GP di Valencia

MotoGP 2019. Marc Márquez trionfa a Valencia

- 12ª vittoria stagionale per lo spagnolo dell'HRC, davanti a Quartararò e Miller. Quarto Dovizioso, ottavo Rossi, caduti Petrucci, Morbidelli e Iannone (all’ultimo giro), ritirato Pirro.Lorenzo chiude la sua carriera con un 13° posto. Márquez vince anche il titolo a squadre. Gara noiosa. Voto 5
MotoGP 2019. Marc Márquez trionfa a Valencia

VALENCIA - L’avvio incerto avrebbe potuto metterlo in difficoltà, ma sono bastati un paio di giri a Marc Marquez per recuperare all’errore iniziale e imporre, ancora una volta, la sua supremazia.

Marc ha impiegato otto giri per andare al comando, per superare Fabio Quartararò, scattato perfettamente dalla pole.

Poi, una volta in testa, non ha cambiato ritmo, semplicemente ha allungato decimo dopo decimo, per accumulare oltre un secondo di vantaggio, in una situazione di controllo totale. Una superiorità devastante: chissà cosa penserà suo fratello Alex di una tale supremazia.

Così, Márquez ha regalato alla Honda anche il titolo a squadre, con Jorge Lorenzo che ha portato alla causa tre punti nel suo ultimo GP: il giro di ritorno al box è stato emozionante per Jorge, salutato dalle 'tracas', i petardi spagnoli, e da tutti gli appassionati: con lui se ne va un altro campionissimo degli ultimi anni.

Bravo Miller

Il GP di Valencia ha confermato che nel 2020 Quartararò sarà grande protagonista, uno di quei piloti che lotterà sempre per le prime posizioni, come ha fatto quasi regolarmente negli ultimi anni. Fabio guida la M1 come se l’avesse costruita lui, la sfrutta alla grande: più di secondo non poteva fare.

Nel finale, anzi, ha dovuto riguardarsi dall’avvicinarsi di un Jack Miller convincente dal primo all’ultimo giro, per un podio che stride moltissimo con l’ennesima brutta, bruttissima prestazione di Danilo Petrucci, caduto a metà gara quando era decimo. Danilo, purtroppo, deve uscire da una crisi che sta assumendo contorni preoccupanti: meno male che è finita.

Quarto posto per Andrea Dovizioso: lui dovrebbe essere sempre la prima Ducati al traguardo, ma considerando le sue difficoltà a Valencia, il suo non è un risultato così negativo. La sua stagione, invece, è positiva: meglio di lui ha fatto un solo pilota. Un fenomeno.

Malissimo Rossi

Le delusioni del GP sono i due piloti Yamaha ufficiali: Maverick Viñales sembrava potesse essere grande protagonista, ma ha sbagliato la partenza e il primo giro. e il suo GP è finito lì: il sesto posto è un risultato davvero opaco.

Così come è negativa la prestazione di Valentino Rossi, ottavo solo per le cadute altrui, mai protagonista, mai veloce, mai convincente. Anche per lui si può dire: meno male che è finita.

Zarco: è andata bene

Altra delusione, Cal Crutchlow, caduto pure lui mentre era indietro.

Anche Johann Zarco è scivolato, ma la sua caduta poteva diventare drammatica: mentre camminava nella ghiaia imprecando contro il suo errore, dietro di lui è caduto Iker Lecuona: Zarco non poteva vedere cosa succedeva alle sue spalle, ed è stato 'gambizzato' dalla KTM, volando in aria dopo un colpo tremendo. Pare che non abbia niente di rotto: è andata veramente bene.

L’Aprilia ha vinto la sfida con la KTM: una piccolissima consolazione.

Tutti i segreti del Circuito Ricardo Tormo
Leggi le statistiche del GP di Valencia
Tutte le notizie in diretta nel nostro LIVE

 

La classifica della gara

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto km/h Data e ora/Distanza
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 156,8 41'21"469
2 20 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 156,8 +1"026
3 16 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 156,7 +2"409
4 13 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 156,6 +3"326
5 11 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 156,6 +3"508
6 10 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 156,3 +8"829
7 9 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 156.2 +10.622
8 8 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 155.4 +22.992
9 7 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 154.8 +32.704
10 6 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 154.8 +32.973
11 5 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 154,2 +42"795
12 4 82 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 154.0 +45"732
13 3 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 153,7 +51"044
14 2 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 152,8 +1'04"871
15 1 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 152,1 +1'16"487
Non classificato
    29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 154,8 1 Giro
    21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 156,4 9 Giri
    9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 155,6 14 Giri
    5 Johann ZARCO FRA LCR Honda IDEMITSU Honda 155,1 14 Giri
    27 Iker LECUONA SPA Red Bull KTM Tech 3 KTM 154,2 14 Giri
    35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 155,5 17 Giri
    51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 150,3 19 Giri
  • elr0ndk, Piane Crati (CS)

    Dominatore assoluto, ennesima mono-fonia del 93 che massacra tutti.
    Chapeau.
  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Per l' anno prossimo Rossi è blindato in Yamaha ufficiale e uno tra Quartararòe Vignales traballa .... spero che Rossi faccia una stagione decorosa se non addirittura che vinca il 10mo mondiale. Peggio dei canarini ci sono solo gli haters che non vedono l' ora di scagliarsi contro un idolo decaduto .... Rossi non se lo merita.
Inserisci il tuo commento