MotoGP 2021. GP d'Olanda ad Assen. Spunti, considerazioni, domande dopo il GP

MotoGP 2021. GP d'Olanda ad Assen. Spunti, considerazioni, domande dopo il GP
Giovanni Zamagni
Quali sono state le chiavi del GP? E’ stato giusto infliggere un “long lap penalty” a Bagnaia? Cosa è successo tra Zarco e Rins al secondo giro? Quali sono i 3 motivi per ricordare il GP e quali le 3 frasi del weekend?
27 giugno 2021

ASSEN - Spunti, domande e considerazioni dopo il GP d'Olanda 2021.

Quali sono state le chiavi del GP?

  1. La partenza di Vinales. Per vincere, Maverick non doveva sbagliare la partenza. Invece, alla prima curva era quinto;
  2. Il settimo giro. Ci aveva provato al terzo e al quinto giro, ma era subito stato ripassato da Bagnaia, ma al sesto giro, Fabio Quartararo è passato di forza alla curva 12 del sesto giro, riuscendo a mantenere il comando. Nel settimo giro ha preso 0”648 di margine e ha potuto andare in fuga: è stato il momento chiave del GP;
  3. “Long lap penalty” a Bagnaia. Senza la penalizzazione, il podio sarebbe stato alla portata del pilota Ducati;
  4. Le qualifiche di Mir. Il problema è sempre lo stesso, ma ogni volta è determinante: se Mir fosse partito più avanti, si sarebbe potuto giocare quanto meno il secondo posto;
  5. Le difficoltà di sorpasso di Vinales. Maverick fatica molto più di Fabio a passare i piloti davanti a lui: determinante per il GP;
  6. Il contatto Zarco/Rins al secondo giro. Decisivo per Rins, poteva finire sul podio.

Giri veloci in gara (tra parentesi il giro in cui è stato realizzato).

Quartararo 1’32”869 (8); Vinales 1’33”045 (18); M.Marquez 1’33”172 (14); Bagnaia 1’33”173 (12); Mir 1’33”213 (17); Zarco 1’33”234 (16); Miller 1’33”316 (12); Oliveira 1’33”377 (17); Nakagami (1’33”378 (12); A.espargaro 1’33”385 (12).

E’ stato giusto infliggere un “long lap penalty” a Bagnaia?

Sì. La regola è chiara: dopo quattro volte che metti le ruote sul verde, prendi un “warning”, un avvenimento; alla quinta vieni penalizzato. Bagnaia, come ha spiegato, ha messo le ruote sul verde alla curva 12 nel tentativo di resistere prima a Quartararo e poi agli altri piloti.

Cosa è successo a Takaaki Nakagami, secondo al 13esimo giro, quinto al 14esimo, poi nono al traguardo?

Il giapponese del team LCR ha spiegato di aver fatto un errore all’ultima chicane che gli è costato tre posizioni. Poi ha fatto un altro dritto ed è stato passato da altri piloti, perdendo concentrazione.

Cosa è successo tra Zarco e Rins al secondo giro?

Risponde il pilota della Suzuki: “Zarco mi è passato molto vicino e l’unica cosa che ho potuto fare è stata rialzare la moto: se non l’avessi fatto, saremmo caduti entrambi. Credo che Johann abbia uno stile troppo aggressivo”. Il contatto è stato giudicato come “un normale incidente di gara” dallo Steward Panel.

La rimonta di Rins.

2 giro: 22esimo; 5 giro: 21eismo; 6 giro: 20esimo; 8 giro: 18esimo; 10 giro: 17esimo; 14esimo giro: 16esimo; 15esimo giro: 15esimo; 18esimo giro: 14esimo; 19esimo giro: 12esimo; 20esimo giro 11esimo; 26esimo giro: 11esimo.

Perché Jack Miller è stato fermato con la bandiera nera con bollo arancione nel corso del 18esimo giro?

Miller è caduto al 15esimo giro mentre era ottavo. E’ riuscito a ripartire in 18esima posizione, ma la sua moto fumava e per questo è stata esposta la bandiera che indica un problema tecnico. Secondo il team manager Davide Tardozzi è stata una decisione sbagliata, perché la DesmosediciGP non aveva in realtà alcun problema. In ogni caso, sarebbe cambiato poco.

Perché Jorge Martin si è ritirato al 15esimo giro, mentre era 19esimo?

Dopo essere stato a lungo 13esimo, lo spagnolo del team Pramac ha iniziato a perdere posizioni, fino a ritirarsi perché non ce la faceva più fisicamente.

Confronto tra compagni di squadra (tra parentesi in qualifica).

Bagnaia/Miller 5/4 (3/6); Quartararo/Vinales 6/3 (7/2); Mir/Rins 6/1 (1/7); Marquez/P.Espargaro 4/2 (4/3); Binder/Oliveira 3/6 (3/6); Morbidelli/Rossi 4/4 (6/2); Zarco/Martin 5/0 (4/1).

Confronto 2021/2020 dopo otto gare

Quartararo 156/108 (+48); Zarco 122/36 (+86); Bagnaia 109/39 (+70); Mir 101/100 (+1); Miller 100/75 (+25); Vinales 95/90 (+5); Oliveira 85/59 (+26); A.Espargaro 61/22 (+39); Binder 60/58 (+2); M.Marquez 50/0 (+50); Morbidelli 40/77 (-37); Petrucci 26/39 (-13); Rossi 17/58 (-41).

Tre motivi per ricordare il GP

  1. La vittoria di Quartararo;
  2. Le dichiarazioni di Marquez di venerdì;
  3. L’indiscrezione/notizia su Vinales/Yamaha/Aprilia

Tre frasi del GP

  1. Vinales: “Sono molto lontano dal mio potenziale”
  2. Bagnaia: “Per lottare per il titolo devo migliorare io, ma anche la moto”
  3. Rossi: “Aramco? Spero che sia vero e che il principe abbia detto la verità”

Io l’avevo detto

Silvano Galbusera (capo tecnico di Vinales): “Maverick ha provato tante partenze, non dovrebbero esserci problemi”. Vinales, scattato dalla pole, era quinto alla prima curva.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...