GP Olanda

MotoGP 2019 ad Assen, Valentino Rossi: "Uno spiraglio di luce c'è"

- Secondo KO consecutivo per il "Dottore" che, dopo la caduta del Montmelò, ad Assen ha fatto tutto da solo: mentre era 11° è scivolato nel tentativo di superare Nakagami
MotoGP 2019 ad Assen, Valentino Rossi: Uno spiraglio di luce c'è

Secondo KO consecutivo per Valentino Rossi. Dopo la caduta del Montmelò, provocata dallo strike di Lorenzo, ad Assen il Dottore ha fatto tutto da solo.

Partito 14°, stava cercando di recuperare. Era 11° quando nei primi giri ha attaccato Takaaki Nakagami alla curva 8. Valentino era un po’ fuori traiettoria e quando è entrato in curva l’anteriore gli si è chiuso improvvisamente. Rossi è schizzato a terra catapultando nella sabbia anche il giapponese della Honda, che ha riportato qualche problema alla caviglia sinistra.

Valentino, nella tua carriera hai dovuto affrontare diversi momenti difficili, ora quanto devono essere 'larghe' le tue spalle per uscire da questa situazione?

“Sinceramente ieri ero molto deluso: la mattinata era stata decente, ma nel pomeriggio ho davvero faticato (Rossi è rimasto fuori dal Q2 n.d.r.). In questi casi inizi a farti mille pensieri. Oggi però uno spiraglio di luce c’è stato. Nel primo giro lanciato ho fatto 6 decimi meglio del mio giro migliore in prova. Abbiamo trovato qualcosa di buono e in gara c’è stato un miglioramento. Con queste ultime sensazioni positive vado al Sachsenring per cercare di essere competitivo”.

I pensieri di cui parli riguardano la tua Yamaha o il Valentino pilota?

“Il discorso sarebbe ampio. Qui le Yamaha sono andate forte, ce n’erano due sul podio e una ci è finita nella scorsa gara a Barcellona. Quindi dobbiamo metterci a posto noi adesso”.

Il problema è quindi di messa a punto?

“Diciamo che dobbiamo trovare qualcosa che vada bene anche per me. Comunque tre gare fa mi battevo per la vittoria e, nonostante tre zeri, resto ancora la prima Yamaha. Ci sono delle piste dove con questo setting non sono abbastanza veloce. Oggi però in gara mi sentivo bene, potevamo andare forte. Ripeto: è stato davvero un grosso peccato uscire subito di scena, ma quando lotti nel gruppo può succedere”.

Leggi tutti i commenti 164

Commenti

  • pakrm, Rimini (RN)

    La butto li, è solo un mio pensiero, non potrebbe essere che, preso atto del fatto che quest' anno
    per come è nata la moto (Yamaha) e il salto in avanti di Honda e Ducati, abbiano capito che il mondiale non lo vinci (forse qualche gara, ma il mondiale no, al di là del pilota) e la squadra di Rossi si stia già concentrando su qualcosa riguardante la moto 2020 ? Negli ultimi test mi sembra sia stato il primo (se non l' unico) a provare in modo continuativo un nuovo scarico e un codino modificato e l' anno prossimo sarà molto probabilmente il suo ultimo anno e quindi ultima possibilità di vincere. Quindi una volta capito che quest' anno la moto è migliorata si, ma non a livello di Honda e e Ducati, tanto vale provare a giocare d' anticipo per provare a sfruttare l' ultima occasione ?
  • Lucone680, Trento (TN)

    JoJoe, scusami, ma vai a vedere come ho commentato lo strike di Lorenzo a Barcellona, poi fammi tutti gli appunti che vuoi. Io non amo Lorenzo come persona, lo stimo come pilota, e se ti prendi la briga di leggere il mio commento di due settimane fa vedrai che non ne ho parlato male, anzi.
Leggi tutti i commenti 164

Commenti

Inserisci il tuo commento