Novità 2022

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak 2022. Foto, dati e prezzo

- Il nuovo episodio della Ducati World Premiere accende i riflettori sulla Multistrada V4 Pikes Peak: maggiore sportività grazie all'avantreno da 17 pollici. Il forcellone ritorna a essere monobraccio come sulla prima 1200. Potenza di 170 cavalli e 214 kg di peso a secco

Nuovo appuntamento online per la presentazione della quarta novità Ducati 2022: è la Multistrada Pikes Peak V4.

Il terzo episodio della serie Ducati World Premiere, ricordiamo che la Casa bolognese non sarà presente a EICMA, si intitola “Rule All Mountains” e il riferimento alla corsa americana Pikes Peak che ha visto vincere la Multistrada è immediato.

Non a caso la prima Multistrada Pikes Peak 1200 S risale al 2010. Alla prima edizione della crossover sportiva di Borgo Panigale.

Con il primo episodio del 30 settembre era stata svelata la Multistrada V2 e con quello del 14 ottobre era stata la volta delle Scrambler 800 Uban Motard e 1100 Tribute PRO.

Un primo assaggio della nuova Pikes Peak V4 l'abbiamo avuto con il test anteprima.
Ma ora è il momento della versione definitiva ed è il momento di conoscerne le caratteristiche. 

I dati principali dicono: potenza confermata a 170 cavalli, coppia massima di 12,7 kgm e peso di 214 kg a secco (4 kg in meno rispetto alla V4S).
Il prezzo è di 28.990 euro (contro i 22.340 euro della meno dotata V4S) e la moto sarà nelle concessionarie da dicembre.

Cominciamo con il video della presentazione ufficiale che trovate qui sotto.

Nuova definizione

Se con l'avantreno da 19 pollici la Multistrada V4 ha ampliato la sua versatilità, e con il forcellone bibraccio è stata realizzata una sospensione adatta anche al fuoristrada, l'abbandono della vecchia soluzione con ruota davanti da 17 gommatura più stradale e forcellone monobraccio di tradizione SBK aveva deluso alcuni.

Con la nuova Multistrada Pikes Peak V4 arriva la sportività stradale voluta dai più intransigenti amanti della guida sportiva su asfalto, ancorché con il manubrio alto.

La Pikes Peak diventa così la più estrema dell'intera famiglia in senso sportivo, ricevendo una serie di interventi specifici che hanno riguardato il motore, la ciclistica e la dotazione elettronica.

La colorazione, la sola disponibile per questo modello, e la grafica si ispirano alle Ducati MotoGP di quest'anno e nella realizzazione della livrea c'è lo zampino di Aldo Drudi.

Ci sono poi altri tratti che personalizzano la V4 Pikes Peak, come le numerose parti in fibra di carbonio e il silenziatore omologato Akrapovič in titanio e carbonio.
Altre finiture riguardano il plexiglas del cupolino più basso e con colorazione fumé, l’inconfondibile oro dei foderi della forcella Öhlins, la sella del passeggero bicolore, nera e rossa con il logo V4, e lo scudetto Ducati Corse applicato sul becco, davanti ai fari.

Nell'equipaggiamento sono previsti il radar anteriore e posteriore, il controllo dell'angolo cieco con avviso luminose nei retrovisori e il cruise control adattivo.

La diversa posizione di guida vede le pedane del pilota più alte e arretrate (per aumentare la luce a terra) e il manubrio è più basso, stretto e ha una curvatura meno accentuata.

Il motore V4 Granturismo, che ricordiamo è più leggero del V2 1260, eroga 170 cv a 10.500 giri e la coppia massima è di 12,7 kgm a 8.750 giri. come sulle altre versioni MUltistrada V4.

E' stato ottimizzato per la Pikes Peak e vede per la prima volta su una Multistrada il Riding Mode Race che si aggiunge a una strategia più racing per il limitatore, che in questa versione entra in maniera più graduale rispetto alla Multistrada V4.
Il quickshifter ha anch’esso una strategia dedicata e c'è una relazione manopola-farfalla ancora più diretta nel Power Mode High. Infine il Ducati Wheelie Control ha una strategia aggiornata che offre una migliore risposta e un controllo più accurato durante la guida. L’ABS Cornering è stato anch’esso configurato in ottica sportiva.

Ciclistica rivista

La ciclistica è stata modificata in funzione alla ruota anteriore da 17 pollici. I pneumatici radiali 120/70-17 e 190/55-17 sono montati su cerchi forgiati in alluminio Marchesini: sono più leggeri di 2,7 kg rispetto a quelli della Multistrada V4 S e contribuiscono alla riduzione del peso totale di 4 kg rispetto alla Multistrada V4 S.
Arrivano su una Multistrada le sospensioni Öhlins Smart EC 2.0 che utilizzano il sistema di tipo “event based”: lo stesso di Panigale V4 S e Streetfighter V4 S, che si autoregola in base allo stile di guida del pilota.

Anche il telaio monoscocca in alluminio è stato rivisto per ottenere un’inclinazione del cannotto di sterzo differente (25,75° rispetto ai 24,5° della Multistrada V4) e le quote ciclistiche di avancorsa e interasse sono state modificate in funzione della diversa destinazione d’uso della moto.

L’impianto frenante deriva da quello della Panigale V4. All’anteriore dischi da 330 mm e pinze monoblocco Brembo Stylema, come sulla Multistrada V4 S, a cui si aggiungono le pastiglie della Panigale V4. Al posteriore il disco è da 265 mm con pinza flottante Brembo.

Il pacchetto elettronico è quello della Multistrada V4 S, che comprende come accennato la tecnologia radar di serie, sia all’anteriore che al posteriore, per abilitare il Cruise Control Adattivo e il Blind Spot Detection.

Confermato anche il cruscotto TFT a colori da 6,5 pollici che consente di visualizzare il navigatore cartografico (tramite Ducati Connect) per avere la funzione mirroring del proprio smartphone.

Leggi tutti i commenti 115

Commenti

  • gianpa65, Collegno (TO)

    Mio modesto parere è che è Inutile cercare di scimmiottare il GS. Chi compra un GS mai comprerebbe una multistrada e viceversa. Chi compra multistrada ama la sua connotazione sportiva e chi compra GS vuole la comodità gran turismo. 2 filosofie e personalità delle persone agli antipodi
  • gianpa65, Collegno (TO)

    La realtà, a mio modesto parere , è che la vera multistrada e’ quella con l’anteriore da 17” e il mono braccio . Questa nuova versione non fa altro che tornare alle origini come richiesto dai Ducatisti.
    Il prezzo è tuttavia smodatamente esagerato. Chiesto oggi a concessionario: con lo scarico akrapovic e sconto 7% totale 29.700€!!!!
Leggi tutti i commenti 115

Commenti

Inserisci il tuo commento

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta