mostra aiuto
Accedi o registrati
eicma 2017

Novità maxienduro 2018: BMW, Ducati, KTM, Triumph e Yamaha 2018 a EICMA

- Mancano pochissimi giorni al salone di Milano, ma tra teaser delle Case, articoli di gossip da mezzo mondo qualcosa si inizia a sapere. Ecco le nostre illazioni su quel che si vedrà a Milano. Grandi attese per BMW, Ducati, Honda, KTM, Triumph e Yamaha
Novità maxienduro 2018: BMW, Ducati, KTM, Triumph e Yamaha 2018 a EICMA

Sono il segreto di pulcinella. Parliamo delle enduro stradali del 2018. Sono oggetto di speculazioni da mesi nei forum di mezzo mondo e tra pochissimi giorni, a EICMA 2017, i veli saranno alzati. Le novità sono numerose e riguardano semplici aggiornamenti, ma anche modelli inediti o maggiorazioni di moto già in vendita. 
Della Honda Africa Twin Adventure vi abbiamo appena detto, ora passiamo anche alle altre maxi enduro in arrivo a Milano, presentate in rigoroso ordine alfabetico.

 

BMW F850GS

BMW F850GS

Il progetto della  F800GS risale al lontano 2008. A dieci anni esatti arriva la nuova versione, rivista nell'estetica, nel telaio, ma soprattutto nel motore. Cresce infatti la cilindrata, che ora arriva a sfiorare gli 850 cc per una potenza compresa tra 95 e 100 cavalli. 
Nella foto di MCN si intravede già la nuova veste estetica, più affilata. Sono confermati il motore bicilindrico parallelo frontemarcia, il telaio in acciaio e i cerchi a raggi, con anteriore da 21".
Ipotizziamo il lancio di una versione dalla potenza inferiore (85 cavalli circa), con cerchio anteriore a razze da 19" e sigla differente F750GS, ma con la medesima cilindrata. L'esile codino fa pensare che su entrambe le versioni il serbatoio sia collocato davanti alla sella e non più nella parte posteriore della moto.
 

I documenti Ducati depositati in California

Ducati Multistrada 1260

Di lei si parla addirittura da luglio, quando Ducati depositò presso il California Air Resources Board la documentazione relativa a una moto fino ad allora sconosciuta, la Multistrada 1260. Nelle carte sono citate persino le declinazioni: base, S e Pikes Peak. 
Il nome richiama immediatamente la cilindrata di 1262 cc che ha debuttato sull'ottimo motore della XDiavel. Si affiancherà all'attuale bicilindrico desmo di 1198 cc, che dovrebbe restare invece sulle Multistrada Enduro. Non crescerà - forse - la potenza (pari sempre a 152 cavalli), mentre la coppia massima dovrebbe attestarsi sui 125 Nm, ma a un regime inferiore di circa 2.000 giri. 
A livello elettronico non ci aspettiamo grandi novità, perché già l'attuale Multi ha una dotazione al top con mappe motore, piattaforma inerziale, strumentazione TFT, cornering ABS e sospensioni semi-attive (sulla S). Tra pochi giorni scopriremo se l'upgrade motoristico sarà accompagnato da una rivisitazione estetica della maxi Ducati.

 

La KTM 790 ADV

KTM 790 Adventure

A Milano arriva la 790 Duke col nuovo motore bicilindrico parallelo frontemarcia. Ma, a giudicare dalla moto beccata durante i collaudi, gli occhi degli appassionati non saranno solo per la nuda. Ci aspettiamo infatti anche il debutto della 790 in versione Adventure, già paparazzata in Austria da Motorrad. Da quello che possiamo ipotizzare oggi, a Milano si vedrà però solo una concept, che prefigurerà la versione definitiva, attesa nei concessionari a partire dal 2019. Avrà anche lei il motore parallelo di circa 800 cc, forte di una potenza compresa tra i 95 e i 105 cavalli. Il telaio è in tubi di acciaio, mentre non mancano le sospensioni WP. I cerchi a raggi hanno le classiche misure da fuoristrada, con anteriore da 21 e posteriore da 18 pollici. Nelle foto di Motorrad si vede il classico prototipo nero con parafango basso, ma a EICMA ci aspettiamo un Adventure coi classici colori orange e un cupolino trasparente ispirato a quello della 450 Rally che corre nella Dakar. D'altra parte proprio la moto da gara pare aver guidato la mano di Kiska nel progettare la nuova maxi da enduro.

Triumph Tiger 800 e 1200

Delle maxi inglesi esiste il teaser su Youtube (sopra) che lascia intravedere un importante restyling, che riguarda soprattutto il doppio faro anteriore, che ora prevede un baffo felino a led. E' più moderna e filante anche la fiancata della Tiger, che presenta nuovi fregi in alluminio. Sono nuovi anche i blocchetti elettrici e la strumentazione. Nel caso della 800 la potenza potrebbe crescere sino a circa 100 cavalli, mentre la grossa 1200 conferma la trasmissione a cardano, ma con un peso inferiore di qualche chilo rispetto all'attuale modello.

Yamaha Tenere 700

Yamaha T7 700 Ténéré

L'anno scorso abbiamo tutti ammirato una concept... molto concept e quindi lontana dall'ipotetica industrializzazione. A Milano non vedremo la versione definitiva della T7. Ci sarà invece con molta probabilità un prototipo molto meno racing, ma più vicino alla versione definitiva della nuova endurona stradale della Casa giapponese.
La futura Ténéré 700 è attesa quindi al debutto non prima del 2018. Confermato ovviamente il motore bicilindrico parallelo della MT-07 con una potenza prossima agli 80 cavalli. 

 

  • TheBerro01, Rosignano Monferrato (AL)

    Dopo 25 anni il Domi RD02 è ancora più bello di sti cosi.
  • marci 1952, Milano (MI)

    Per me che non capisco molto, "per non dire nulla" di moto,di queste 3 enduro di media cilindrata,l'unica che potrebbe interessarmi,è la Yamaha Tenere 700.
    Le altre 2 europee, le lascio ai veri esperti di moto.
Inserisci il tuo commento