mostra aiuto
Accedi o registrati
Intervista

20 Anni di Moto.it, Paolo Pavesio (Yamaha): “L'appassionato vuole il motore termico”

- Il direttore marketing di Yamaha Europa guarda all’evoluzione della moto negli ultimi venti anni e racconta la sua visione del futuro: elettrico per la mobilità, termico per l’emozione

Il traguardo dei vent'anni di Moto.it è l'occasione per parlare del nostro mondo, quello della moto nelle sue mille sfaccettature, con chi lo conosce bene. Abbiamo iniziato questo giro di interviste con Carmelo Ezpeleta, Numero Uno Dorna, parlando di MotoGP e Superbike, proseguendo con Stefano Ronzoni di BMW, poi con il CEO di KTM, Stefan Pierer, l'AD di Ducati Claudio Domenicali, con Alfredo Altavilla, uno dei massimi dirigenti di FCA, con il presidente di Brembo Alberto Bombassei e con Piero Misani, Direttore della Business Unit Moto di Pirelli.

Paolo Pavesio alla Press Conference Yamaha pre EICMA

Paolo Pavesio sovraintende anche l’attività sportiva di Yamaha in tutte le categorie, dal Cross fino alla Superbike. Tante le soddisfazioni. Parlando del mercato, illustra come dal boom degli anni Novanta, quando in Italia si vendevano fino a settemila R6 nei dodici mesi, Yamaha ha ripensato alla moto con la crisi senza perdere l’emozione.
E lel 2013, il momento della ripartenza.
Il futuro sarà certamente elettrico per la mobilità urbana, ma per soddisfare la passione resterà il cuore termico della moto. La guida autonoma? L’auto segnerà la via, la moto dovrà adattarsi in qualche misura (ancora da definire); tutti i mezzi dovranno necessariamente dialogare tra loro, perché sulla strada, ricordiamocelo, non siamo soli...

 

  • TinoHonda, Colle di Val d'Elsa (SI)

    Il futuro è quello, lasciare il motore attuale per uno elettrico o comunque ad emissioni zero, però l'autonomia di questo tipo di motore attualmente è semplicemente inadatta a qualsiasi utilizzo se non cittadino. Ci vorranno decenni per vedere una moto, o un'auto, con buona autonomia sul mercato, non credo meno di 20 anni. Diverso il discorso degli scooterini 50/125/250 in città, quelli si potrebbero arrivare a breve.
  • Gaal Dornik, Modena (MO)

    Che gli appassionati vogliano il motore termico lo dice lui... A me una moto elettrica piacerebbe molto e se potessi permettermela comprerei una energika.

    Vedremo cosa offrirà il mercato nei prossimi anni.
Inserisci il tuo commento