Attualità

KTM va a produrre in Cina. E la cinese CFMoto in India

- Mentre KTM annuncia lo spostamento di parte della produzione da Mattighofen alla Cina, grazie alla joint venture con la locale CFMoto, quest’ultima aprirà un nuovo impianto produttivo in India
KTM va a produrre in Cina. E la cinese CFMoto in India

E’ la globalizzazione bellezza. Non lo si scopre da oggi e chi si stupisce è in ritardo su cambiamenti ormai irreversibili. Si va a produrre dove i costi sono inferiori, ma lo si fa anche per aggirare i dazi, superare restrizioni di vario genere e per essere competitivi in certe aree del mondo.

Fra le industrie motociclistiche sono state proprio le giapponesi, Honda in testa, a impiantare per prime nuovi stabilimenti all’estero, mentre fra le case europee è stata probabilmente KTM la più efficace a stringere accordi internazionali a partire dall’ingresso nel suo azionariato di Bajaj Auto.
La casa indiana è diventata partner industriale oltre che societario e a Pune sono costruite le stradali RC e Duke fino a 390 cc oltre che alle Husqvarna stradali di medesima cilindrata.

La posa della prima pietra a Hangzhou
La posa della prima pietra a Hangzhou

Con CFMoto, che appartiene a un importante gruppo cinese, la marca austriaca ha stretto un accordo già nel 2014 per la produzione nella fabbrica di Hangzhou delle KTM Duke 125, 200 e 390 marchiate KTM R2R da vendere in Cina.
La nuova joint venture fra le due case risale invece al 2017 e ha previsto anche l’edificazione di un nuovo stabilimento produttivo a Hangzhou, a 200 km da Shanghai. La prima pietra è stata posata nel 2018 e la fabbrica sarà operativa nel giugno 2020. Avrà una capacità iniziale di 50.000 moto l’anno ma potrà aumentare di molto questo numero.

Da Mattighofen a Hangzhou sarà quindi spostata la produzione di tutte le bicilindriche 790 e 890 di KTM e Husqvarna, moto poi destinate a Europa, USA, Australia e regione ASEAN, mentre in America Latina e India le moto arriveranno come CKD e lì assemblate. In Cina saranno realizzate anche le prossime novità costruite sulle piattaforme 790 e 890.

La CLX 700 di CFMoto
La CLX 700 di CFMoto

In Austria resteranno quindi le produzioni delle fuoristrada professionali e dei modelli di cilindrata maggiore e con motore bicilindrico a V. Moto a valore aggiunto superiore e che dovrebbero essere incremente nella futura gamma.

CFMoto non si limiterà a costruire per KTM, perché la joint-venture le consentirà di espandere la propria produzione verso cilindrate maggiori e con modelli adatti all’export nei mercati occidentali come ad esempio la recente CLX 700 vista a Eicma.

Parallelamente, CFMoto sta espandendo l’attività produttiva all’estero. Ci sono voci che anticipano il programma di costruzione di una fabbrica CFMoto in India, nei distretti di Bangalore o di Pune (dove c’è anche Bajaj-KTM), per esportare la produzione di modelli 150 e 300 (la 300NK è una concorrente della Duke 390). Dalla Cina arriveranno motori e telai, ma CFMoto ha detto che entro il 2021 conta di utilizzare il 50% di componenti costruiti in India.
Oltre che dedicate al mercato indiano, le CFMoto che saranno lì costruite saranno esportate in Nepal e probabilmente Africa.
Non l’area asiatica meridionale (come Thailandia, Malesia e Singapore) dove continueranno ad arrivare le CFMoto made in China.

Anche nel settore motociclistico, semmai servissero altre conferme, la delocalizzazione è insomma sempre più globale.

  • Paolo2009_3790571, Monselice (PD)

    sarò troppo autarchico?
    volevo una moto ITALIANA, ho preso una Moto Guzzi.
    mia moglie ha cambiato lo scooter, aveva un Malagutti, e lo voleva italiano.
    siamo andati a vedere un Piaggio Liberty, per poi scoprire che lo producono in Vietnam,
    allora abbiamo preso un Honda SH, che invece è prodotto in Italia.
    'sti giapponesi della Honda, devono essere proprio dei pirlotti per delocalizzare in Italia, vero? ha ha ha
  • KTM1290, Ancona (AN)

    Ci credo molto poco alla qualità orientale .
    Un esempio è Moto guzzi produce la v85 tt interamente in Italia , la qualità che si percepisce a vista è ottima .
    Andrebbe premiata e mi sa che la prossima sarà una tt .
    Mi sto stufando di queste "scatole" cinesi adottate per rincorrere il massimo profitto , trasferendo il sapere ingegneristico a chi non ha fatto sforzi per arrivare .
    Copiano tutto di tutto dagli europei , anche i giapponesi prima dei cinesi .
    Ricordate la Toyota celica ?
    Non era altro che una Lancia Delta , copiarono persino la posizione dei perni .
    La honda nc 750 bicilindrica da cui hanno buttato fuori la integra , xadv è frutto dell'idea strappata ad Aprilia con la mana' ( cambio automatico , bicilindrico, casco nel serbatoio etc...
    Insomma potrei continuare ma non voglio annoiare nessuno ...
    Come reagire a questo scempio di aziende soprattutto Italiane ?
    Copiare da chi copia migliorando il prodotto.
    (A parte i ktm gs che ho avuto negli anni 90 , un sadv 1290 r ed attualmente adv 1090 r con ktm chiudo definitivamente )
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

KTM 890 Duke R (2020)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca KTM
  • Modello 890 Duke
  • Allestimento 890 Duke R (2020)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2019
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 11.900 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza n.d.
  • Larghezza n.d.
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra 206 mm
  • Altezza sella da terra MIN 834 mm
  • Altezza sella da terra MAX 840 mm
  • Interasse n.d.
  • Peso a secco 166 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 890 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri in linea
  • Disposizione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 90,7 mm
  • Corsa 68,8 mm
  • Frizione automatica
  • Numero valvole n.d.
  • Distribuzione n.d.
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 121 cv - 89 kw -
  • Coppia 10 kgm - 99 nm -
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata n.d.
  • Tipologia cambio n.d.
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia n.d.
  • Consumo medio VMTC 21 km/l
  • Capacità serbatoio carburante n.d.
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Telaio in acciaio al cromo-molibdeno con il motore come elemento sollecitato, verniciato a polvere
  • Sospensione anteriore Forcelle WP APEX completamente regolabili con molle lineari
  • Escursione anteriore 140 mm
  • Sospensione posteriore Un ammortizzatore WP APEX completamente regolabile gestisce il posteriore della moto.
  • Escursione posteriore 150 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 240 mm
  • ABS
  • Tipo ruote raggi
  • Misura cerchio anteriore n.d.
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR17 MICHELIN Powercup II
  • Misura cerchio posteriore n.d.
  • Pneumatico posteriore 180/55 ZR17 MICHELIN Powercup II
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
KTM
  • Sportmotorcycle Italia S.R.L. Via Spallanzani 16/A
    24061 Albano Sant'Alessandro (BG) - Italia
      http://www.ktm.com/it/

Nuovo: KTM 890 Duke R (2020)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: KTM 890 Duke R (2020)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta