") la KTM 790 Adventure su asfalto è maneggevole e molto intuitiva. Pensi una cosa e lei la fa senza battere ciglio. E' stabile e precisa (c'è l'ammortizzatore di sterzo). La frenata è potente e modulabile.  Forse è un pelo aggressiva, ma si sposa bene col carattere anche sportivo della 790.  Le sospensioni WP, anche senza sofisticate regolazioni, mi sono piaciute. La forcella da 43 mm affonda il giusto e ha una bella idraulica, che sopporta anche la guida più brillante in montagna.  Le gomme di primo equipaggiamento sono le Avon AV53/54 nelle misure 90/90-21 e 150/70-18. 
Tra le curve la KTM 790 Adventure è stabile e precisa. Nel misto emerge ancora la sua spettacolare leggerezza, unita al carattere esplosivo del motore. Il bicilindrico è infatti mansueto in città, ma basta aprire con decisione il gas per scoprire il carattere da sportiva stradale che già avevamo scoperto sulla 790 Duke.
Il consumo registrato nel test è stato il migliore nella categoria enduro stradali fino a 1000 e pari a oltre 18,5 km/l. Un dato ottimo, perché ottenuto su un percorso con il 20% di fuoristrada e di città.
L'esame in città e nelle gite fuoriporta è stato superato alla grande. La nostra moto riporta però a caratteri cubitali la scritta Adventure: non possiamo fermarci al pranzetto sul Lago di Como. 
Venite con noi! Continua nella prossima puntata...

Testo e foto di Massimo Di Trapani
 

Pro e contro in città e nel misto

  • Agile in città - Scalda poco - Sella bassa - Consumi contenuti - Motore sportivo, ma dolce in basso
  • Sella un po' dura - Protezione dall'aria migliorabile per chi super il metro e 85
Leggi tutti i commenti 143

Commenti

  • bocciu, Genova (GE)

    Ho potuto provarla circa 2 ore. Riassumo: sella di legno, quik shift non rapidissimo, sospensioni assolutamente stradali (non copiano per nulla le piccole asperità), baricentro e sella bassi(sembra di avere molto meno peso tra le gambe), protezione aerodinamica non sufficiente. Pregi: motore a livello della A.T. 1000, frenata potente e modulabile, strumentazione completa( ma, come ha scritto qualcuno, si preferiva una regolazione esterna del mono al posto di mappe motore, abs, quik ed altro. Non ho potuto accertare i consumi, mi sembrano un pò ottimistici quelli di un lettore che ha già fatto un viaggio. Prezzo: leggo troppe volte"doveva costare tot in meno", ma lo devo scrivere anch'io.
  • lemmelemme56, Magenta (MI)

    Io l'ho acquistata a scatola chiusa e la scorsa settimana l'ho finalmente utilizzata per un viaggio significativo: Milano, costiera amalfitana, Matera e ritorno passando per gli Appennini su percorsi alternativi, in due, con borse laterali basculanti bauletto e borsa da serbatoio tutto marchiato KTM.
    Prima di tutto due numeri dal computer di bordo: Km fatti 2715, consumo medio 4.1l/100Km. vel. media 73Km/h.
    Andata in autostrada e testata per brevi tratti fino a 160/170km/h. e non ho notato ondeggiamenti o comportamenti anomali .
    Testato il calore sulla costa amalfitana e chi l'ha provata sa cosa significa, indossavo un paio di jeans e scarpe basse da moto, ho notato un po' di calore solo quando entravano in funzione le ventole.
    La sella che in un primo momento mi sembrava duretta mi ha fatto ricredere nelle lunghe percorrenze, sostenuta e dura il giusto impressione condivisa anche dalla moglie.
    Nel misto divertentissima estremamente maneggevole, facile da usare, anche nelle frenate brusche non ho avvertito grossissimi trasferimenti di carico ho settato il mono a più tre tacche.
    Io sono alto 1,74 e la conformazione del serbatoio e la posizione bassa del cupolini mi ha protetto in maniera accettabile nei brevi acquazzoni che ho incontrato.
    Rimango del parere che la mancanza di un sistema di precarico molla del mono tramite un comodo pomello sia una mancanza, come quella del cavalletto laterale (non esiste nemmeno come optional.
    I freni sebbene potenti e senza aver dimostrato segni di affaticamento anche nelle lunghe percorrenze in discesa a pieno carico mi sono sembrati un po' troppo bruschi nella primissima fase di frenata.
    Il quick shifter adrenalinico e preciso ad andature sportive, ad andature turistiche ha dimostrato qualche incertezza.
    Le borse si sono dimostrate a tenuta di acqua ma non mi è piaciuto il sistema di chiusura un po' macchinoso (BMW in questo insegna)
    Il cruise control l'ho trovato comodo e preciso nelle lunghe percorrenze autostradali.
    La mia moto precedente era il KTM 990 ADV e a paragone questa su strada è un notevole passo avanti, in fuoristrada l'ho usata solo per brevi tr5atti e non mi sono ancora fatto una idea precisa anche se l'altezza da terra 830 rispetto al 990 aiuta molto.
Leggi tutti i commenti 143

Commenti

Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

KTM 790 Adventure (2019)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca KTM
  • Modello 790 Adventure
  • Allestimento 790 Adventure (2019)
  • Categoria Enduro Stradale
  • Inizio produzione 2019
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 12.699 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza n.d.
  • Larghezza 811 mm
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra 233 mm
  • Altezza sella da terra MIN 850 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.560 mm
  • Peso a secco 189 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 799 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri in linea
  • Disposizione cilindri trasversale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 88 mm
  • Corsa 65,7 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 3
  • Potenza 95 cv - 70 kw - 8.000 rpm
  • Coppia 9 kgm - 88 nm - 6.600 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 20 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Telaio in acciaio al cromo-molibdeno con il motore come elemento sollecitato, verniciato a polvere
  • Sospensione anteriore WP a steli rovesciati Ø 43 mm
  • Escursione anteriore 200 mm
  • Sospensione posteriore Monoammortizzatore PDS WP
  • Escursione posteriore 200 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 260 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 21 pollici
  • Pneumatico anteriore n.d.
  • Misura cerchio posteriore 18 pollici
  • Pneumatico posteriore n.d.
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
KTM
  • Sportmotorcycle Italia S.R.L. Via Spallanzani 16/A
    24061 Albano Sant'Alessandro (BG) - Italia
      http://www.ktm.com/it/

Nuovo: KTM 790 Adventure (2019)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: KTM 790 Adventure (2019)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta