MotoGP Unlimited, i 10 fatti più interessanti della serie di Amazon Prime Video

MotoGP Unlimited, i 10 fatti più interessanti della serie di Amazon Prime Video
  • di René Pierotti
Dalle parole di Razali su Rossi, al personaggio Miller fino alla parabola di Vinales, ecco alcuni fatti che ci hanno colpito. In queste weekend pasquale in molti che ancora non l'hanno vista possono recuperare la serie tv sul campionato 2021. Moto.it ha messo insieme una lista. Siete d'accordo? Ne avreste messi altri?
  • di René Pierotti
15 aprile 2022

Mentre la stagione 2022 del motomondiale è in pausa, in attesa delle gare europee, facciamo un passo indietro e torniamo alla serie MotoGP Unlimited, prodotta da Amazon Prime Video e che racconta la stagione 2021, vinta da Fabio Quartararo su Yamaha.

Visto il weekend pasquale è l'occasione buona, per chi ancora non l'ha vista, di mettersi in pari e recuperare le otto puntate di questa prima stagione.

Per chi invece l'ha già vista moto.it ha messo insieme i 10 fatti più interessanti emersi durante gli episodi. Siete d'accordo? Ne avreste scelti altri? 

Dal decimo al settimo posto

Per chi non ha ancora visto la serie da qui in avanti ci sono spoiler.

10. Le parole di Razali su Valentino Rossi: il manager del team Yamaha clienti ha raccontato che, prima di averlo in squadra, odiava Rossi a causa di un episodio avvenuto una quindicina di anni prima quando il 46 si rifiutò di firmare un autografo allo stesso Razali. Come detto da Nico Cereghini nel podcast A tutto gas con Zam (qui l'episodio sulla serie Unlimited) Razali "è talmente onesto da rasentare la stupidità". Storia negativa

9. L’infortunio e il recupero di Jorge Martin: questa è la MotoGP, questi sono gli infortuni che subiscono questi atleti. La quotidianità di Jorge Martin è raccontata anche attraverso le tappe del recupero dal brutto infortunio rimediato in Portogallo e che lo porta a saltare quattro gare. Alla fine dell'anno il talento spagnolo avrà vinto una gara e si sarà aggiudicato il rookie of the year. Storia positiva

8. Il primo podio di Aprilia. La crescita di Aprilia è anche l'occasione per conoscere meglio Aleix Espargaro, pilota che ha sposato la causa italiana, focoso, appassionato, sincero. Belli gli scambi con il fratello Pol, bello il fatto che si arrabbi proprio con Pol più che con altri. Bellissima la dedica che fa alla sua squadra dopo il podio di Silverstone. Storia positiva

7. Le troppe cadute di Alex Rins. Il pilota Suzuki in questo 2022 si sta mettendo in luce e nelle ultime due gare ha fatto due podi. Ma nel 2021 l'annata è stata disastrosa e costellata di cadute. Nel racconto di Unlimited poche spiegazioni sul perché Rins abbia tutti questi problemi. Storia negativa

Dal sesto al quarto posto

6. Le vittorie di Bagnaia: si vede anche un po' di quotidianità del 63, molte cose legate al cibo. I pasti durante i Gp, una cena a casa con la famiglia e poi l'arrivo delle vittorie a fine stagione e il recupero sfumato per la caduta nel secondo Misano. Storia positiva

5. Il recupero e il ritorno alla vittoria di Marc Marquez: magari nelle aspettative dei produttori della serie un Marquez protagonista in tutte le gare faceva più gola, magari no. Vederlo recuperare, vederlo fuori dalle piste, vedere il suo recupero e il ritorno alle vittorie è uno dei punti di maggior interesse della serie. Si scopre un Marquez più umano. Storia positiva

4. L’ultimo anno di Valentino Rossi: sicuramente se Unlimited avesse raccontato la stagione 2004, o la 2015, o la 2007, 2008, 2009 il 46 avrebbe avuto un ruolo molto più centrale. Negli otto episodi c'è praticamente un solo acuto in pista: la quarta posizione in griglia nel primo gp dell'anno in Qatar. Per il resto è la celebrazione di un pilota al passo d'addio. La storia di Valentino Rossi è, ovviamente, super positiva, quella di quest'ultima stagione meno

I 3 fatti più interessanti di MotoGP Unlimited

3. Il personaggio Jack Miller: il pilota australiano è quello che, più di tutti, buca lo schermo. Simpatico, divertente ma anche profondo e interessante. Bello lo spaccato sulla sua vita privata e il suo impegno per aiutare i giovani piloti. Chi lo conosce davvero dice che Jack è così. Storia positiva

2. Il titolo di Quartararo: Non poteva mancare il titolo del campione del mondo, del Diablo. Un pilota veloce ma anche una persona delicata quando si toglie il casco. Recentemente ha detto che vuole essere il riferimento della MotoGP, come lo sono stati Marquez e Rossi (qui l'intervista esclusiva realizzata da Zam con Quartararo) ma in uno dei passaggi della serie, a campionato vinto, lo si vede a cena con amici, rilassato e soddisfatto per la vittoria ottenuta: infatti nelle ultime due gare il rendimento è sceso. Storia positiva

1. La parabola di Maverick Vinales: da favorito per il titolo a padre fino alla rottura con Yamaha e al passaggio in Aprilia: per chi scrive è di gran lunga il filone narrativo più interessante della serie. Ha molte sfaccettature, dal privato al pubblico, dallo sport alla psicologia e alla pressione che questi campioni devono subire. Ne emerge un uomo apprezzato per la sua velocità in pista ma a volte fragile, tenero con la compagna e la figlia appena nata. Dopo la rottura con Yamaha guarda la gara dei suoi colleghi su un telefonino (!), neanche una tv o un tablet. 

La storia di Vinales non è né positiva né negativa, ma ancora da scrivere e, se ci sarà una seconda stagione di Unlimited, la sua evoluzione come pilota e come uomo sarà sicuramente uno degli aspetti più seguiti.

E voi appassionati che ne pensate? Quali sono i fatti che vi sono piaciuti di più? Ce ne siamo dimenticati qualcuno?

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now