Mercato mondo

Ducati, è record di vendite e si scusa per i ritardi. La Multistrada V4 è top seller

- Con quasi 60.000 moto consegnate nel mondo nel 2021, Ducati ottiene il suo massimo storico. La Multistrada V4 sfiora le 10.000 unità e gli USA ritornano il primo mercato mondiale. Le catene di fornitura hanno accusato ritardi e per questo ci sono le scuse agli appassionati
Ducati, è record di vendite e si scusa per i ritardi. La Multistrada V4 è top seller

La ripresa globale e l'arrivo della novità Multistrada V4 hanno fatto bene alle vendite mondiali di Ducati. La Casa di Borgo Panigale ha diffuso oggi, fra le prime marche, i suoi risultati di vendita dell'anno 2021 e sono numeri ottimi.

Le consegne ai clienti nel mondo hanno raggiunto infatti le 59.447 moto ed è il record storico della marca. Significa un guadagno del 24% del 2020, quando Ducati patì un calo del 9,8% per effetto della crisi generale delle vendite innescate dalla pandemia che pesò per un -18% nei volumi mondiali.

Le quasi 60.000 moto del 2021 rappresentano anche un incremento del 12% sul 2019 e ricordiamo che il precedente primato di vendite risaliva al 2017 quando le consegne raggiunsero le 55.971 unità.

La nuova V4 ha fatto breccia

Dicevamo all'inizio della Multistrada V4, la novità dell'anno che è stata molto apprezzata a livello mondiale (è stata ad esempio la prima Ducati in Italia e in Germania), tanto da risultare la bolognese più venduta con 9.957 esemplari.

Al secondo posto per importanza si è imposta la famiglia dei modelli Scrambler (9.059 unità), seguita dalla serie Monster con 8.734 moto.

La crescita Ducati ha interessato un po' tutti i principali mercati. Gli Stati Uniti, grazie a un notevole +32%, sono ritornati a essere il primo mercato con 9.007 Ducati consegnate. L'Italia è così arretrata in seconda posizione, con 8.707 moto e un +23% sul 2020. Terza è stata la Germania, altro storico mercato per le moto di Bologna, con 6.107 esemplari venduti e un +11%.
In espansione anche altri Paesi quali Cina (4.901 moto e +21%), Francia (4.352 e +12%) e Regno Unito con 2.941 moto e un deciso +30%.

Le prospettive per il 2022 sono valutate positivamente a Borgo Panigale, con le variabili di logistica e forniture, grazie all'introduzione di nove novità - fra anteprime e aggiornamenti -, fra le quali spicca l'inedita DesertX.

“Il 2021 è stato un anno magico per Ducati – ha commentato il CEO Claudio Domenicali -. Abbiamo consegnato oltre 59.000 moto, numero mai raggiunto in 95 anni di storia dell’azienda, abbiamo vinto per il secondo anno consecutivo il titolo di Campione del mondo costruttori MotoGP e abbiamo dato inizio all’era elettrica della nostra azienda con il prototipo V21L, che anticipa la moto che correrà nel campionato MotoE dal 2023. La pandemia tutt’ora in corso, oltre a generare tanta sofferenza, ha anche reso più complesse molte attività, costringendoci a continue riorganizzazioni interne. Le catene di fornitura hanno creato ritardi nelle consegne per i quali voglio scusarmi con tutti i ducatisti, ringraziandoli per la pazienza.
Stiamo investendo in un percorso di crescita estremamente ambizioso che porterà l’azienda a migliorare ancora, anche con l’ingresso in nuovi segmenti. Con la DesertX avremo da quest’anno una proposta molto attraente per gli appassionati delle adventure, e altri progetti ambiziosi sono attualmente in sviluppo”.

Francesco Milicia, VP Global sales and After sales Ducati ha aggiunto: “Le vendite sono cresciute a doppia cifra in tutti i principali paesi, dagli Stati Uniti all’Australia, dove la nuova filiale ha ottenuto un +50%. Questi risultati rappresentano anche il frutto di uno straordinario lavoro diretto al continuo miglioramento della rete vendita globale, sia in termini quantitativi, con 84 nuove concessionarie, sia in termini qualitativi puntando sulla digitalizzazione dei processi e sull’omnicanalità. Ora iniziamo il 2022 forti di una gamma ancora più completa e che sta già riscuotendo grande apprezzamento con portfolio ordini più alto di sempre a inizio dell’anno”.

  • dirty-harry11, Catania (CT)

    Non intendevo che fosse la moto del popolo, tutt'altro, ma soltanto che quella categoria di motociclisti sembra fatta con lo stampino
  • JohnTuono, Scandiano (RE)

    L'erede della monster è la duke e non la monster. I crucchi hanno raccolto l'idea abbandonata dai bolognesi. L'idea vende ancora eccome. Non ascoltare mai i commerciali!
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Ducati Multistrada V4 1100 S (2021 - 22)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Ducati
  • Modello Multistrada V4 1100
  • Allestimento Multistrada V4 1100 S (2021 - 22)
  • Categoria Enduro Stradale
  • Inizio produzione 2020
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 22.340 - franco concessionario
  • Garanzia 24 mesi, Chilometraggio illimitato
  • Optional n.d.
  • Lunghezza n.d.
  • Larghezza n.d.
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra 220 mm
  • Altezza sella da terra MIN 810 mm
  • Altezza sella da terra MAX 875 mm
  • Interasse 1.567 mm
  • Peso a secco 215 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 1.158 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 4
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 83 mm
  • Corsa 53,5 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 4
  • Potenza 170 cv - 125 kw - 10.500 rpm
  • Coppia 13 kgm - 125 nm - 8.750 rpm
  • Emissioni Euro 5
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 22 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Telaio monoscocca in alluminio
  • Sospensione anteriore Forcella Marzocchi a steli rovesciati Ø 50 mm completamente regolabile, freno idraulico in estensione e compressione gestito elettronicamente con Ducati Skyhook Suspension
  • Escursione anteriore 170 mm
  • Sospensione posteriore Progressiva con monoammortizzatore completamente regolabile, regolazione remota del precarico molla, forcellone bi-braccio in alluminio
  • Escursione posteriore 180 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 330 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 265 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 19 pollici
  • Pneumatico anteriore Pirelli Scorpion Trail II 120/70-19’’
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore Pirelli Scorpion Trail II 170/60-17’’
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Ducati

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta