MotoGP 2021, GP delle Americhe a Austin. Marc Marquez primo anche nelle FP2

MotoGP 2021, GP delle Americhe a Austin. Marc Marquez primo anche nelle FP2
Giovanni Zamagni
Il numero 93 è il più veloce anche sull’asciutto, con Jack Miller sempre secondo e Fabio Quartararo terzo. Sesto Pecco Bagnaia, decimo Enea Bastianini, 12esimo Luca Marini, 14esimo Andrea Dovizioso, 15esimo Franco Morbidelli, 17esimo Valentino Rossi e 20esimo Danilo Petrucci. Asfalto in pessime condizioni
1 ottobre 2021

C’è il sole ad Austin, secondo le previsioni potrebbe essere stato questo l’unico turno con l’asciutto. Il clima è quasi tropicale, ma quello che dà fastidio ai piloti è soprattutto l’asfalto, in pessime condizioni: siamo al limite della praticabilità.

Inconcepibile per una pista del motomondiale: le immagini mostrano le moto - tutte le moto - muoversi in maniera evidente e spaventosa in ogni punto della pista, non c’è una staccata dove i piloti non debbano lottare con la moto per tenerla in traiettoria, in nessuna piega la moto sta ferma.

Difficilissimo guidare in queste condizioni, specie se non sei a posto fisicamente. Ma Marc Marquez quando è Austin dimentica tutto, anche i problemi alla spalla destra: è lui il punto di riferimento, l’uomo da battere secondo i suoi rivali.

Effettivamente, Marc ha fatto una FP2 molto convincente, sul passo e sul singolo giro. Con una Honda competitiva in tutte le sue versioni - ogni pilota ha praticamente una configurazione ciclistica differente -, Marquez è quello che ha lavorato di più in configurazione gara, per poi montare la soffice posteriore solo a quattro minuti dalla fine.

Per lui due tentativi, entrambi da pole: il migliore in 2’04”164, 0”015 più veloce di Jack Miller e 0”202 di Fabio Quartararo. La Honda va forte anche con Pol Espargaro, quarto, e con Takaaki Nakagami, quinto, mentre il solo Alex Marquez fatica.

Quartararo di nuovo veloce

Con l’asciutto, è tornato velocissimo Fabio Quartararo, consistente per tutto il turno e terzo con la soffice al posteriore. Quartararo è stato per tutto il turno vicino, in classifica, al rivale in campionato Pecco Bagnaia, alla fine sesto, anche lui impegnato a sistemare la Ducati per la gara. Tra i due è una bella sfida, al momento sembrano avere prestazioni molto simili.

Quartararo continua a fare una bella differenza rispetto agli altri piloti Yamaha, con Andrea Dovizioso che ha fatto però un passo in avanti, chiudendo 14esimo a 0”973, quindi a 0”7 dal capoclassifica del mondiale.

Dovi è sembrato un po’ più a suo agio sulla M1 e ha fatto vedere qualche miglioramento interessante, con Franco Morbidelli immediatamente alle sue spalle: con il bagnato, il morbido si era detto soddisfatto delle condizioni della sua gamba, è da valutare sull’asciuttto. 17esimo Valentino Rossi, staccato di 1”4.

Ducati efficace

Jack Miller continua ad andare forte (aveva fatto podio nel 2019): sembra molto a suo agio con la Ducati su questo tracciato.

Può essere un buon alleato di Pecco, ma sono andati forte anche Jorge Martin (settimo), Johann Zarco (ottavo, a nove giorni dall’operazione al braccio destro) ed Enea Bastianini ottimo decimo. Non male anche Luca Marini, 12esimo.

Mir sempre in difficoltà

La Suzuki ha Alex Rins nono, mentre Joan Mir, con il numero 36 stilizzato come il mitico 34 di Kevin Schwantz, continua a faticare, ed è solo 13esimo.

Passo in avanti per la Ktm, anche se la caduta nel finale di Miguel Oliveira la penalizza in classifica.

Male l’Aprilia, 19esima con Aleix Espargaro (unico pilota in pista), caduto mentre stava facendo il suo attacco al tempo.

I 10 in Q2

Questi i piloti che andranno direttamente in Q2 se nelle FP3 dovesse effettivamente piovere: M.Marquez, Miller, Quartararo, P.Espargaro, Nakagami, Bagnaia, Martin, Zarco, Rins e Bastianini.

GP delle Americhe 2021 - La classifica delle FP2

Pos. Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 341.7 2'04.164  
2 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 346.1 2'04.179 0.015 / 0.015
3 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 341.7 2'04.366 0.202 / 0.187
4 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 343.9 2'04.552 0.388 / 0.186
5 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 341.7 2'04.612 0.448 / 0.060
6 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 340.6 2'04.663 0.499 / 0.051
7 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing Ducati 340.6 2'04.677 0.513 / 0.014
8 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 346.1 2'04.723 0.559 / 0.046
9 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 338.5 2'04.802 0.638 / 0.079
10 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 341.7 2'04.836 0.672 / 0.034
11 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 341.7 2'04.852 0.688 / 0.016
12 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 342.8 2'04.933 0.769 / 0.081
13 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 340.6 2'05.094 0.930 / 0.161
14 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 338.5 2'05.137 0.973 / 0.043
15 21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 338.5 2'05.296 1.132 / 0.159
16 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 340.6 2'05.614 1.450 / 0.318
17 46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 337.5 2'05.631 1.467 / 0.017
18 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 340.6 2'05.682 1.518 / 0.051
19 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 345.0 2'06.209 2.045 / 0.527
20 9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 335.4 2'06.235 2.071 / 0.026
21 27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 341.7 2'06.257 2.093 / 0.022

Argomenti