prova su strada

Husqvarna 701 Supermoto

- L’Husqvarna della nuova gestione KTM si riaffaccia sul mondo delle moto stradali con due proposte dedicate agli amanti del supermotard e dell’enduro. Il monocilindrico 690 entusiasma e il comportamento dinamico è promosso. La Supermoto vola tra le curve e in pista, ma soffre i lunghi trasferimenti
Husqvarna 701 Supermoto

Novembre 2015: se amate il marchio Husqvarna, segnatevi questa data. La storica industria motociclistica (fu fondata a nel 1903) torna a proporre moto stradali sotto la gestione di KTM AG, che ha rilevato la proprietà da BMW nel 2013. Arriveranno infatti presso i concessionari nel mese di dicembre le due novità che stiamo provando, le 701 Supermoto e 701 Enduro.
Sono moto di nicchia, è prevista una produzione annuale di 4.000 pezzi circa. Ma segnano un percorso ben preciso, che nel giro di circa cinque anni porterà la Casa austro-svedese a ricoprire un ruolo di primo piano nel mercato europeo delle due ruote. Le ambizioni dei manager Husqvarna sono toste, il target è diventare il terzo player del Vecchio Continente (alle spalle di KTM e BMW quindi).
La gamma 701 è il primo tassello, ma non dimentichiamo le concept 401 Vitpilen e 401 Svartpilen viste nel 2014 a Eicma.
Le indiscrezioni le danno in arrivo nel 2016, ma crediamo che  Husqvarna possa riservare altre sorprese anche al vicino salone di Milano.
Le Husqvarna 701 non ci devono sorprendere, la Casa ha un passato prestigioso nella velocità, che la vide protagonista nelle corse degli anni trenta anche al celebre Tourist Trophy sull'Isola di Man. Nel secondo dopo guerra estese il suo interesse alle gare di fuoristrada; qui presentò modelli innovativi, pensiamo ad esempio alla 501 del 1983, una moto a quattro tempi leggera e moderna, antesignana delle moto che ancora oggi riscuotono ampi consensi in questo segmento.
Il 2015 incorona la gestione della nuova proprietà (KTM AG), perché al di là di ogni polemica seguita alla cessione del marchio da parte di BMW, parlano i fatti. E questi ci dicono che nel 2014 sono state vendute oltre 16.300 Husqvarna nel mondo. Si tratta del record nei 113 anni di storia del brand, segno evidente che in Austria stanno lavorando molto bene.
Le Husqvarna 701 Supermoto e Enduro costano rispettivamente 9.540 e 9.280 euro franco concessionario e sono omologate per il trasporto del passeggero. Grazie alla mappa del motore specifica A2, con potenza di 30 kW, la 701 ENDURO può essere guidata dai possessori di patente A2.

Prestazioni, leggerezza e una linea che non passa inosservata: sono gli ingredienti della 701 Supermoto
Prestazioni, leggerezza e una linea che non passa inosservata: sono gli ingredienti della 701 Supermoto

Motore mono strapotente e poco peso

E’ questa la ricetta delle 701. Il loro motore monocilindrico 4 tempi di 690 cc sviluppa 67 cavalli e pesa solo 43 kg. Già questi numeri vi ricordano qualcosa, vero? Le nuove Husqvarna condividono infatti la piattaforma di telaio e di motore delle KTM 690 Enduro e SMC. Rispetto a queste cambiano diversi dettagli. In primis, com’è ovvio, l’estetica, che non si limita certo alla livrea e agli adesivi. Sono inedite tutte le plastiche e i fanali (quello posteriore è a led e ha una foggia quadrata davvero minimal). Lo scarico è dedicato e la sella dà un’ergonomia parecchio diversa. Prima di tutto è gigantesca e va dal tappo del serbatoio (posteriore, da 13 litri) sino ai fianchi del radiatore. E poi ha una consistenza favolosa, è morbida senza essere cedevole e filtra le vibrazioni in modo lodevole.

Il mono 690 (102x84 mm) dispone di 67 cavalli a 7.500 giri e di una coppia pari a 67 Nm a 6.000. L’acceleratore ha il comando ride by wire, che governa l’iniettore da 46 mm della Keihin. Il pilota può selezionare le tre mappe (standard, soft e advanced), agendo sullo spinotto posto sotto la sella.
Come anticipato, la benzina è contenuta nel telaio posteriore in materiale plastico, che ha una funzione portante. L’airbox si trova quindi sopra il motore, in una zona riparata e pulita. Il motore LC4 dispone del contralbero antivibrazioni nel basamento. Non si tratta quindi del monocilindrico destinato alla KTM 690 Duke 2016, che infatti non sarà impiegato neanche sulle altre 690 (Enduro e SMC) del costruttore austriaco.
I tagliandi sono previsti ogni 10.000 km. Per la versione Enduro arriveranno presto un cupolino alto e un serbatoio aggiuntivo anteriore da 7 litri, che faranno di lei una piccola advnture adatta alle piste desertiche del Nord Africa. Il cambio ha sei rapporti e la frizione con comando idraulico Magura è dotata di antisaltellamento APTC.
 

La Supermoto ha un impianto Brembo dedicato; la pinza radiale ha 4 pistoncini, che azzannano il disco flottante da 320 mm
La Supermoto ha un impianto Brembo dedicato; la pinza radiale ha 4 pistoncini, che azzannano il disco flottante da 320 mm

Telaio a traliccio e sospensioni da corsa

Le Husqvarna 701 sono moto destinate all’utilizzo stradale, ma sanno anche divertire in pista (la Supermoto) e in fuoristrada, persino se impegnativo (la Enduro). Per farlo sono state equipaggiate dalla nascita con un solido telaio in acciaio al cromo-molibdeno e con sospensioni di grande qualità (interamente regolabili). Il fornitore è WP, marchio che appartiene al gruppo KTM.  
Il telaio pesa 8,4 kg ed è vincolato al forcellone in alluminio che ferma l’ago della bilancia a 3,9 kg. Entrambe le versioni sono dotate di ABS Bosch 9.1 MP, che prevede anche la funzione Enduro e Supermoto, che lascia il sistema attivo sull’anteriore e disattivo dietro. L’ABS è in ogni caso anche disinseribile completamente.
 

La Supermoto nasce per la strada, ma in pista è davvero a suo agio
La Supermoto nasce per la strada, ma in pista è davvero a suo agio

 

Husqvarna 701 Enduro e Supermoto: cosa c’è di diverso?

Le due versioni hanno in comune il motore, il telaio e le sovrastrutture. Sono diverse le ruote e le sospensioni. La Enduro impiega cerchi neri DID (con camera d’aria) a raggi da 21 e 18 pollici, con pneumatici Continental TKC 80 (90/90-21 davanti e 140/80-18 dietro). L’impianto Brembo conta su una pinza flottante a doppio pistoncino per il disco wave flottante da 300 mm anteriore e una pinza fissa a pistoncino singolo per il disco da 240 mm posteriore. La 701 Enduro riceve da WP la forcella a steli rovesciati a cartuccia chiusa, denominata 4CS. È dotata di quattro camere separate ed è specifica per questo modello. Al pari del mono-ammortizzatore dotato di leveraggio, ha 275 mm di escursione, un valore vicino a quello delle moto da enduro destinate alle gare. Le piastre della forcella sono lavorate CNC e anodizzate nere. Il manubrio è fissato su riser con tamponi in gomma sia su Supermoto che Enduro, ma lo smorzamento delle vibrazioni  – come vedremo – è molto diverso tra le due. La 701 Supermoto ha una forcella WP a steli rovesciati con 215 mm di escursione e prevede le regolazioni di compressione e ritorno separate sui due foderi. Il mono-ammortizzatore WP 4618 regala un’escursione alla ruota posteriore di 250 mm ed è anch’esso completamente regolabile. Le ruote Giant a raggi tubeless, anodizzate nere, misurano 17 pollici e impiegano pneumatici Continental ContiAttack Supermoto (120/70 e 160/60 all’anteriore e al posteriore). La Supermoto ha un impianto Brembo dedicato; la pinza radiale ha 4 pistoncini, che azzannano il disco flottante da 320 mm, mentre dietro c’è un disco flottante da 240.

La nostra prova su strada: Husqvarna 701 Supermoto

Volete una moto agile in città come una 125, che sia anche facile e tremendamente efficace tra le curve? La risposta potrebbe essere proprio la Supermoto 701. Non ci sono altre moto in commercio altrettanto leggere (145 kg) e potenti (67 cavalli), se si escludono le KTM dotate dello stesso motore 690. La sellona multicolor della 701 svolge egregiamente il suo lavoro, dona ampia libertà di movimento e ha il pregio di filtrare tutte le vibrazioni del potente propulsore monocilindrico. I comandi sono molto morbidi e anche il cambio è spaziato correttamente e rapido negli innesti; soltanto il passaggio dalla quinta alla sesta porta a qualche sfollata, se non si è decisi con la leva. La strumentazione è leggibile, ma un po’ troppo striminzita. Su una moto stradale con questo prezzo avremmo gradito la presenza del contagiri.
Il motore ha un gran bel sound di scarico e si fa apprezzare anche per la ridotta rumorosità meccanica. Le vibrazioni ci sono, ma non risultano fastidiose, se non dopo parecchi chilometri di autostrada a velocità costante. Sulla sella sono praticamente assenti e sul manubrio risultano ridotte, rispetto alla Enduro 701 c’è un bel vantaggio legato ai diversi silent block impiegati sulle piastre di sterzo.

Solo 67 cavalli? Con soli 145 chili bastano e avanzano
Solo 67 cavalli? Con soli 145 chili bastano e avanzano


La Supermoto è rapidissima nello scendere in piega e ha un’aderenza pazzesca. La ciclistica sana infonde tanta fiducia persino sull’asfalto bagnato, mentre sull’asciutto è quasi impossibile toccare i limiti di tenuta della 701. Per lo meno sulle pubbliche strade. In pista le cose cambiano decisamente. La Supermoto ha freni e sospensioni che consentono di martellare giri su giri senza il minimo affaticamento. E in kartodromo il grande mono è davvero esagerato. Ai medi spara della curve stile palla di cannone e regala wheeling esagerati con una facilità imbarazzante. Il motore non finisce mai e ha un allungo importante.

L’assetto è un connubio azzeccato tra impiego stradale sportivo e guida in pista, al punto che la 701 può a ragione essere considerata una delle moto di media cilindrata più efficaci nella guida sportiva stradale. Nel nostro test si è dimostrata anche maledettamente veloce e rapidissima nel superare i 185 km/h indicati (in pista). 

L’ABS in modalità Supermoto si rivela una manna dal cielo: evita il bloccaggio della ruota davanti, ma lascia quella dietro libera di spazzolare senza ritegno. Proprio come una vera Supermoto.


Pregi
Guida entusiasmante | Qualità costruttiva | Frenata con ABS Supermoto

Difetti
Strumentazione scarna | Qualche sfollata tra quinta e sesta

 

Maggiori info

Moto: Husqvarna 701 Supermoto
Luogo: Faro (Portogallo)
Meteo: 24 °, variabileTerreno: strade statali e kartodromo
Foto: Marco Campelli, Sebas Romero

Abbigliamento usato

Casco Acerbis
Giacca Dainese
Guanti Dainese
Scarpe Dainese

  • guidodapazzi, Roma (RM)

    forse sarebbe stato più onesto dire che è il Kappone riverniciato...

    secondo me, che ho avuto il 690 enduro, ha il grande difetto di essere vuota ai bassi. il bello del mono è aprire a 1.500 giri e sentire la botta...
    questa moto va letta come un piccolo bicilindrico, con allungo discreto e poca schiena. peccato.
  • luckymails, Milano (MI)

    io me la sono regalata per il mio 45esimo compleanno,sara'che son di parte ma secondo me è una delle moto migliori attualmente sul mercato,tra le motard sicuramente la numero uno....!
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Husqvarna 701 Supermoto (2016)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Husqvarna
  • Modello 701
  • Allestimento 701 Supermoto (2016)
  • Categoria Supermotard
  • Inizio produzione 2015
  • Fine produzione 2016
  • Prezzo da 9.540 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza n.d.
  • Larghezza n.d.
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra 270 mm
  • Altezza sella da terra MIN 890 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.480 mm
  • Peso a secco 145 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 690 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri n.d.
  • Disposizione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 102 mm
  • Corsa 84,5 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione monoalbero
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 3
  • Potenza 67 cv - 49 kw - 7.000 rpm
  • Coppia 67 nm - 6.500 rpm
  • Emissioni Euro 3
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 14 lt
  • Capacità riserva carburante 2,5 lt
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Tubolare a traliccio in acciaio al cromo-molibdeno, verniciato a polvere
  • Sospensione anteriore WP Suspension a steli rovesciati da 48 mm
  • Escursione anteriore 215 mm
  • Sospensione posteriore Forcellone in alluminio WP monoammortizzatore con leveraggio Pro-Lever
  • Escursione posteriore 250 mm
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 240 mm
  • ABS
  • Tipo ruote raggi
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70/17"
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 160/60/17"
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Husqvarna

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta