GP d'italia

MX, GP d'Italia. Maggiora incorona Paulin e Herlings

- Il francese la spunta su De Dycker e sullo stoico Cairoli terzo nonostante il dolore ad un ginocchio; ottava doppietta di Herlings nella MX2 che ha visto Lupino sul podio | M. Zanzani, Maggiora
MX, GP d'Italia. Maggiora incorona Paulin e Herlings


L’attesa riapertura dello storico impianto di Maggiora non ha avuto la soddisfazione di incoronare Antonio Cairoli sul gradino più alto del podio ma i 38.000 spettatori del GP piemontese hanno assistito ad un grande spettacolo culminato negli ultimi giri nella seconda manche della classe regina.


Nonostante il forte dolore al ginocchio battuto nella frazione iniziale dove è scivolato un paio di volte prima di tagliare il traguardo quarto, il Tonino nazionale è stato protagonista di una rincorsa pazzesca Gautier Paulin che si aveva preso il comando nelle prime battute di gara agganciandolo verso la parte della gara sostenuto da un tifo calcistico che ha che lo ha accompagnato sino alla fine facendogli scordare i problemi all’articolazione.


Un tentativo che addirittura lo ha fatto andare persino sopra le righe con qualche rischio oltre il consentito pur di dare soddisfazione al pubblico in delirio per lui, e anche se al traguardo è arrivato un soffio dietro a Gautier Paulin è stato applaudito come se il vincitore sia stato lui. Il primo posto invece è andato all’ufficiale Kawasaki che si è aggiudicato la terza affermazione stagionale affiancando alla vittoria della seconda manche il terzo posto in quella precedente ottenuta dopo una rimonta dalla sesta piazza.


Il posto d’onore è andato a Ken De Dycker, finalmente ritornato sul podio dopo aver ritrovato il ruolo di protagonista che aveva avuto nella prima parte di stagione, mentre Clement Desalle dopo essersi imposto in apertura nella frazione conclusiva è stato costretto al ritiro per problemi elettrici alla sua Suzuki mentre era quinto a quattro giri dal traguardo.


Davide Guarneri ha fatto bella figura non solo per il bel design vintage del suo abbigliamento perfettamente coordinato con quella della moto, ma anche per il meritato ottavo posto che gli ha permesso di essere ancora una volta nei top ten della 450. Sfortunato invece Davide Philippaerts, che non è riuscito a dare soddisfazione al pubblico di casa per la seconda pesante caduta di cui è stato vittima sul circuito distante una ventina di minuti da casa sua. Quella del sabato che lo aveva costretto alla via dei box oltre a qualche punto di sutura gli aveva lasciato una pesante tumefazione vicino all’occhio destro, quella della prima manche è stata ancora peggio visto che nell’impatto a terra si è fratturato il naso ed il piede sinistro.


MX2 tutta all’insegna di Jeffrey Herlings che in nessuna delle due frazioni ha avuto problemi a scavalcare quei pochi piloti che si è trovato davanti; sul podio lo hanno seguito José Butron e Alex Lupino che ha bissato il risultato della Bulgaria. Dopo una stressante prima manche in cui ha perso tutte le energie pochi secondi prima dell’abbassarsi del cancello quando la sua Kawasaki non ne voleva sapere di partire col risultato di non riuscire a fare meglio di sesto, in quella successiva è riuscito a tirare fuori tutta la grinta grazie al sostegno del pubblico che ha spinto i suoi attacchi al risoluto Alexander Tonkov culminati a due giri dalla bandiera a scacchi con il sorpasso del russo accompagnato da un boato generale. Il pilota della Honda si è messo comunque in evidenza per aver anche vinto la qualifica e per la caduta proprio sul traguardo finale dovuta al tentativo di soffiare il posto d’onore a Butron che lo ha penalizzato con l’esclusione dalla classifica per avere oltrepassato la bandiera a scacchi senza essere sulla moto.


La terza prova del Mondiale femminile ha invece confermato la superiorità di Chiara Fontanesi che ha ottenuto un altro risultato pieno; quinta la lombarda Francesca Nocera.


MX1 - Grand Prix Race 2 - Classification


1. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 40:06.399;
2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:10.337;
3. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:30.330;
4. Jeremy van Horebeek (BEL, Kawasaki), +0:38.201;
5. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:41.906;
6. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:54.265;
7. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:57.269;
8. Davide Guarneri (ITA, KTM), +1:30.183;
9. Xavier Boog (FRA, KTM), +1:31.308;
10. Milko Potisek (FRA, Yamaha), +1:33.087;
11. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:35.511;
12. Jonathan Barragan (ESP, KTM), -1 lap(s);
13. Dennis Ullrich (GER, KTM), -1 lap(s);
14. Billy Mackenzie (GBR, Yamaha), -1 lap(s);
15. Matiss Karro (LAT, KTM), -1 lap(s);
16. Joel Roelants (BEL, Yamaha), -1 lap(s);
17. Rui Goncalves (POR, KTM), -1 lap(s);
18. Stefano Dami (ITA, Yamaha), -1 lap(s);
19. Mikola Paschynskyi (UKR, KTM), -1 lap(s);
20. Santtu Tiainen (FIN, Honda), -1 lap(s);
21. Alessio Della Mora (ITA, Kawasaki), -2 lap(s);
22. Jeff Alessi (USA, Yamaha), -2 lap(s);
23. Clement Desalle (BEL, Suzuki), -4 lap(s);
24. Shaun Simpson (GBR, TM), -9 lap(s);
25. Mattia Cervellone (ITA, Kawasaki), -13 lap(s);


MX2 - Grand Prix Race 2 - Classification


1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 39:21.192;
2. Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), +0:04.411;
3. Alexander Tonkov (RUS, Honda), +0:05.591;
4. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:05.835;
5. Jose Butron (ESP, KTM), +0:11.703;
6. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:14.386;
7. Dean Ferris (AUS, Yamaha), +0:34.128;
8. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:39.106;
9. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +0:44.669;
10. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:48.224;
11. Jason Clermont (FRA, Kawasaki), +0:51.212;
12. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), +1:03.178;
13. Elliott Banks-Browne (GBR, KTM), +1:05.347;
14. Tim Gajser (SLO, KTM), +1:06.544;
15. Stefan Kjer Olsen (DEN, Honda), +1:10.840;
16. Mel Pocock (GBR, Yamaha), +1:15.216;
17. Harri Kullas (FIN, Honda), +1:15.327;
18. Priit Ratsep (EST, KTM), +1:16.685;
19. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +1:29.424;
20. Maxime Desprey (FRA, Yamaha), +1:38.433;
21. Roberts Justs (LAT, Honda), +1:45.212;
22. Samuele Bernardini (ITA, TM), -1 lap(s);
23. Stefano Pezzuto (ITA, Suzuki), -1 lap(s);
24. Viacheslav Golovkin (RUS, KTM), -1 lap(s);
25. Giacomo Del Segato (ITA, KTM), -1 lap(s);
26. Romain Febvre (FRA, KTM), -2 lap(s);
27. Kevin Fors (BEL, Yamaha), -2 lap(s);
28. Simone Furlotti (ITA, Yamaha), -2 lap(s);
29. Ivo Monticelli (ITA, TM), -5 lap(s);
30. Brent Van Doninck (BEL, KTM), -5 lap(s);
31. Davide Bonini (ITA, Kawasaki), -10 lap(s);
32. Killian Auberson (SUI, KTM), -12 lap(s);
33. James Decotis (USA, Kawasaki), -13 lap(s);
34. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), -15 lap(s);
35. Max Anstie (GBR, Suzuki), -20 lap(s);


MX1 - Grand Prix Race 1 - Classification


1. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 39:15.768;
2. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:07.677;
3. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:12.885;
4. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:18.838;
5. Jeremy van Horebeek (BEL, Kawasaki), +0:24.491;
6. Maximilian Nagl (GER, Honda), +0:27.572;
7. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:54.258;
8. Xavier Boog (FRA, KTM), +0:55.629;
9. Davide Guarneri (ITA, KTM), +1:03.755;
10. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:05.871;
11. Shaun Simpson (GBR, TM), +1:07.664;
12. Matiss Karro (LAT, KTM), +1:20.084;
13. Rui Goncalves (POR, KTM), +1:26.089;
14. Milko Potisek (FRA, Yamaha), +1:35.186;
15. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:40.209;
16. Billy Mackenzie (GBR, Yamaha), +1:52.513;
17. Dennis Ullrich (GER, KTM), -1 lap(s);
18. Stefano Dami (ITA, Yamaha), -1 lap(s);
19. Mikola Paschynskyi (UKR, KTM), -1 lap(s);
20. Santtu Tiainen (FIN, Honda), -1 lap(s);
21. Alessio Della Mora (ITA, Kawasaki), -2 lap(s);
22. Mattia Cervellone (ITA, Kawasaki), -3 lap(s);
23. Jeff Alessi (USA, Yamaha), -3 lap(s);
24. Jonathan Barragan (ESP, KTM), -10 lap(s);
25. David Philippaerts (ITA, Honda), -13 lap(s);
26. Joel Roelants (BEL, Yamaha), -16 lap(s);


MX2 - Grand Prix Race 1 - Classification


1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 39:45.247;
2. Jose Butron (ESP, KTM), +0:06.950;
3. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:10.783;
4. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:14.889;
5. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:17.447;
6. Alessandro Lupino (ITA, Kawasaki), +0:30.400;
7. Dean Ferris (AUS, Yamaha), +0:35.588;
8. Mel Pocock (GBR, Yamaha), +0:39.139;
9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:42.273;
10. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +0:43.331;
11. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:47.315;
12. Priit Ratsep (EST, KTM), +0:48.660;
13. Max Anstie (GBR, Suzuki), +0:50.659;
14. Elliott Banks-Browne (GBR, KTM), +0:55.989;
15. Jason Clermont (FRA, Kawasaki), +1:01.742;
16. Romain Febvre (FRA, KTM), +1:10.221;
17. Stefan Kjer Olsen (DEN, Honda), +1:11.419;
18. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), +1:13.990;
19. Harri Kullas (FIN, Honda), +1:15.498;
20. Tim Gajser (SLO, KTM), +1:31.289;
21. Killian Auberson (SUI, KTM), +1:55.882;
22. Alexander Tonkov (RUS, Honda), -1 lap(s);
23. Roberts Justs (LAT, Honda), -1 lap(s);
24. Kevin Fors (BEL, Yamaha), -1 lap(s);
25. Stefano Pezzuto (ITA, Suzuki), -1 lap(s);
26. Davide Bonini (ITA, Kawasaki), -1 lap(s);
27. Giacomo Del Segato (ITA, KTM), -1 lap(s);
28. Viacheslav Golovkin (RUS, KTM), -1 lap(s);
29. James Decotis (USA, Kawasaki), -2 lap(s);
30. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), -8 lap(s);
31. Ivo Monticelli (ITA, TM), -9 lap(s);
32. Brent Van Doninck (BEL, KTM), -10 lap(s);
33. Maxime Desprey (FRA, Yamaha), -16 lap(s);
34. Simone Furlotti (ITA, Yamaha), -17 lap(s);
35. Samuele Bernardini (ITA, TM), -18 lap(s);

  • frenchie, Torrebelvicino (VI)

    GP d'Italia

    Tante emozioni,e grande spettacolo !!!!
  • Gian6601, Torino (TO)

    Spettacolo puro

    Nella MX1 si sono visti emergere i piloti con il pelo e quelli con la tecnica. A livello di coraggio Desalle , De Dyker e David non hanno rivali. Come tecnica Tonino e Paulin sono super. Nella MX2 abbiamo visto un grandissimo Lupino (come faceva la curva che immetteva sul rettilineo di partenza era da paura !!) ed un Herlings che mi ha fatto rabbrividire quando ha passato Tonkov passandogli da sotto !! Mai visto scrubbare sotto la moto dell' avversario......impressionante. DP 19 ,prima del ritiro , stava guidando come un leone !!
Inserisci il tuo commento