MotoGP 2022. GP del Regno Unito a Silverstone, prima fila inaspettata, problemi per Fabio Quartararo, Pecco Bagnaia e Aleix Espargaro [VIDEO]

MotoGP 2022. GP del Regno Unito a Silverstone, prima fila inaspettata, problemi per Fabio Quartararo, Pecco Bagnaia e Aleix Espargaro [VIDEO]
Giovanni Zamagni
Johann Zarco, Maverick Vinales e Jack Miller: prima fila sorprendente. In seconda linea i tre piloti in lotta per il titolo: Fabio Quartararo, Francesco Bagnaia e Aleix Espargaro. Altri italiani: settimo Marco Bezzecchi, ottavo Enea Bastianini, 15esimo Fabio Di Giannantonio, 20esimo Franco Morbidelli, 24esimo Andrea Dovizioso
6 agosto 2022

Silverstone - È stato velocissimo per tutti i turni, ma la pole di Johann Zarco è per certi versi sorprendente, considerando anche la caduta del francese nelle FP4: evidentemente, non gli ha dato nessun fastidio. 1’57”767 è il nuovo primato della pista: quello vecchio è stato battuto da ben sei piloti.

Un’altra conferma di quanto quest’anno si vada velocissimi in MotoGP, al netto di condizioni climatiche sicuramente favorevoli. È una prima fila tutta italiana - parliamo di moto, naturalmente - con Maverick Vinales secondo e Jack Miller terzo.

Per Vinales un’altro tassello aggiunto alla sua scalata verso la vetta con l’Aprilia: mai era stato così efficace in qualifica. Vinales va fortissimo, nelle FP4 è stato quello con il passo migliore: la vittoria non è un sogno, ma una possibilità concreta. Lui ne è convinto, come racconta nel 78esimo episodio di #atuttogas, su moto.it e sulle principali piattaforme podcast a partire da domani, domenica 7 agosto, alle 9: merita di essere ascoltato, Maverick racconta un sacco di cose interessanti. E dice chiaramente: “Posso vincere con questa moto”.

Terzo Jack Miller, che in qualifica fa sempre il suo, ma sulla distanza non sembra messo così bene.

Seconda fila da mondiale

I piloti che si giocano il titolo partono dalla seconda fila, tutti con qualche problema: Fabio Quartararo è quarto e deve scontare un long lap penalty; Pecco Bagnaia è quinto e apparentemente non ha il passo per stare davanti; Aleix Espargaro è sesto ma non è al meglio delle condizioni fisiche, dopo un terrificante volo nelle FP4 (qui sotto il VIDEO).

Aleix ha perso il controllo della sua Aprilia a 185 km/h: l’impatto con l’asfalto è stato violento, ma, fortunatamente, non ha provocato rotture. Pur zoppicando vistosamente, Espargaro è tornato in sella per le Q2, per un sesto posto da applausi.

Chissà come starà domani, ma è chiaro che l’occasione di giocarsi il titolo gli darà ulteriore carica. Anche perché Quartararo dovrà effettuare il long lap penalty: è vero che qui si perde poco tempo - meno di un secondo - ma scattando dalla seconda fila, potrebbe non prendere il vantaggio sperato nei primi giri per scontare la penalizzazione al comando: se sarà dietro, è facile che perda ulteriori posizioni.

E se sarà così, il GP si potrebbe complicare. Teoricamente, quindi, quello messo meglio tra i tre sembrerebbe Bagnaia, che però nelle FP4 ha faticato tantissimo: è stato quasi nove minuti fermo al box per fare un cambiamento importante sulla sua GP22, alla ricerca di maggiore trazione. Il passo, per il momento, è lontano da quello dei migliori.

Bastianini ci mette una pezza

Costretto a passare ancora una volta dalla Q1, questa volta Enea Bastianini ha salvato la situazione, ottenendo il miglior crono nella prima sessione, per poi chiudere con l’ottavo tempo, dietro a un sempre efficace Marco Bezzecchi, anche lui passato dalla Q1.

Bastianini ha un passo più che discreto: può fare una buona gara. Solo 11esimo e 12esimo le Suzuki: sia Alex Rins sia Joan Mir hanno il potenziale per puntare in alto, ma molto dipenderà dalla partenza.

Nessuna Honda e nessuna KTM in Q2: ma mentre i piloti della RC213V sono in difficoltà anche sulla distanza, quelli della RC16, in particolare Miguel Oliveira, hanno un buon passo.

Alle 19,30 italiane, diretta per commentare la giornata di qualifiche con il pilota-collaudatore Ducati, Michele Pirro (qui il link per vedere la diretta di Zam).

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...