gp del messico

Tixier campione MX2, Cairoli terzo nella MXGP

- Lo scontro finale del campionato ha dato ragione al francese che la spunta sul sofferente Herlings; a Paulin la MXGP | M. Zanzani, Leon
Tixier campione MX2, Cairoli terzo nella MXGP

Herlings sperava nel miracolo e nella sua determinazione, ma non sono bastati per difendere la leadership MX2 passata nel giorno decisivo e per soli quattro punti a Jordi Tixier che si è aggiudicato il suo primo titolo iridato. Vincitore di 12 GP nei primi 13 disputati, nell’appuntamento decisivo l’olandese non ce l’ha fatta a sopportare le conseguenze della frattura al femore che gli hanno assottigliato notevolmente la gamba e che gli ha fatto perdere la bellezza di 11 chilogrammi facendo il possibile per cercare di mantenere almeno qualcuno di quei 24 punti che aveva rimasto dopo aver disertato le ultime tre tappe.

 

Ma ogni atterraggio dai salti per lui era oltre che un rischio vista la fresca saldatura dell’osso si è trasformato un vero e proprio calvario, col risultato di doversi accontentare di un 14° ed un 11° posto insufficienti per incoronarlo per la terza volta campione del mondo.

 

Jordi Tixier ha invece coronato il suo sogno al termine di una giornata quasi impeccabile, dove è stato abile anche a mantenere la concentrazione come nella manche d’apertura quando è finito a terra nelle prime battute di gara. Il francese della KTM ha vinto la prima manche ed è terminato secondo nella successiva, salendo sul gradino più alto del podio davanti a Tim Gajser e Valentin Guillod mentre Herlings stava prendendo la via dei box piangente e incredulo di aver perso questa occasione dopo aver letteralmente dominato buona parte della stagione.

Gautier Paulin
Gautier Paulin


MXGP

La MXGP si è invece chiusa all’insegna di Gautier Paulin che ha preceduto Max Nagl ed un Tony Cairoli appagato del terzo gradino del podio, visto che dopo aver festeggiato una settimana prima il suo ottavo titolo iridato non aveva senso prendere troppi rischi anche in previsione dell’imminente Motocross delle Nazioni che lo vedrà in sella ad una KTM 250.

 

Ancora un’altra maiuscola prestazione per Davide Guarneri, che ha ribadito il suo consistente fine stagionale piazzandosi settimo assoluto; 12° invece David Philippaerts rimasto costantemente a metà gruppo.

 

 

CLASSIFICHE

MXGP - Overall Classification

1. Gautier Paulin (FRA, KAW), 43 points;
2. Maximilian Nagl (GER, HON), 43 p.;
3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 42 p.;
4. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 42 p.;
5. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 32 p.;
6. Tommy Searle (GBR, KAW), 27 p.;
7. Davide Guarneri (ITA, TM), 27 p.;
8. Steven Frossard (FRA, KAW), 27 p.;
9. Rui Goncalves (POR, YAM), 22 p.;
10. Matiss Karro (LAT, KTM), 22 p.;
11. Milko Potisek (FRA, YAM), 19 p.;
12. David Philippaerts (ITA, YAM), 17 p.;
13. Martin Garcia (MEX, KTM), 15 p.;
14. Shaun Simpson (GBR, KTM), 15 p.;
15. Eduardo Andrade (MEX, YAM), 13 p.;

 

MX2 - GP Classification
1. Jordi Tixier (FRA, KTM), 45 points;
2. Tim Gajser (SLO, HON), 41 p.;
3. Valentin Guillod (SUI, KTM), 37 p.;
4. Romain Febvre (FRA, HUS), 36 p.;
5. Arnaud Tonus (SUI, KAW), 33 p.;
6. Julien Lieber (BEL, KTM), 32 p.;
7. Glenn Coldenhoff (NED, SUZ), 25 p.;
8. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 24 p.;
9. Dylan Ferrandis (FRA, KAW), 22 p.;
10. Kei Yamamoto (JPN, HON), 20 p.;
11. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 18 p.;
12. Christophe Charlier (FRA, YAM), 17 p.;
13. Anton Lundgren (SWE, YAM), 16 p.;
14. Thomas Covington (USA, KAW), 15 p.;
15. Jose Butron (ESP, KTM), 14 p.;

SECONDA MANCHE

MXGP - Race 2 - Classification
 
1. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 35:02.891;
2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:01.311;
3. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:02.550;
4. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:03.762;
5. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:40.793;
6. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:43.944;
7. Davide Guarneri (ITA, TM), +0:45.281;
8. Steven Frossard (FRA, Kawasaki), +0:59.239;
9. Rui Goncalves (POR, Yamaha), +1:01.253;
10. Matiss Karro (LAT, KTM), +1:03.576;
11. Milko Potisek (FRA, Yamaha), +1:46.245;
12. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +2:03.819;
13. Martin Garcia (MEX, KTM), -1 lap(s);
14. Eduardo Andrade (MEX, Yamaha), -1 lap(s);
15. Eduardo Martinez (MEX, Kawasaki), -2 lap(s);

 

MX2 - Grand Prix Race 2 - Classification
 
1. Tim Gajser (SLO, Honda), 35:32.350;
2. Valentin Guillod (SUI, KTM), +0:06.292;
3. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:07.614;
4. Julien Lieber (BEL, KTM), +0:08.616;
5. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), +0:09.615;
6. Arnaud Tonus (SUI, Kawasaki), +0:10.445;
7. Romain Febvre (FRA, Husqvarna), +0:27.735;
8. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:29.789;
9. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:33.058;
10. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +1:05.672;
11. Kei Yamamoto (JPN, Honda), +1:06.186;
12. Thomas Covington (USA, Kawasaki), +1:24.502;
13. Anton Lundgren (SWE, Yamaha), +2:02.517;
14. Alexis Garza (MEX, Suzuki), -1 lap(s);
15. Edgar Tovar (MEX, KTM), -1 lap(s);

PRIMA MANCHE

MXGP - Race 1 - Classification
 
1. Maximilian Nagl (GER, Honda), 34:33.587;
2. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:01.205;
3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:28.257;
4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:33.591;
5. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:42.340;
6. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:48.044;
7. Steven Frossard (FRA, Kawasaki), +0:56.187;
8. Davide Guarneri (ITA, TM), +1:05.625;
9. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:08.100;
10. Matiss Karro (LAT, KTM), +1:08.721;
11. Rui Goncalves (POR, Yamaha), +1:17.112;
12. Milko Potisek (FRA, Yamaha), +1:18.344;
13. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +1:36.062;
14. Martin Garcia (MEX, KTM), -2 lap(s);
15. Eduardo Andrade (MEX, Yamaha), -2 lap(s);

 

MX2 - Grand Prix Race 2 - Classification
 
1. Tim Gajser (SLO, Honda), 35:32.350;
2. Valentin Guillod (SUI, KTM), +0:06.292;
3. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:07.614;
4. Julien Lieber (BEL, KTM), +0:08.616;
5. Glenn Coldenhoff (NED, Suzuki), +0:09.615;
6. Arnaud Tonus (SUI, Kawasaki), +0:10.445;
7. Romain Febvre (FRA, Husqvarna), +0:27.735;
8. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:29.789;
9. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:33.058;
10. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +1:05.672;
11. Kei Yamamoto (JPN, Honda), +1:06.186;
12. Thomas Covington (USA, Kawasaki), +1:24.502;
13. Anton Lundgren (SWE, Yamaha), +2:02.517;
14. Alexis Garza (MEX, Suzuki), -1 lap(s);
15. Edgar Tovar (MEX, KTM), -1 lap(s);
  • Gian6601, Torino (TO)

    Capita

    Capita , ma uno che và il triplo dei suoi avversari non può perdere un mondiale così. Gara del brasile saltata per intossicazione alimentare (e sarebbero stati 50 punti ) e frattura del femore in una gara di beneficenza ed il titolo vinto da un pilota che non è neanche il secondo più forte della MX2 dal momento che Tonus e Gaiser hanno dimostrato di essere superiori. Poi la matematica è matematica e non si discute ma Herlings li ha umiliati per tre anni di fila tutti quanti ed è di due anni più giovane del francese. Peccato...........
  • XR1975, Milano (MI)

    ha provato

    In quelle condizioni ha rischiato... Da ammirare, sti ragazzi sono davvero forti!
Inserisci il tuo commento