Attualità

Furti in Italia. Moto e scooter rubati: quali, quanti e dove

- Quali sono le moto e gli scooter più rubati? Quanti e dove ne spariscono? E quanti se ne ritrovano? Honda SH e CBR sono in testa ai furti. Lazio e Campania le regioni più colpite. Un mezzo rubato su tre viene ritrovato
Furti in Italia. Moto e scooter rubati: quali, quanti e dove

I furti di moto e scooter continuano a colpire duramente. Nel triennio 2010-2012, l'ultimo periodo del quale ci è stato è possibile avere i dati ufficiali, il totale dei furti delle due ruote a motore denunciati è stato pari a 124.678 unità. Parliamo di motocicli, quindi di moto e scooter immatricolati, in questa statistica sono esclusi i ciclomotori.
Si è passati da 39.445 furti nel 2010, a 42.704 nel 2011 e a 42.538 nel 2012. Nello stesso periodo le nuove immatricolazioni sono state rispettivamente 307.103, 255.102 e 206.522. Cioè mentre calavano decisamente le vendite, i furti crescevano. Naturalmente i furti riguardano il parco circolante, e quello è rimasto stabile attorno agli 6,5 milioni (da questo conteggio fatto dall'ACI - sulla base delle tasse di possesso pagate - sono esclusi i ciclomotori che sono altri 2 milioni circa), ma sappiamo che solitamente sono i mezzi più recenti quelli preferiti dai ladri per il loro valore superiore.



Non tutto il mondo è paese


Come sempre accade quando si analizzano i fenomeni italiani, che siano i consumi o altri aspetti sociali, le differenze per aree geografiche sono importanti. Il caso delle moto e degli scooter rubati non è un'eccezione alla regola. La regione più colpita è il Lazio (31.104 mezzi trafugati nel triennio, ovvero il 25% del totale nazionale), seguita da Sicilia (18.910), Lombardia (19.431), Campania (18.625), Liguria (8.694) e Toscana (5.620). Abbiamo preferito trattare il triennio, invece della singola annata, per allargare il periodo oltre al classico anno e avere un andamento più affidabile ai fini statistici. Ad ogni modo nella tabella qui sotto trovate anche i dati separati dei tre anni per maggiore chiarezza.



I furti di moto e scooter oltre 50 cc in Italia

Regioni Furti 2010  Furti 2011  Furti 2012  Totale 
Lazio 10.575 10.875 9.654 31.104
Sicilia 6.076 6.452 6.382 18.910
Lombardia 5.677 6.961 6.793 19.431
Campania 5.701 5.974 6.950 18.625
Liguria 2.461 3.158 3.075 8.694
Toscana 1.780 1.851 1.989 5.620
Puglia 1.956 1.603 1.680 5.239
Emilia Romagna 1.366 1.810 1.947 5.123
Piemonte 1.328 1.393 1.239 3.960
Veneto 516 624 681 1.821
Calabria 540 429 571 1.540
Sardegna 471 531 510 1.512
Friuli Venezia Giulia  302 334 271 907
Abruzzo 314 265 271 850
Marche 175 210 278 663
Umbria 83 96 133 312
Trentino Alto Adige  74 83 55 212
Molise 23 19 28 70
Basilicata 21 24 10 55
Valle d'Aosta 6 12 21 39

 

 

Furti in rapporto al circolante
Furti in rapporto al circolante

Il bottino è nel parco circolante


Se alla graduatoria dei furti per regione si incrocia il dato relativo al parco circolante, cioè alla quantità di mezzi potenzialmente rubabili nell'area presa in esame, si scoprono altre cose che differenziano ulteriormente l'Italia. Ad esempio la Lombardia aveva a fine 2012 un parco circolante di 991.753 due ruote a motore, sempre escludendo i ciclomotori. Quindi i mezzi rubati nel triennio 2010-2012 hanno rappresentato il 2% circa del circolante (nel solo 2012 è stato dello 0,68%). Questo rapporto, sempre su base del triennio 2010-2012, sale al 4,4% nel Lazio; seguono la Campania con il 3,3%, la Sicilia con il 3% circa e con il 2,3% la Liguria. La media nazionale tra furti e parco circolante è pari all'1,9%. Partendo dal fondo della classica, in questo caso si tratta delle posizioni migliori, nel triennio 2010-2012 è stato rubato lo 0,21% sul totale circolante di moto e scooter in Trentino Alto Adige, lo 0,25% in Molise e Valle D'Aosta, lo 0,9% in Piemonte, l'1% in Toscana, l'1,1% in Calabria e l'1,3% in Sardegna.
 

Se la cavano meglio i proprietari di automobili


Se facciamo un paragone con quanto avviene nel caso dei furti di automobili, si ha conferma che le regioni più colpite sono ancora una volta il Lazio e la Campania. Nel 2013 sono state rubate in quelle regioni 22.268 e 19.525 automobili rispettivamente. Seguono la Sicilia con 16.271 e la Lombardia con 14.998 vetture.
Le macchine rubate in Italia nel 2013 sono state 112.000 circa, a fronte di una parco circolante di quasi 37 milioni di vetture, quindi con un rapporto dello 0,3% contro quello delle 0,6% (in questo caso riferito al 2012) delle due ruote. Come dire che in Italia vengono rubate il doppio delle moto rispetto alle auto.
 

Numero furti in raporto al parco circolante, periodo 2010 - 2012


       
Regioni Tot. furti   Parco circolante   Circolante / Furti
Lazio 31.104 695.537 4,47%
Campania 18.625 567.626 3,28%
Sicilia 18.910 641.453 2,95%
Liguria 8.694 371.094 2,34%
Lombardia 19.431 991.753 1,96%
Puglia 5.239 293.240 1,79%
Sardegna 1.512 118.382 1,28%
Calabria 1.540 141.345 1,09%
Toscana 5.620 531.654 1,06%
Emilia Romagna 5.123 504.095 1,02%
Piemonte 3.960 425.213 0,93%
Friuli Venezia Giulia   907 133.782 0,68%
Abruzzo 850 142.578 0,60%
Veneto 1.821 453.552 0,40%
Umbria 312 92.665 0,34%
Marche 663 197.682 0,34%
Valle d'Aosta 39 15.676 0,25%
Molise 70 28.226 0,25%
Trentino Alto Adige 212 98.826 0,21%
Basilicata 55 35.641 0,15%
Totale 124.687 6.480.020 1,92%

Motocicli ritrovati dopo il furto in Italia, periodo 2012-2012
Motocicli ritrovati dopo il furto in Italia, periodo 2012-2012

Non tutto va perso


Una parte degli scooter e delle moto rubate viene fortunatamente ritrovata, anche se quasi sempre i danni ai veicoli non mancano. In questo finale positivo della disavventura non tutte le regioni ottengono lo stesso risultato. Nel triennio che è stato preso in esame la media nazionale ha visto un mezzo ritrovato ogni tre fatti sparire, esattamente il 33,6%. I maggiori recuperi sono avvenuti in Liguria (il 59%, vale a dire che sei veicoli rubati su dieci sono stati alla fine recuperati), poi la Toscana con il 56%, il Trentino Alto Adige con il 52%, l'Umbria e il Friuli Venezia Giulia con il 50% circa. Il Trentino Alto Adige si conferma così il posto più sicuro per i possessori di due ruote, dopo essere la regione con meno sparizioni (fa meglio la Basilicata ma con volumi interessati inferiori) e anche quella che vede recuperati un motociclo su due.

Controlli su uno scooter rubato
Controlli su uno scooter rubato

Il Lazio è al primo posto per il numero di furti ma anche, in cifre assolute se non in percentuale, per numero di mezzi ritrovati: 8.076 recuperarti contro 31.104 rubati, sempre nel triennio, ovvero il ritrovamento è stato pari al 26% delle sparizioni. Un rapporto che è del 32% in Sicilia e del 29% scarso in Lombardia, che sono le regioni che seguono il Lazio per numero di veicoli rubati. Fanalino di coda fra i recuperi, in percentuale, è la Basilicata con appena il 20%, ma nel solo 2012 sono state recuperate sette delle dieci moto rubate (cifra totale nell'intero anno). E' chiaro che con numeri così modesti basta poco per stravolgere i rapporti percentuali.

Facendo ancora una volta una digressione nel mondo dell'auto, si scopre che i recuperi in rapporto ai furti sono stati del 41% nel corso 2013. La regione messa peggio in fatto di ritrovamenti è la Campania: soltanto il 28% delle auto rubate è stata recuperata. Segue il Lazio con una quota del 27%. In Emilia Romagna e in Veneto i recuperi sono stati invece del 75%.


Motocicli ritrovati, dove e quanti in rapporto ai furti. Periodo 2010-2012



Regioni Furti Ritrovati  Rinvenuti/Rubati
Lazio 31.104 8.076 25,96%
Sicilia 18.910 6.070 32,10%
Lombardia 19.431 5.605 28,85%
Campania 18.625 5.267 28,28%
Liguria 8.694 5.139 59,11%
Toscana 5.620 3.169 56,39%
Puglia 5.239 2.230 42,57%
Emilia Romagna 5.123 2.057 40,15%
Piemonte 3.960 1.052 26,57%
Veneto 1.821 772 42,39%
Calabria 1.540 602 39,09%
Sardegna 1.512 498 32,94%
Friuli Venezia Giulia 907 454 50,06%
Abruzzo 850 352 41,41%
Marche 663 307 46,30%
Umbria 312 158 50,64%
Trentino Alto Adige 212 111 52,36%
Molise 70 18 25,71%
Basilicata 55 11 20,00%
Valle d'Aosta 39 10 25,64%

 



Gli scooter che spariscono di più sono gli SH Honda


La Top Ten degli scooter preferiti dai ladri, sempre nel periodo 2010-1012, è guidata com'era prevedibile dalla serie SH Honda (125, 150 e 300) con un valore che sfiora il 30% del totale. Non potrebbe essere altrimenti visto che questo terzetto guida nel periodo preso in esame anche la classifica delle immatricolazioni (che sono state oltre 22.000 nel solo 2012) e che lo stesso successo nelle vendite avviene con più o meno regolarità da una decina d'anni almeno. Quindi di SH in giro ce ne sono effettivamente moltissimi e anche la caccia la ricambio economico ha la sua incidenza nella scelta che compiono i ladri.

Il terzetto Honda è inseguito a distanza dal maxi scooter Yamaha T-Max, un altro scooter di grande successo commerciale dal 2004 a oggi e che accusa una quota del 10% di presenza fra i furti della categoria. Che è poi la stessa incidenza che conosce anche la Vespa, ma in questo caso si tratta di una famiglia poiché ci sono più modelli indicati con lo stesso nome, comprese le vecchie PX.
Giù dal podio degli scooter più rubati ci sono le famiglie – perché anche in questo caso di più modelli si stratta – Piaggio Liberty, Aprilia Scarabeo, Piaggio Beverly, Yamaha Majesty e Suzuki Burgman.
Fra i modelli più rubati quello che più raramente viene recuperato è il T-Max, circa uno su quattro, mentre quasi la metà degli Aprilia Scarabeo e dei Kymco People spariti viene alla fine ritrovato.


Gli scooter più rubati e quanti ne sono stati ritrovati, periodo 2010-2012 



Modello Rubati  Ritrovati  Ritrovati/Rubati %  Immatricolati
Honda SH 27.782 8.830 31,78% 83.339
Yamaha T-Max 6.352 1.560 24,56% 25.625
Vespa 6.265 2.109 33,66% 41.297
Piaggio Liberty 4.417 1.660 37,58% 44.315
Aprilia Scarabeo 4.154 1.869 44,99% 20.349
Piaggio Beverly 4.057 1.446 35,64% 42.080
Yamaha Majesty 3.428 1.134 33,08% 7.439
Suzuki Burgman   2.908 939 32,29% 11.561
Kymco People 2.094 1.071 51,15% 14.880




E queste sono le moto preferite dai ladri


Nella categoria delle moto i ritrovamenti sono il 27% dei furti, peggio di quanto avviene per gli scooter e per le automobili come abbiamo visto. A essere preferite dai ladri sono le super sportive, le moto che sono anche quelle meno ritrovate dopo le denunce di furto e che alimentano il mercato dei ricambi. In testa a questo segmento ci sono le sportive di Honda, Yamaha e Suzuki, mentre fra i modelli singoli ci sono Suzuki GSX-R 600, Yamaha R1 e Honda CBR 600.

La top ten delle moto prese di mira dai ladri è falsata dalla presenza di sigle che sono comuni a modelli di cilindrata, e valore commerciale, differenti.
E' il caso ad esempio della Honda CBR che guida la classifica con il 10% delle sparizioni. Com'è noto con con questa sigla ci sono modelli che vanno dai 125 ai 1.000 cc e inoltre le Honda CBR circolano sulle strade italiane dal lontano 1987. Al secondo posto troviamo un'altra famiglia, quella delle YZF Yamaha: 125, 600 e 1.000. Al terzo il tris di Suzuki GSX-R: 600, 750 e 1.000. La Honda Hornet, che segue in classifica, anche in questo caso unisce i modelli 600 e 1000, oltre a qualche vecchia 900. Va detto che la Hornet è stata la naked più venduta per diversi anni e che circola dall'inizio degli anni 2000: vale il 5% circa dei furti di moto.
Se le moto meno ritrovate sono le Suzuki GSX-R, meno del 12% di quelle rubate, va meglio per i possessori delle Honda Transalp. Per il 45 per cento di loro almeno, cioè quelli che tornano in possesso della bicilindrica.
Fra le moto meno rubate in assoluto c'è la BMW R 1200GS, che è sì al sesto posto della classifica, ma che è anche largamente la più venduta dal 2004 a oggi: questo la porta quasi in fondo alla classifica, assieme ad altre BMW boxer e alle Harley-Davidson.


Le moto più rubate e quante ne sono state ritrovate, periodo 2010-2012

Modello Rubate  Ritrovate  Ritrovate/Rubate %  Immatricolate
Honda CBR 1.772 272 15,35% 3.576
Yamaha YZF 1.522 225 14,78% 4.217
Suzuki GSX-R 1.091 129 11,82% nd
Honda Hornet 989 256 25,88% 5.387
Kawasaki Z 750 948 160 16,88% 6.457
Ducati Monster 803 228 28,39% 6.030
BMW R 1200GS 750 146 19,47% 15.080
Kawasaki Ninja 722 105 14,54% nd
Yamaha XT 657 220 33,49% 3.056
Triumph Speed T.   653 189 28,94% 1.599
Honda Transalp 633 283 44,71% 4.556

 

  • Daragona

    Furti

    Gentilissimi di Moto.it,
    sarebbe possibile sapere la fonte dei vostri dati? Starei considerando di inserire alcune informazioni che avete sviluppato in un report, ma ho bisogno di sapere da dove vengono i dati.

    Cordialmente,
    FDA
    ****************Si tratta di dati elaborati su statistiche ufficiali
  • marco.visentin4463, Ton (TN)

    quindi in media il 2%

    ovvero chi compra una moto oggi oltre a tutti i costi e i rischi che gia conosce deve mettere in conto anche 2 possibilità su 100 che gli venga rubata. ma siccome la percentuale non è poi cosi alta avanti col mare nostrum.
Inserisci il tuo commento