Concessionari

Concessionari moto: il loro agosto post lockdown

- Abbiamo voluto sentire alcuni concessionari, sparsi lungo tutta la penisola, per capire la loro prospettiva per il mese di agosto di un anno sicuramente memorabile e singolare. Fortunatamente sembra che i due mesi di chiusura non abbiamo azzerato la voglia di moto
Concessionari moto: il loro agosto post lockdown

Dopo due mesi di lockdown e prospettive incerte il mercato della motocicletta ha ripreso a galoppare fin dalla riapertura delle attività, con risultati incoraggianti che fanno ben sperare riguardo i numeri del fatturato e dei volumi a fine 2020.

Sembra infatti che l'emergenza sanitaria e le misure di contenimento del contagio non abbiano scoraggiato gli acquisti e che, anzi, i mesi passati e le rigorose limitazioni della libertà ordinate dal Governo per fronteggiare il Covid-19 siano stati forse una spinta in più per procedere all'acquisto - o alla sostituzione - della motocicletta.

Abbiamo voluto sentire alcuni concessionari, sparsi lungo tutta la penisola, per capire la loro prospettiva per il mese di agosto di un anno sicuramente memorabile e singolare, per indagare sulle dinamiche commerciali spesso poco movimentate nel mese delle ferie italiane e sull'effetto - per chi tratta i veicoli elettrici - degli incentivi 2020.

Iniziamo da RS Moto, concessionario Honda di Bergamo, ci risponde Riccardo.

"Il metro di misura è quello di fatturare il più possibile per recuperare. Tra la quarantena e il tempo meraviglioso la gente si è caricata e non possiamo chiudere ad agosto: solo una settimana e il 17 siamo di nuovo sul pezzo. Ci aspettiamo affluenza in concessionaria di clienti che magari non vogliono affrontare la stagione motociclistica ma che hanno necessità di utility mobility, principalmente scooter: ne abbiamo tantissimi in pronta consegna e possiamo accontentare la richiesta di chi deve rientrare a settembre a lavoro. Grazie al nostro titolare abbiamo fatto volontariamente un notevole stock di questi veicoli e siamo in grado di far fronte a qualsiasi richiesta".

Marco Giallombrado di Nova Moto BMW Firenze
Marco Giallombrado di Nova Moto BMW Firenze

Nova Moto, BMW Motorrad, Firenze: Marco Giallombardo.

"Per noi il 31 di luglio è la chiusura dell'obiettivo più importante dell'anno: ad agosto chiuderemo soltanto una settimana ma più che altro per dare le ferie ai nostri collaboratori, abbiamo sempre fatto così e faremo così anche quest'anno nonostante l'eccezionalità. D'estate, specie nella settimana di ferragosto, lavoriamo generalmente con il turismo straniero e quest'anno a Firenze c'è n'è un po' meno.

Per il resto, prodotto c'è n'è poco, ma qualche vendita riusciamo comunque a farla. Riguardo la piattaforma di vendita online, abbiamo venduto più su piazza che online perché secondo noi la moto è ancora molto fisica e poco digitale. Negli ultimi due mesi abbiamo in parte recuperato la perdita del periodo di lockdown, abbiamo però chiuso con un 25% in meno di immatricolato rispetto a quella che era la nostra previsione ma è chiaro che se dovessimo continuare a vendere con la velocità di questi ultimi mesi continueremo a ridurre questo gap, la richiesta c'è!

Bisogna piuttosto vedere sul fronte del prodotto cosa riuscirà a garantirci BMW, perché abbiamo quasi tutta la gamma in sofferenza di disponibilità e mi auguro che i modelli nuovi appena presentati (Marco si riferisce alla nuova line up che vi abbiamo anticipato qui) possano arrivarci a metà settembre per fare un buon lavoro. Grazie agli incentivi il nostro scooter C Evolution con 4000 euro di contributo, che tra l'altro è possibile abbinare al sistema di pagamento free to ride, potrebbe essere ancora più appetibile: abbiamo avuto richieste ma si parla di pochi casi perché il mercato è ancora piccolissimo".

Triumph Sicilia, Patrizia Tanasi ci fa il punto.

"La mia percezione è che i clienti continueranno ad arrivare anche ad agosto. Il flusso di clienti non accenna a diminuire fin da quando abbiamo riaperto, le vendite stanno andando benissimo anche se ci mancano i Tiger 900 per i quali non ci aspettavamo un successo così grande.

Su base annuale non posso dire cosa accadrà: dobbiamo vedere come saranno le vendite da settembre a dicembre, se questo numero meraviglioso di immatricolato che stiamo facendo è dovuto al dopo lockdown durante il quale la gente si è resa conto di non poter andare in vacanza fuori dai confin, di aver comunque aver necessità di svago e di aver aver capito che non c'è nulla meglio di una motocicletta oppure è dovuto al fatto che il brand Triumph ha ancora più successo, anche grazie a dieci anni di fortissimo impegno da parte nostra. Temo un - improbabile - secondo lockdown perché secondo me nessuna azienda potrà sopportarlo. Per quanto riguarda la piattaforma online, ci aspettiamo che parta presto a pieno regime ma per adesso abbiamo ricevuto pochi contatti".

Triumph Tiger 900 Rally Pro
Triumph Tiger 900 Rally Pro

Passarelli Moto Honda, Catanzaro: Antonio Passarelli punta anche l'attenzione sul supporto ai motociclisti in viaggio nella sua splendida Calabria.

"Rimaniamo aperti ad agosto, in tutta onestà ogni anno aspetto momenti più tranquilli per fare le vacanze e in ogni caso le mie concessionarie e le relative officine resteranno aperte per dare anche assistenza ai turisti! Tra l'altro la soddisfazione di dare assistenza ai motociclisti in viaggio che magari riesci a rimettere in strada in un pomeriggio e a fargli proseguire le vacanze - come ci è accaduto più volte - è superiore a quella di andare in ferie con tutto questo marasma dovuto all'emergenza sanitaria.

Sul fronte delle consegne, abbiamo qualche problema con gli scooter ma, d'altra parte, abbiamo anche molte l'Africa Twin disponibili e Honda ha anche varato un finanziamento a condizioni molto vantaggiose fino al 31 agosto. È veramente azzardato fare previsioni per il consuntivo 2020, ci sono stati anni in cui nel mese di settembre abbiamo venduto moltissimo e in definitiva io non credo che finirà in perdita: la motocicletta suscita molto interesse e la prova è che nonostante le previsioni di perdita abbiamo già esaurito il prodotto.

Per supportare le vendite aspettiamo anche che le aziende presentino i modelli che il mercato richiede, delle medie cilindrate comode e facili da guidare come un'Africa Twin o un Transalp di 700/800 cc, oppure una turistica di media cilindrata come una Deauville del 2022 che sarebbe perfetta per tutte quelle persone magari avanti con l'età che scendono da moto come, per esempio, la ST1100 Pan European, e che non hanno più voglia di una moto alta come una crossover o pesante come un GoldWing"

Rima Yamaha, Napoli: Enzo Crispino è molto ottimista.

"Rimaniamo aperti tutto il mese di agosto, sopratutto per non perdere opportunità: è un mese nel quale pensiamo si possa lavorare bene. A partire dall'apertura dopo il lockdown è andata molto bene, abbiamo avuto un incremento delle vendite e come fatturato abbiamo già superato il dato relativo allo stesso periodo dello scorso anno, vendendo 100 moto in più! Il nuovo T-Max ci ha aiutato e ha venduto tantissimo, ma siamo anche stati bravi ad ordinarne molti a marzo e quindi non abbiamo subìto eventuali difficoltà a reperire i veicoli".

Motostyle Torino, ufficiale multimarca: Enrico ci offre il suo punto di vista.

"Ad agosto chiudiamo due settimane, la realtà era che essendo stati chiusi due/tre mesi avevamo perso 220 moto rispetto al 2019 (che era stato un buon anno) e quindi pensavamo di restare aperti tutto agosto, oltre a restare aperti anche il sabato. La realtà è che la gente in vacanza ci andrà, quantomeno la settimana di ferragosto dove stare aperti vorrebbe dire farlo per pochissimi clienti.

Adesso abbiamo recuperato le 220 moto e ne abbiamo anche fatte una quindicina in più, ma con grandi sforzi di tutti: visto che per il momento abbiamo scampato il pericolo, preferiamo chiudere due settimane per avere un po' di riposo e ripartire carichi.

Trattiamo in modo ufficiale quindici marchi e dopo il Covid-19 abbiamo riscontrato anche nella clientela un po' di stanchezza e nervosismo; ci aspettavamo molto dagli scooter e infatti abbiamo esaurito le Vespa, che arriveranno però ottobre nella loro versione euro5: per questa ragione a settembre potremmo perdere un po' di vendite, sopratutto se teniamo in conto anche la cancellazione di EICMA 2021 dove la gente poteva vedere la moto e invogliarsi poi all'acquisto".

 

ECIMA 2019
ECIMA 2019
  • Capobutozzi, Roma (RM)

    Non penso che il prodotto moto alla lunga subisca una perdita,
    I conti si faranno a dicembre ma io vedo molta gente nei concessionari.
    Io la moto nuova l ho comprata poco prima del lockdown ma quando sono andato a ritirarla a maggio in bmw c era il pienone
Inserisci il tuo commento