BEI finanzia Piaggio: 30 milioni di euro per la Ricerca e Sviluppo

BEI finanzia Piaggio: 30 milioni di euro per la Ricerca e Sviluppo
Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
Dalla Banca Europea per gli investimenti arrivano 30 milioni di euro a sostengo di progetti di Ricerca e Sviluppo da realizzare in Italia entro il 2021. Sale così a 100 milioni l'impegno di BEI per il triennio in corso
  • Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
19 ottobre 2020

Il Gruppo Piaggio e BEI (Banca Europea per gli investimenti) hanno siglato un contratto di finanziamento da trenta milioni di euro, della durata di sette anni, a sostegno dei progetti di Ricerca e Sviluppo previsti nel piano di investimenti, che verranno realizzati presso i siti italiani del Gruppo Piaggio entro il 2021.

Ricordiamo che in Italia sono tre le strutture produttive di Piaggio e si trovano a Pontedera (Piaggio & C.), Scorzè (Aprilia) e Mandello del Lario (Moto Guzzi). A Pontedera e Noale si trovano invece i due centri di R&D.

Questo finanziamento si somma a un precedente contratto sottoscritto nel 2019 (70 milioni, a luglio) portando a 100 milioni di euro l’impegno complessivo della Banca dell'Unione Europea con il Gruppo Piaggio per i progetti R&D nel triennio 2019-2021. Un'operazione che permette nel contempo di sostenere la struttura finanziaria del Gruppo di Pontedera, prolungando la durata media e riducendo il costo medio del debito.

Piaggio comunica che, da accordo, questo finanziamento sosterrà lo sviluppo di innovative soluzioni tecnologiche, di prodotto e di processo nelle aree della sicurezza attiva e passiva e della sostenibilità - compresi i propulsori elettrici e la riduzione dei consumi nei motori termici - finalizzati al rafforzamento della gamma prodotti scooter, moto e veicoli commerciali.

Nel mese di luglio di quest'anno, Piaggio ha sottoscritto un altro finanziamento di 60 milioni di euro: 30 da Cassa Depositi e Prestiti, e 30 milioni da Banca Monte dei Paschi di Siena; il finanziamento di CDP è stato sottoscritto utilizzando i programmi di liquidità varati per sostenere la ripresa delle attività produttive dopo il lockdown di marzo e aprile.
Anche nel caso di questi 60 milioni la finalità dichiarata è il sostegno delle attività di innovazione, di ricerca e sviluppo e il supporto della struttura finanziaria.

A fine 2012, sempre da BEI e per le medesime finalità, arrivarono 60 milioni di euro che sono stati utilizzati nel triennio 2013-2015.

In un contesto internazionale difficile (la prima semestrale di quest'anno ha visto un -26,5%), il titolo Piaggio ha conosciuto la ripresa durante gli ultimi sei mesi. Dopo il minimo annuale di 1,43 euro, toccato il 3 aprile, oggi ha chiuso a 2,36 euro.

Argomenti

Ultime da News

Caricamento commenti...

Hot now