MotoGP Unlimited svela le tensioni tra Razlan Razali e Valentino Rossi con quell'augurio-maledizione

MotoGP Unlimited svela le tensioni tra Razlan Razali e Valentino Rossi con quell'augurio-maledizione
  • di René Pierotti
Tra il team manager e il 46 non scorreva buon sangue da tempo e l’annata 2021 è stata solo la riprova. A metà stagione Razali avrebbe forzato la mano provando a offrire Morbidelli al team ufficiale visti i guai con Vinales
  • di René Pierotti
15 marzo 2022

Che tra Razlan Razali e Valentino Rossi il rapporto non fosse buono era cosa nota ma a mettere nero su bianco il fatto è stata la serie di Prime Video MotoGP Unlimited, disponibile da ieri (qui la recensione).

Come spesso accade quando escono serie tv che raccontano stagioni sportive passate emergono retroscena e uno dei più interessanti è quello che si vede nel primo episodio quando Razali, team manager del team Petronas e oggi del team With U, racconta un episodio avvenuto una quindicina di anni fa: “Ero un suo grandissimo fan e Rossi era venuto per i test invernali nel 2005 a Sepang. Gli ho chiesto di autografare un libro e lui mi è passato accanto senza dire niente, non mi ha considerato. Ho pensato ‘vieni nel mio paese e mi fai questo? Non vincerai mai più un campionato’, e così è stato” (in realtà Rossi ha poi rivinto nel 2008 e nel 2009, ndr).

“Da lì in poi – ha aggiunto Razali - ho perso interesse nei suoi confronti, finché non c’è stata la possibilità di averlo come pilota. Così è la vita, così è il karma. A lui non l’ho mai detto”.

Una dichiarazione sicuramente poco delicata, rilasciata ad annata 2021 in corso. Una stagione difficile per Rossi, tanto da portarlo al ritiro. E negli episodi di MotoGP Unlimited non mancano frasi e mezze frasi di Razali che esprime il suo disappunto sulle gare del 46. Altre volte invece sottolinea di aver puntato molto su Franco Morbidelli, come a volerlo ergere a pilota principale del team, anche se la moto ufficiale l’aveva Rossi e non Morbidelli.

Razali, dopo l’ottimo 2020, 6 vittorie del suo team contro una dell’ufficiale, si è lamentato anche del supporto fornito da Yamaha nel 2021.

Un altro aspetto controverso che emerge dalla serie riguarda il passaggio di Morbidelli al team ufficiale dopo la rescissione del contratto con Maverick Vinales.

Prima dell’ufficialità, le telecamere di Amazon hanno ripreso una riunione di Razali con due dirigenti del team. Riunione che, visto il tema e le argomentazioni farà discutere.

A Razali viene chiesto perché abbia offerto Morbidelli a Yamaha, come se questa mossa rappresentasse una resa al team factory: “Morbidelli è l’unico su cui possiamo contare” fa notare un dirigente al team manager che risponde che è necessario farlo per mantenere buoni rapporti con Yamaha e che la contropartita potrebbero essere due buoni piloti esordienti.

Le cose poi andranno diversamente perché accanto a Rossi per le ultime gare del 2021 arriverà Andrea Dovizioso, confermato anche per il 2022. Insieme a Dovi arriverà un esordiente che si porterà dietro un bel po’ di polemiche: Darryn Binder.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...