News MX

MXGP: Herlings con KTM fino al 2020. Paulin con Husqvarna

- Jeffrey Herlings ha prolungato il contratto che lo lega a KTM fino al 2020. Gautier Paulin lascerà Honda per Husqvarna e Honda annuncia i piloti del Supercross
MXGP: Herlings con KTM fino al 2020. Paulin con Husqvarna

Jeffrey Herlings, punta di diamante del Red Bull KTM Factory Racing, ha esteso il suo contratto con la Casa austriaca fino al 2020. Il contratto è stato firmato ieri con Pit Beirer, Direttore di KTM Motorsport, dopo aver trascorso la giornata alla sede legale di Munderfing. Per la verità, Herlings, che il 12 settembre prossimo compirà 22 anni, aveva già in essere un contratto fino a tutto il 2017, ma ora ha appunto deciso di prolungarlo per altri tre anni. E l’anno prossimo, il giovanissimo bi-campione iridato passerà alla classe regina, la MXGP.

«Siamo felicissimi di avere Jeffrey con noi addirittura fino al 2020 - sottolinea Beirer - Arrivò da noi giovanissimo, e lo abbiamo visto crescere e diventare un pilota micidiale su ogni tipo di terreno. È un combattente eccezionale, come lo è il fatto che abbia già vinto ben 59 GP a 21 anni! Jeffrey è davvero parte integrante della nostra famiglia, tant’è che noi prevediamo che il suo rapporto con noi duri per sempre».

Quanto al pilota, ecco le sue dichiarazioni in merito: «sono davvero contento di stare in KTM. Sono con loro dal 2009, e molto felice di prolungare il mio contratto. Ovviamente siamo tutti fiduciosi di di portare a casa ancora parecchie vittorie e titoli iridati. Io ovviamente cercherò di vincere il più possibile, e sono grato a KTM per averne ancora la possibilità. Questa è davvero una bella opportunità, è cercherò di sfruttarla al meglio. Questo sarà il mio ultimo anno in MX2, e cercherò di vincere il titolo».

Subito riconosciuto fin da piccolo come un vero talento, Herlings iniziò a correre con KTM come Factory Junior nel 2009, dopo aver vinto i titoli Mondiale ed Europeo della classe 85 l’anno precedente. Iridato in MX2 nel 2012 e 2013, ha avuto un solo incidente nelle prime 12 manche di quest’anno: sebbene abbia saltato le ultime due gare a causa di una clavicola fratturata, guida ancora la classifica con ancora 87 punti di vantaggio sul secondo, Jeremy Seewer, con ancora 4 GP da disputare.
 

 

Il 19enne danese del team Husqvarna, Thomas Kjer Olsen, farà il suo debutto quest’anno nella classe MX2 del GP di Svizzera – a Frauenfeld, il prossimo 7 agosto – dopo aver conquistato il titolo Europeo della EMX250 già nella penultima gara di Lommel.

Honda è la prima Casa ad annunciare la formazione che parteciperà al Supercross di Shalke, il prossimo 8 ottobre: si tratta di Tim Gajser, Evgeny Bobryshev e Gautier Paulin, quest’ultimo, presumibilmente, per l’ultima volta in sella ad una Honda: l’anno prossimo, infatti, il fortissimo francese dovrebbe vestire i colori del team Ice One Husqvarna. Le formazioni delle altre squadre verranno definite presumibilmente in settimana.

L’organizzatore Giuseppe Luongo ha anche annunciato che le trattative con i proprietari dello stadio si sono concluse con un accordo per allargare l’arena in modo da creare un’area più ampia rispetto al previsto.

Da segnalare anche la riconferma della categoria 300 a due tempi nel mondiale 2017! Luongo ha assicurato Martens e Bob Buchanan di lavorare sul calendario per includervi la categoria: per farlo, è prevedibile che le 125 e 250 correranno qualche gara in meno.

Alex Hodgkinson

  • Lackey, Coggiola (BI)

    Quoto in pieno Berry!!! Jeffrey deve imparare a frenare gli istinti...Finora è riuscito a buttare due mondiali già vinti, riuscendo persino a massacrarsi con una pit bike, le 450 sono un pelino più pericolosine, se continui a pescare jolly prima o poi dal mazzo finiscono.
    Comunque se si usa come termine di paragone Tim Gajser sarebbe ovvio dire che il prossimo anno Herlings avrà vita facile, ma bisogna dire che Tim quest'anno è cresciuto molto, l'anno scorso era più o meno a livello di Guillod, mentre quest'anno va da paura!!!
    Aspettiamo e vediamo!
  • TheBerro01, Rosignano Monferrato (AL)

    Jeffro è un grandissimo talento ma gli serve un buon coach che lo tenga concentrato e a freno, i suoi incidenti con rotture sono spesso stati determinati dalla voglia di strafare con il secondo a 30' e anche in allenamento perchè a lui piace "raw". Con la 450 ci si fa male molto in fretta, la prima cosa per lui sarà imparare ad accontentarsi se no saranno guai, non è per nulla scontato che arrivi e vinca.
Inserisci il tuo commento