GP di Patagonia

MX 2019. Si parte dall’Argentina. Orari TV

- La lunghissima trasferta argentina che dà il via alla stagione iridata merita di essere effettuata per la bellezza del circuito di Neuquén situato in Patagonia a pochi chilometri dal Cile che da un ulteriore spunto ad una gara già molto carica di aspettative
MX 2019. Si parte dall’Argentina. Orari TV

C’è chi ha vinto, chi non è riuscito a fare quanto nelle sue aspettative, chi si è infortunato o chi ha preso le prime gare del 2019 solo per rifinire la preparazione invernale. Il conto alla rovescia è agli sgoccioli e questo weekend si comincia a fare sul serio. Grande escluso sarà Jeffrey Herlings le cui condizioni del piede infortunato in allenamento restano un grosso punto di domanda. L’11 marzo l’olandese dovrà sottoporsi ad un ulteriore controllo.

 

Persino i vertici KTM non sanno a che santo votarsi, perché il recupero di un’articolazione così delicata è davvero un’incognita anche per un gatto delle sette vite come il campione in carica MXGP. La sua assenza non fa senz’altro piacere a nessuno, neppure al grande Tony Cairoli abituato a prendersi le sue soddisfazioni battendo i propri avversari sul campo e non a tavolino.

 

Fatto sta che, visto che gli assenti hanno sempre torto, per il nove volte iridato si prospetta un problema in meno da risolvere, anche se la sua esperienza è tale da sapere di non dover mai abbassare la guardia, anche per un pilota come lui che lo scorso anno in Patagonia salì sul secondo gradino del podio dietro a Herlings. Sì, perché, ad esempio, negli Internazionali d’Italia si sono visti un Roman Febvre meno scavezzacollo, un Tim Gajser più sicuro di sé, sempre pulito ma più redditizio nella guida, oltre ad altri pretendenti al titolo come Clement Desalle, Gautier Paulin da quest’anno in sella alla Yamaha Wilvo a fianco di Arnaud Tonus reduce da una recente caduta pesante.

 

E poi ci sono i vari Jeremy Seewer, Max Nagl, Max Anstie, neo accasato KTM Standing Construct, Arminas Jasikonis in sella alla Husqvarna IceOne con compagno di scuderia il lettone neo assunto Pauls Jonass. Insomma, un bel cast di attori che non lesinerà certo in spettacolo e che ancora una volta renderà il campionato molto appassionante.

 

E poi c’è la MX2, dove il grande Jorge Prado è chiamato a ripetersi, ma vista la sua grande superiorità con cui ha disputato lo scorso anno e di come è andato alla grande il suo debutto stagionale non è difficile aspettarsi un altro anno all’insegna del suo grande talento affinato in casa Claudio & Davide De Carli.

 

Anche nella 250 gli ospiti scomodi comunque non mancano, anzi la lista è lunga e variegata; dal sabbiaiolo tuttofare Calvin Vlaanderen al danese volante 2° una settimana fa nell’internazionale di Lacapelle Marival e nella MX2 della scorsa edizione argentina, il pilota Yamaha Wilvo Ben Watson e i due ragazzini emergenti Tom Vialle, inserito dalla Casa di Mattighofen nella propria squadra ufficiale, e il finlandese della Husqvarna ufficiale Mikkel Haarup.

ORARI TV

EUROSPORT 2

Domenica – MXGP Race 1 – 17:00 CET – Live

Domenica – MX2 Race 1 – 18:00 CET – Delayed

Domenica – MX2 Race 2 – 19:00 CET – Live

Domenica – MXGP Race 2 – 20:00 CET – Live

  • Lackey, Coggiola (BI)

    Strano, sulla programmazione Eurosport 2 ci sono solo le seconde manche in differita a partire dalle dalle 22.... Dove li avete presi gli orari?????
  • Personal Jesus, Scorze' (VE)

    non credevo che la situazione di herlings fosse così complicata, perchè questo mi fa pensare la frase "Persino i vertici KTM non sanno a che santo votarsi"
    cmq anche senza the bullet, il ns tony deve dare il 100% per il tanto agognato 10° titolo mondiale perchè gajser e febvre non vanno sottovalutati
Inserisci il tuo commento