Prime impressioni

Kawasaki Z650 2020, TEST: squadra che vince, non si cambia!

- La nuova Kawasaki Z650 cambia look e guadagna piccoli aggiornamenti tecnici per renderla ancora più completa. Più comfort per il passeggero e un motore che regala divertimento tra le curve e praticità in città

Negli ultimi anni, la famiglia delle hypernaked di Kawasaki si è sempre più allargata, dando spazio ai giovanissimi con la Z125 (qui il nostro Bandertest) e tante attenzioni ai motociclisti più esperti con l’estrema Z-H2 (qui tutti i dati). La Casa di Akashi, però, non si è dimenticata delle medie e, a EICMA 2019, ha messo in mostra la seconda generazione della Z650. I tecnici l’hanno rinnovata fuori, per renderla più…”Z”, ma ci sono anche tanti altri nuovi dettagli che confermano la maturità di questa naked in verde. Kawasaki ci ha invitato in Spagna per toccarla con mano, per studiarla più attentamente (e senza l’ansia da Salone) e, ovviamente, per vedere come si comporta su strada!

La Kawasaki Z650 2020
La Kawasaki Z650 2020

Com’è

La Kawasaki Z650 2020 non è stata rivoluzionata, si tratta più di un restyling della generazione passata: i designer hanno applicato il concetto sugomi, l’ideogramma giapponese che significa imponenza o cattiveria. Infatti, ora basta un rapido sguardo per capire che si tratta di una Z: le novità estetiche riguardano principalmente la parte frontale, dove il grosso faro del MY19 è stato sostituito con un doppio Full LED dalle linee taglienti e più simili a quello delle sorelle della gamma. È stata rivista anche la mascherina e i fianchetti a estensione del serbatoio sono un po’ meno pronunciati in avanti e “alleggeriscono” l’anteriore allo sguardo. Nella zona posteriore, invece, non c’è stato un cambio di look, ma l’imbottitura della sella del passeggero è stata migliorata (+5 mm al centro e +10 mm ai lati) per offrire maggior comfort quando si viaggia in due. Upgrade anche a livello tecnologico, con il display da 4,3” TFT che offre tantissime informazioni, regola la luminosità automaticamente in base alla luce esterna, è personalizzabile con due colorazioni di sfondo (bianco o nero) ed è in grado di connettersi allo smartphone per ricevere e, a sua volta, trasmettere informazioni sul viaggio.

Anche per quanto riguarda il lato tecnico, gli ingegneri di Akashi non hanno voluto ribaltare il progetto, ma si sono concentrati su piccoli dettagli per offrire un prodotto ancora più efficace e al passo con i tempi. Prima di tutto, il catalizzatore sotto al motore è leggermente più voluminoso e le curve dei collettori sono più pronunciate: alla vista quasi non si nota, ma il vantaggio è che ora il bicilindrico parallelo da 649 cc è pronto normativa Euro5 (sulla carta è omolgato ancora Euro4). Inoltre, sono stati modificati i condotti tra corpo farfallato e airbox per rendere più gustosa e piena l’erogazione ai medi regimi: la potenza rimane di 68 CV a 8.000 giri/min, mentre la coppia massima di 64 Nm arriva a 6.700 giri/min. Di serie arrivano nuove gomme, le Dunlop Sportmax Roadsport2, nelle misure 120/70-17 e 160/60-17. Confermato, invece, il telaio in tubi d’acciaio, la forcella a steli tradizionali da 41 mm, il monoammortizzatore regolabile nel precarico e l’impianto frenante con dischi anteriori da 300 mm morsi da pinze a due pistoncini.

  • Potenza 68 CV
  • Coppia 64 Nm
  • Altezza sella 790 mm
  • Peso 188 kg
  • Prezzo 7.090 euro

Come va

La nuova Kawasaki Z650 non è solo più “Z” vista da fuori, ma anche quando si monta in sella. Il motore bicilindrico parallelo ha un’erogazione super lineare che, nonostante la spinta piena quando si gira la manopola destra, non strappa e non mette mai in difficoltà. A pieno gas il sound diventa cupo e coinvolgente fino al limitatore: quando i giri salgono, si sente qualche vibrazione sulle pedane, ma per nulla fastidiose. Nel misto stretto è agile e svelta, merito del peso di 188 kg e del baricentro abbastanza basso: le gomme Dunlop Sportmax Roadsport 2 forniscono un buon grip e un buon appoggio quando l’asfalto è bello caldo, mentre quando devono ancora andare in temperature si fatica a trovare il giusto feeling. La posizione di guida è confortevole e il grande spazio per le ginocchia e il sedere permette di accogliere anche i motociclisti più alti. Con la Z650, Kawasaki ha voluto fare qualcosa di più: nella gamma accessori originali è presente anche una sella rialzata di 30 mm che migliora il comfort a chi è sopra il metro e ottanta. L’impostazione di guida diventa leggermente più sportiva e permette di caricare più facilmente l’anteriore. Il nuovo cruscotto è stato posizionato sul manubrio e, nonostante sia molto “sotto” al pilota, è sempre ben leggibile: le informazioni principali balzano subito all’occhio, in entrambi i colori dello sfondo (bianco o nero), e il flash di cambiata si può regolare a proprio piacimento.

In sella alla nuova Kawasaki Z650
In sella alla nuova Kawasaki Z650

Anche in città, emergono molte qualità della Z650 2020: l’imbottitura della sella permette di guidare diverse ore senza indolenzimenti e il motore gira silenzioso, senza mai strappare. Inoltre, la leva della frizione (regolabile nella distanza come quella del freno) è veramente leggera da azionare: per darvi un metro di paragone, la si può tirare con un dito! Quando invece si incontrano dossi o buche, si percepisce una taratura delle sospensioni, e in particolare del monoammortizzatore, più indirizzata all’utilizzo sportivo. Siamo ancora molto lontani da definirla scomoda, anzi: le asperità dell’asfalto non vengono filtrate completamente, ma quando ci si vuole divertire la domenica riesce a regalare emozioni degne di una naked sportiva.

Conclusioni

Ai tecnici di Akashi sono bastati piccoli aggiornamenti per rendere la Z650 ancora più appetibile per gli appassionati, sia neo-motociclisti che più collaudati. Inoltre, è possibile richiedere anche la versione da 35 kW per chi ha la patente A2. Insomma, la Z650 è ora più affascinante e si è confermata tanto efficace in città quanto di fronte a una strada tutto curve. La moto è già disponibile: il prezzo è di 7.090 euro per la colorazione Candy Lime Green/Metallic Spark Black, mentre per la Metallic Spark Black e la Pearl Blizzard White/Metallic Spark Black si passa a 7.190 euro. Inoltre, fino al 31 marzo, la Kawasaki Z650 2020 è scontata di 300 euro: i prezzi calano rispettivamente a 6.790 euro e 6.890 euro.

Pregi e difetti

  • Erogazione lineare | Sella optional +30 mm | Funzionalità display
  • Leggere vibrazioni su pedane

Maggiori informazioni:

Moto: Kawasaki Z650 2020

Meteo: Sole, 12°

Luogo: Girona (Spagna)

Terreno: Strada

Foto: Kawasaki

Sono stati utilizzati:

Casco: X-Lite X-803 Ultra Carbon - Mastery

Giaccia: Ixon Stunter

Guanti: Ixon RS Pistol HP

Stivali: Ixon Soldier

  • giuliano canevazz, Grottaferrata (RM)

    Quel tipo di soluzione per l'impianto di scarico, con una protuberanza chiusa e allungata in avanti sotto al motore, è stata impiegata in precedenza sulla Hornet, e quindi abbandonata, perché è davvero inguardabile.

    Oggi la normativa sempre più stringente impone spesso di ricorrere ad un silenziatore aggiuntivo sotto al motore, anche in presenza di un terminale di scarico classico, ma quello sembra un tegame per cucinare il cotechino
  • giuliano canevazz, Grottaferrata (RM)

    meglio la MT 07.
    In TUTTO
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Kawasaki Z 650 (2020)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Kawasaki
  • Modello Z 650
  • Allestimento Z 650 (2020)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2019
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 7.090 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.055 mm
  • Larghezza 765 mm
  • Altezza 1.065 mm
  • Altezza minima da terra 130 mm
  • Altezza sella da terra MIN 790 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.410 mm
  • Peso a secco n.d.
  • Peso in ordine di marcia 188 Kg
  • Cilindrata 649 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri in linea
  • Disposizione cilindri trasversale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 83 mm
  • Corsa 60 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 68 cv - 50 kw - 8.000 rpm
  • Coppia 7 kgm - 64 nm - 6.700 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC 23,4 km/l
  • Capacità serbatoio carburante 16 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Traliccio, acciaio ad alta resistenza
  • Sospensione anteriore Forcella telescopica 41 mm
  • Escursione anteriore 125 mm
  • Sospensione posteriore Back-link orizzontale con regolazione del precarico molla
  • Escursione posteriore 130 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 300 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 220 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70ZR17M/C (58W)
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 160/60ZR17M/C (69W)
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Kawasaki

Nuovo: Kawasaki Z 650 (2020)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Kawasaki Z 650 (2020)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta