motocross

Motocross Internazionali d'Italia. Frossard fa il bis a Pietramurata

- Il francese della Yamaha Monster Energy si aggiudica anche la seconda prova davanti a Philippaerts e Cairoli; sorpresa Charlier nella MX2 ma la tabella rossa va a Lupino| M. Zanzani, Pietramurata (Trento)

 

 
Nonostante avesse passato a letto i due giorni che hanno seguito la sua vittoria di Montevarchi, e che si sia presentato ad Arco di Trento ancora piuttosto debilitato, Steven Frossard ha ribadito la sua solida tempra e la sua consistente determinazione firmando una sconcertante doppietta che la dice lunga sulle mire del pupillo di Michele Rinaldi (ascolta la sua intervista).
 

«Ho cercato di guidare pulito e di non prendere rischi - ha spiegato a fine gara il leader del campionato - ma devo dire che sono stato facilitato dall’essere partito davanti. Comunque non mi sono affaticato più di tanto, anche se effettivamente ho cercato di forzare solo nella prima parte di gara perché poi mi è stato sufficiente controllare i miei avversari ed è stato più facile di quanto mi aspettassi». Nella manche MX1 Frossard è spuntato terzo e al quinto passaggio si è portato in testa dopo aver scavalcato David Philippaerts rimanendoci sino al traguardo, nella Elite invece si è subito guadagnato il comando e nessuno è stato in grado di soffiargli il primato.
 


Qualche errore e un po' di sfortuna per Cairoli

 Giornata piuttosto sofferta invece per Antonio Cairoli (ascolta la sua intervista), che non è riuscito a fare meglio di terzo in entrambe le manche. In apertura era partito in testa ma prima è stato vittima nel corso del terzo passaggio di una scivolata causata dall’indurimento degli avambracci e poi è stato rallentato da un sasso incastratosi tra pinza e disco del freno anteriore; in quella successiva, l’unica valida ai fini della classifica del campionato, è spuntato di nuovo in testa ma un allungo un pò eccessivo lo ha indietreggiato in sesta posizione dalla quale non ha rimontato facilmente. Ai fini della classifica finale ora Tony si trova staccato di 105 punti dal capoclassifica e di 65 punti da Philippaerts per cui pur contando sul fatto che il regolamento prevede di poter scartare un risultato d’ora in poi dovrà cercare di non compiere errori di alcun genere se vuole sperare di intascare i 60.000 Euro destinati al primo classificato della Elite.


Davide Guarneri si è inserito anche in questa occasione nel gruppo dei protagonisti piazzandosi due volte quarto nonostante non avesse un grosso feeling con il circuito trentino. Nella manche MX1 si è messo in luce Anthony Boissiere, che ha portato la sua TM ufficiale in terza posizione. A proposito della Casa pesarese, se riusciranno ad accelerare le tempistiche non è escluso che al primo gran premio faccia debuttare l’inedito motore della 250 dotato di trasmissione desmodromica.


Secondo in batteria malgrado i problemi agli avambracci e 17° nella Elite dopo un avvio nelle ultime posizioni non avendo potuto scavalcare un gruppetto di piloti caduti alla partenza, Alex Lupino ha comunque ribadito quanto questa stagione voglia veramente fare la differenza aiutato da una Husqvarna ufficiale sempre più performante; dal Ciclamino è andato via con la tabella rossa di leader della MX2, consolidando ulteriormente le sue aspirazioni.


125

Tabella rossa che nella 125 è rimasta nelle mani dello sloveno Tim Gajser anche se il pilota della KTM Silver Action nella prima manche mentre era solidamente in prima po-sizione è stato appiedato dalla catena saltata a causa di un sasso, ma si è poi rifatto vincendo la frazione di chiusura; la vittoria assoluta è quindi andata al marchigiano A-lessio Della Mora, che ha preceduto Davide Bonini e il ceco Vaclav Kovair.

Classifica MX1
1. Frossard (Yamaha); 2. Philippaerts (Yamaha); 3. Cairoli (KTM); 4. Guarneri (KTM); 5. Boissiere (TM).

Classifica MX2
1. Charlier (Yamaha); 2. Lupino (Husqvarna); 3. Seewer (Suzuki); 4. Chiodi (Suzuki); 5. Zecchina (Yamaha) .

  • 2md, corciano (PG)

    125

    il vero spettacolo sono i ragazzi della 125!
    la gara la fanno e la sentono come se fosse quella della vita...come se fosse la finale del mondiale più mondiale!acch...se potessi tornarmene indietro......
    comunque mi piacerebbe vedere un big che si smaschera a fine gara vestito in maniera irriconoscibile battersi con questi giovani astri nascenti in un modo tale che loro non sentano il timore reverenziale di un professionista affermato in mezzo a loro allora chissà come andrebbe a finire
  • frenchie, Torrebelvicino (VI)

    Arco di Trento

    Bellissima gara con tanto pubblico!!!!
Inserisci il tuo commento