moto nuove e piloti

Yamaha a EICMA c'è e vuole lasciare il segno. Il commento di Andrea Colombi

- E' la fiera della ripartenza. Nico Cereghini ha già fatto il punto sulle assenze e sulle presenze. Tra le seconde si segnala sicuramente Yamaha, che darà ai visitatori tanti, buoni motivi per raggiungere EICMA
Yamaha a EICMA c'è e vuole lasciare il segno. Il commento di Andrea Colombi

Il nostro Nico Cereghini ha già dato ampio spazio, con la consueta tempestività, alla notizia delle assenze pesanti di EICMA. BMW, KTM, ma soprattutto Ducati che negli anni aveva sempre fatto di Milano un palcoscenico internazionale privilegiato per il lancio dei nuovi modelli. 
Giustamente bisogna dare spazio anche a chi nella fiera lombarda crede e là porterà parecchie novità da mostrare in anteprima mondiale alla stampa, ma soprattutto al pubblico italiano. Sì, perché vale la pena ricordare che il nostro Paese è tornato primo in Europa nelle due ruote, recuperando così le posizioni perse nella crisi post 2010.

Tra le aziende che ripongono fiducia totale in EICMA ha sicuramente un posto di rilievo Yamaha. Lo dice chiaramente il Country Manager Italia, Andrea Colombi, nel comunicato che abbiamo ricevuto in questi giorni:
"Siamo molto orgogliosi di essere presenti ad Eicma, come sempre in maniera importante e in sicurezza per permettere a tutti di godere al massimo del tempo speso all’interno dello stand. Il Salone Internazionale del Ciclo Motociclo e Accessori è la celebrazione delle moto e della mobilità, il luogo dove le persone possono connettersi direttamente con le Case e dove la nostra passione vive in tutte le sue sfumature. Yamaha ci sarà sia per il rispetto verso tutti i clienti e gli appassionati, sia per la tutela di un Salone che rappresenta un’eccellenza italiana a livello internazionale. La nostra partecipazione sarà imponente e il mercato a due ruote italiano, che resta il più grande d’Europa, sarà rappresentato dal 90% dei Costruttori, oltre ai  componentisti e alle centinaia di aziende che ruotano intorno alla mobilità.
È chiaro che il valore della fiera sia cambiato e che, probabilmente, il digitale possa essere uno strumento efficace per la presentazione dei nuovi prodotti, ma vivere l’esperienza fisica del brand, poter toccare con mano i mezzi ed entrare in contatto con i piloti e più in generale avere la possibilità di coltivare la passione, carburante evergreen del nostro mondo, non può e non deve essere delegata unicamente al virtuale
".

La Casa giapponese svelerà diverse novità 2022 e allestirà uno spazio dedicato a Valentino Rossi in cui verranno esposte le moto del campione di Tavullia che meglio raccontano la sua carriera e la sua passione.  Novità di questa edizione sarà anche lo spazio Yamaha On Stage sul quale saliranno i piloti più amati e seguiti della Casa di Iwata come Maxime Renaux, Toprak Razgatlıoğlu, Andrea Locatelli, Dominique Aegerter, Francesca D’Alonzo, Alessandro Botturi, Pol Tarrés e Fabio Quartararo.  

Yamaha si trova nel Padiglione 24 stand I52: Moto.it darà la consueta copertura virtuale, ma così sapete anche dove toccare con mano le nuove moto. Detto tra noi: ci aspettiamo grosse novità!

 

  • Feiber, Acqui Terme (AL)

    Per un settore come questo non c'è nulla di meglio che una fiera in presenza dove vedere e toccare i prodotti. Yamaha spero ci sorprenderai con la R9!
Inserisci il tuo commento