Honda vince con l’Abs!

Honda vince con l’Abs!
Maurizio Tanca
  • di Maurizio Tanca
L’australiano Karl Muggeridge ha vinto il campionato tedesco Superbike in sella alla Honda CBR1000RR Fireblade del team HRP, equipaggiata con il Combined ABS elettronico di serie
  • Maurizio Tanca
  • di Maurizio Tanca
29 settembre 2010

Il 36enne australiano Karl Muggeridge, ex-campione Mondiale della Supersport 2004 con la Honda Ten Kate, ha vinto d’autorità l’IDM Superbike Championship in sella alla Fireblade del team Holzauer Racing Promotion, cui si appoggia anche Michael Schumacher quando vuol divertirsi a correre in moto. Con un bottino di 5 vittorie, dieci podi (e 2 pole position) “Muggas” si è aggiudicato il titolo già all’ottava delle 16 gare previste, tenutasi ad Hockenheim lo scorso 19 settembre, precedendo la BMW Alpha Technik di Werner Daemen e la KTM dello stesso Bauer, che lo seguono anche nella classifica generale. Un successo netto, con il quale l’autraliano si è guadagnato un contratto di altri due anni con il forte team tedesco.


La vittoria di Muggeridge ha un significato molto particolare, perché è stata ottenuta con una CBR1000RR dotata del sistema Abs combinato gestito elettronicamente: si tratta quindi di un risultato decisamente importante sotto il profilo tecnico e della sicurezza, anche perché – almeno per quanto ci risulta – è la prima volta che una moto dotata di Abs corre e, soprattutto, vince. Con grande soddisfazione del pilota e del team, che hanno apprezzato molto il livello tecnico del dispositivo, e non solo nelle gare sul bagnato. Tanto da attribuire proprio all’evoluto sistema antibloccaggio elettronico il fatto di aver potuto vincere con grande anticipo il titolo, peraltro per la terza volta in quattro anni. Ricordiamo che Jens Holzauer, concessionario Honda di Wittemberg, è impegnato nelle competizioni da parecchi anni, sempre con il fondamentale supporto della Honda Germany.


L'intervista


Ecco di seguito lo stralcio di una interessante intervista a Karl Muggeridge, che racconta la sua esperienza in gara con la CBR dotata di Combined ABS:


Karl, quanto ti ha coinvolto il fatto di correre il campionato tedesco con la Fireblade dotata di C-ABS?
«Abbiamo avuto l’opportunità di mettere il sistema in condizioni di utilizzo estremo: è stato davvero formidabile, specialmente sul bagnato!!».


Quali differenze hai trovato guidando questa moto, rispetto a quella senza ABS?
«Quando l’ABS interviene a controllare l’aderenza, non si sente alcuna differenza di comportamento sulla leva, come invece capita in auto premendo il pedale del freno; La regolazione dei freni è assolutamente perfetta, non dà alcun feeling negativo: in pratica, ti senti assolutamente sicuro».

Quali sono I vantaggi del sistema su una moto da corsa?
«Per conto mio, i vantaggi maggiori si hanno sul bagnato. Devi avere una assoluta fiducia nel sistema elettronico, e sollecitare i freni a tuo piacimento. È davvero incredibile!».


Pensi che la tecnologia ABS abbia un futuro nelle competizioni motociclistiche?
«Si, credo che per il nostro sistema Combined ABS ci sarà un futuro sulle moto da corsa . Stiamo assistendo ai continui sviluppi, con relativi onerosi investimenti, sui sistemi di controllo di trazione, per consentire ai piloti di mettere a terra più cavalli possibile e quindi andare più forte, mentre per quando bisogna fermarsi non c’è alcun tipo di servo-assistenza. L’ABS dovrà per forza venire utilizzato, prima o poi!».


L'ABS nelle corse: la strada è aperta

Honda quindi ha fatto un importante passo avanti, nell’utilizzare con continuità in gara il suo sofisticato sistema elettronico antibloccaggio. Seguita peraltro dalla stessa BMW, che con la formidabile S1000RR ha a sua volta dominato il Mondiale Superstock, vinto dal nostro Ayrton Badovini che, a tutt’oggi, si è portato a casa ben 9 vittorie di fila. La differenza tra Honda e BMW sta però nel fatto che il sistema della Honda non è disinseribile, e comunque la Casa giapponese ha iscritto all’IDM specificatamente una CBR1000RR C-ABS, proprio per utilizzarlo in ogni condizione, battendo peraltro una BMW ufficiale. La BMW S1000RR di serie, inceve, ha l’ABS disinseribile, e in gara non l’ha utilizzato con continuità, ma solo sul bagnato, o comunque in condizioni di asfalto critico.

Entrambi i costruttori, in ogni caso, meritano assolutamente un plauso, per avere avuto il coraggio di “spingere” la presenza dei loro sofisticati sistemi ABS anche su moto supersportive: un segmento i cui utenti sono per la maggior parte poco favorevoli a questo importante supporto tecnologico, che invece riteniamo meriti assoluta attenzione – a partire dall’utilizzo stradale, chiaramente – visti gli elevati livelli di messa a punto ormai raggiunti.

 

 

Da Automoto.it

Caricamento commenti...
Cambia moto
Bmw S 1000 RR (2009 - 12)
Bmw

Bmw
Via dell'Unione Europea, 1
200097 San Donato Milanese (MI) - Italia
02 51883200
info@bmw.it
https://www.bmw-motorrad.it/

  • Prezzo 16.500 €
  • Cilindrata 999 cc
  • Potenza 193 cv
  • Peso 183 kg
  • Sella 820 mm
  • Serbatoio 18 lt
Bmw

Bmw
Via dell'Unione Europea, 1
200097 San Donato Milanese (MI) - Italia
02 51883200
info@bmw.it
https://www.bmw-motorrad.it/

Scheda tecnica Bmw S 1000 RR (2009 - 12)

Cilindrata
999 cc
Cilindri
4 in linea
Categoria
Super Sportive
Potenza
193 cv 142 kw 13.000 rpm
Peso
183 kg
Sella
820 mm
Inizio Fine produzione
2009 2012
tutti i dati

Maggiori info

Ultimi articoli su Bmw S 1000 RR (2009 - 12) e correlati