Video

DopoGP con Nico e Zam: il GP di San Marino 2018

- Netto successo di Dovizioso e sesta vittoria Ducati, la terza consecutiva. Cade Lorenzo quando era secondo al penultimo giro. Giornata trionfale per l’Italia, con Dalla Porta al primo centro in Moto3 e Bagnaia al sesto stagionale in Moto2. Fenati protagonista negativo e squalificato

 

Poco severa la pena a Fenati? Per Zam andava fermato fino alla fine della stagione, per Nico e Bernardelle il gesto è molto grave, ma non c’era la chiara volontà di far cadere Manzi: i 20 bar di pressione sulla leva del freno non sono realistici. Il gesto resta molto grave, e Romano si è giocato la carriera. Più entusiasmante parlare del Dovi e della sua terza vittoria: perfetto il pilota e fortissima la Ducati, che qui non vinceva dal 2007 con Stoner. La rossa ha praticamente monopolizzato le qualifiche e avrebbe meritato la doppietta, il lavoro della squadra organizzata da Dall’Igna è eccellente. In contrapposizione, il nostro Ing. sottolinea il cattivo lavoro di Yamaha, che pare aver perso la bussola pur disponendo di due ottimi piloti e ottime squadre. Il problema sembra essere in Giappone.

Colpisce la differenza di prestazioni di Viñales e Rossi tra il sabato e la domenica: tutta da analizzare. E colpisce altrettanto l’instabilità della Honda di Márquez. Per Bernardelle il settaggio di gara non era perfetto, troppo soffici le sospensioni per provare a rimediare al calo di grip. Márquez, secondo davanti a Crutchlow, porta a 67 il suo vantaggio sul secondo in classifica, che ora è Dovi. Deludente la gara di Iannone, la Suzuki tenuta in alto da Rins. Aprilia e KTM, pur con situazioni molto differenti, raccolgono poco.

Interessanti anche le altre due gare. In Moto2, Pecco Bagnaia ribadisce la sua superiorità e Pasini è quarto; in Moto3 la prima vittoria italiana della giornata con Lorenzo Dalla Porta. Peccato per Bezzecchi, che cade e perde la testa del campionato a favore di Martin. Prossima gara il 23 ad Aragón: Márquez è il favorito sulla pista sinistrorsa, ma Ducati non partirà con meno ambizioni…

 

Guarda la puntata su YouTube

Scarica l'audio della puntata

SONDAGGI

 

 

  • Dominicus

    Ripetuto più volte che mancano 6 gp....ma non sono 5?Boh...
  • cbr600nf, Venezia (VE)

    Queste le parole di Manzi. Potrà sembrare impossibile, ma è vero, che ci crediate o no. Abbiamo anche i dati in telemetria che sono stati mostrati alla Race Direction dopo la gara. E’ un valore più del doppio di una frenata normale. Si arriva su alcune piste anche a fare 12 bar di pressione in frenata, però 20 bar per un freno anteriore è veramente molto".
Inserisci il tuo commento