Motocross 2016. Si parte per gli Stati Uniti

Motocross 2016. Si parte per gli Stati Uniti
  • di Alex Hodgkinson
Si avvicina il GP degli Stati Uniti. Partono tutti tranne i piloti ufficiali Kawasaki MX2
  • di Alex Hodgkinson
31 agosto 2016

C'è grande attesa per il confronto tra Jeffrey Herlings e Cooper Webb in MX2 a Charlotte. Herlings aveva dichiarato ad Assen: «Ho un campionato da perdere, lui niente. Abbiamo entrambi lo stesso carattere e io, quando mi infilo il casco...». L'olandese odia perdere!


Sono 24 i piloti MXGP e 15 quelli della MX2 provenienti da tutta Europa che sono in viaggio per Charlotte dove incontreranno 15 piloti AMA provenienti da ciascuna categoria. I grandi protagonisti della MXGP sono Eli Tomac (Kawasaki), Dean Wilson (KTM), Chad Reed (Yamaha) e il duo Justin Barcia e Phil Nicoletti della JGR. Webb è affiancato nella MX2 dal trio della Pro Circuit composto da Joey Savatgy, Adam Cianciarulo e Austin Forkner.


Evgenvy Bobryshev passerà alla Honda 2017 per i GP statunitensi di Charlotte e Glen Helen. La CR450RW è dotata di avviamento elettrico, cosa possibile per le moto MX. A differenza di altri produttori, viene mantenuta la pedivella, in quanto entrambi i sistemi di accensione utilizzano lo stesso albero.

 

Cairoli ha utilizzato ad Assen la KTM 450 e anche per la trasferta negli Stati Uniti (e per il Nazioni) ha scelto il modello più grande della casa di Mattighofen. «Siamo ancora in attesa di significativi aggiornamenti nei ricambi della 350, quindi non è stato possibile testarla. Faremo numerosi test a fine stagione».


Julien Lieber, nel paddock di Assen in qualità di ospite: «Sono nato con un difetto all'anca sinistra ed è sempre più un problema, così ho dovuto prendere una decisione che avrei potuto rinviare di altre due o tre gare, ma non volevo correre rischi, così ricomincerò ad allenarmi ad ottobre». Allo stato attuale non ha ancora una moto per il 2017.


Nessuno dei piloti ufficiali Kawasaki della categoria MX2 prenderà parte ai GP degli Stati Uniti. Dylan Ferrandis è chiaramente impossibilitato, e Petar Petrov dovrà subire un intervento chirurgico alla spalla infortunata lo scorso anno prima di entrare in Kawasaki.


Vsevelod Brylyakov ha ottenuto il via libera per tornare in sella, ma preferisce concentrarsi sul tornare in forma per il Nazioni e non correrà prima. Brian Hsu ha corso il suo ultimo GP con Suzuki. Il figlio di genitori ungheresi e taiwanesi, è stato svincolato per il 2017 e Stefan Everts sta cercando di trovargli un posto negli Stati Uniti. L'anno prossimo saranno Jeremy Seewer e Bas Vaessen a formare la squadra ufficiale MX2.


Ad Assen sono state annunciate altre formazioni per lo Schalke Supermotocross.

Romain Febvre, Benoit Paturel e Brent Van Doninck rappresenteranno Yamaha, mentre la Suzuki ha schierato Jake Weimer, Jeremy Seewer e Arminas Jasikonis. 38 federazioni hanno schierato il proprio team per il Motocross delle Nazioni.

 

Ecco le formazioni più importanti:

Francia: Romain Febvre, Benoit Paturel, Gautier Paulin

Stati Uniti: Cooper Webb, Alex Martin, Jason Anderson

Italia: Toni Cairoli, Samuele Bernardini, Michele Cervellin

Gran Bretagna: Tommy Searle, Max Anstie, Shaun Simpson

Svizzera: Valentin Guillod, Jeremy Seewer, Arnaud Tonus

Germania: Max Nagl, Henry Jacobi, Dennis Ullrich

Belgio: Kevin Strijbos, Jeremy Van Horebeek, Clement Desalle

Olanda: Glenn Coldenhoff, Brian Bogers, Jeffrey Herlings

Russia: Sascha Tonkov, Vsevelod Brylyakov, Evgeny Bobryshev

Australia: Kirk Gibbs, Jed Beaton, Dean Ferris

Nuova Zelanda: Cody Cooper, Hamish Harwood, Josiah Natzke

Slovenia: Tim Gajser, Jan Pancar, Jerneu Irt

Estonia: Pritt Ratsep, Harri Kullas, Tanel Leok

Spagna: Jose Butron, Iker Larranana, Jorge Zaragoza

San Marino: Thomas Marini, Andrea Gorini, Bryan Toccaceli

Ultime da Motocross

Da Automoto.it

Hot now

Caricamento commenti...