Portogallo in Moto Guzzi Stelvio

Portogallo in Moto Guzzi Stelvio
Un viaggio bellissimo con la mia" zavorrina" Sabrina, che anche quest'anno oltre ad avere sopportato me, si è fatta tutti quei chilometri (6050) e si è pure divertita!
15 novembre 2011


7/8 ore 7,00 partenza da Castelnuovo ne Monti (RE), fatto passo del Cerreto poi autostrada. Prima tappa 640km Saintes Maries de la mer Camargue, trovata una camera per fortuna, avevo portato anche la tenda ma l'albergo è meglio. Abbiamo fatto anche il bagno e un po' di spiaggia, poi con l'atmosfera gitana della Camargue ristorante con Paella a volontà e musica gipsy live.

8/8 Si parte per Lourdes. A metà viaggio piove, si infila l'antipioggia e si arriva a Lourdes stanchi anche perchè l'autostrada era strapiena. D'obbligo il giro al santuario, molto suggestivo anche perchè pioveva e c'era anche un pò di nebbiolina e questo aumnetava lo stato emotivo. Certo che qundo si ha la salute e ci si lamenta per poco, ci si dimentica spesso che c'è gente che sta peggio e che si affida a viaggi di preghiera e speranza. Noi eravamo li in moto ed in vacanza..ma una preghiera ed una candela non fanno mai male.

9/8 Via sotto la pioggia direzione san Sebastian senza autostrada finalmente. Colazione in un bel paesino ai piedi dei Pirenei, poi sole e da lì in poi sole per il resto della vacanza! San Sebastian è molto bella: spiaggia stile americano, piena di surfisti che attendono l'onda più grossa; mangiamo delle ottime ma care Tapas nella vecchia piazza, che era usata per le corride, le case a ringhiera portano ancora i numeri perchè venivano vendute come palchi per lo spettaccolo ma avevamo deciso di dormire a Bilbao quindi dopo un paio d'ore si riparte, la costa è stupenda e anche Bilbao molto affascinante in stile futurista,che ti porta avanti nel tempo...mi è piaciuta molto!!

10/8 si va per visitare il Gughenaim museum ma poi decidiamo di ripartire vista la fila e ci fermiamo a 150 km da Santiago in un bel paesino di montagna: cena in piazza ottima ad un prezzo irrisorio.

11/8 Santiago di Compostela, altro luogo affascinante, che merita un viaggio..migliaia di Pellegnini..tantissimi a piedi o in mountainbike che arrivavano tramortiti alla meta. Si visita la città poi si riparte nel pomeriggio, destinazione Portogallo.
Avevamo deciso di fermarci al nord e abbiamo optato per Ponte a Barga, dove abbiamo trovato una camera in una villa antica con tanto di piscina per 2 notti, bellissima a 65 euro con prima colazione.Visitiamo il parco ed il giorno seguente la zona, molto bella.

13/8 Si parte per Porto, in tarda mattinata troviamo un albergo in centro con parcheggio comodo, Porto è una città stupenda, palazzi bellissimi, il famoso ponte sul fiume, dove una sponda è occupata dalle cantine del famoso vino..Sandeman ecc. e di fronte una pittoresca e affollatissima zona che a tratti si trasforma in una favela, fatta di case e vicoli stretti e colorati. Bella città e la sera cena in un ristorate elegante con tanto di cantante di fado.

14/8 Si lascia Porto per Coimbra, città universitaria e dalla storia medioevale; molto bella ma qui il caldo si fa sentire (40°). Visitiamo la città poi andiamo a Tomar, pease medioevale con tanto di castello e monastero che domina il paese. Qui tutto ricorda i Cavalieri Templari e le Crociate. Troviamo un albergo economico ma pulito e ceniamo in centro in un bel ristorante..la cucina Portoghese è abbastanza povera..ma ottima..e anche il vino non è male!!

15.8 Visitiamo il castello di Tomar ed il monastero poi si va a Loreto. Arriviamo che sta per iniziare la messa di ferragosto: una preghiera ed una candela poi via per Lisbona passando da paesini molto belli; in serata entriamo a Lisbona, passiamo sotto la statua del Cristo o braccia aperte che domina e protegge la città, troviamo un albergo vcino al Parco Pequeno (arena per le corride) dove ci sono degli ottimi ristoranti.

16/8 Sveglia presto e via a piedi: Lisbona è una città bellissima.Viali immensi che finiscono in dedali di strade e vicoli e poi piazze grandi da cui ripartono strade più piccole. Consiglio di farsi un giro in tram con il 28 che taglia la città, molto bella la zona del castello, da cui si ha una veduta della città che...non vi dico quante foto. Dopo aver girato per il centro seguendo l'itinerario consigliato dalla guida prendiamo la metro per la zone dell'Expo del 98, qui si entra nel futuro e si vede anche il ponte Vasco de Gama, il più lungo d'Europa con i suoi 17 km.Visitiamo l'acquario e ci facciamo un gelato al sole in questo che è il nuovo cuore della città e che comunque si inserice bene nel contesto e che dimostra come il Portogallo dopo anni di dittatura si stia modernizzando e stia a pieno titolo ed al passo con le più grandi capitali dell'Unione Europea. Bravi Portoghesi..forse forse ci avete superato..in pochi anni.
 

17/8 Ultimo giro in moto per la Città per fare colazione in una bella pasticceria e via verso l'Algarve: autostrada e poi costa, il paesaggio è selvaggio, arido e a tratti verde, la strada della costa è in realtà una foresta verde e arida allo stesso tempo. Qui commetto l'errore di non fermari e puntare al sud...in realtà questa è la zona selvaggia che mi avevano raccontato. Al sud Lagos e le spiagge limitrofe sono come la nostra riviera adriatica negli anni d'oro: migliaia di alberghi e costruzioni stile anni70 e miglialia di turisti...che delusione...decidiamo di farci i 3 giorni di mare progarammati altrove.

18/8 Partiamo con l'idea di fare più strada possibile per il rientro in modo ri ritagliarci 3/4 girni di mare in Camargue, il sud della Spagna abbiamo deciso di vistitarlo in una prossima vacanza. Faro, Siviglia e Cordoba per autostrada col caldo che aumenta di ora in ora. A Cordoba lasciamo l'autostrada per una Strada Nazionale per Albacete e qui si toccano i 40° gradi in una lunga strada di 150 km di soli ulivi e qualche sperduto paesino..molto bella..ma che caldo!!
Arriviamo a 80 km da Valencia e troviamo un albergo in un paesino in collina carino e dove c'era una grande festa e accorreva gente da tutta la zona: le bancarelle riempivano in centro e si respirava aria di sagra paesana.

19/8 Si parte, pochi metri..la gomma dietro e quasi sgonfia; la gonfio, non si vedono buchi. Prima sosta a Peniscola, finalmente una bella spiaggia dominata dal castello del Papa Luna ed un bel bagno nel mare limpido. Pranziamo in spiaggia e verso sera ripartiamo per Sitgest dove avevo prenotato una camera.S itgest è una cittadina molto pittoresca e conosciuta come centro di vacanza e ritrovo per gay, la città si è salvata dalle costruzioni anni 70e le spiaggette sono belle, ma abbiamo deciso di fermarci solo una notte...la gomma è da rigonfiare.

20 e 21/8 Ritorniamo dopo 450 km in Camargue, prenotiamo una camera per 2 notti in una masseria bellissima circondati dai famosi cavalli bianchi e dai tori. 2 giorni di mare, rigonfio fa gomma,vado da un gommista perchè non trovo il buco; non ha tempo: mi mette in mano una bottiglietta di acqua e sapone e mi dice "spruzzala tu e cerca il buco"...niente...gomma perfetta., sono 3 raggi allentati che perdono: li tiro e risolvo il problema (ho già avvisato il concessioanrio, visto che la moto è in garanzia).

22 e 23/8 Altri 2 giorni di mare in Costa Azzurra, troviamo alloggio in un Logis con piscina a 2 passi dal mare a Les Issambles. Sole e spiaggia.

24/8 Ultimi 400 km e si rientra in Italia. Prendiamo un pò di pioggia ma non ci fermiamo nemmeno a coprirci, dopo tutto quel caldo! Arriviamo a casa con gli occhi pieni di belle immagini, di paesaggi, colori e gente..che anche se visti in poco tempo, ci portiamo come bagaglio e che sicuramente ci farà crescere e sognare per un bel po'!
Bella vacanza, la consiglio..magari da fare con qualche giorno in più.

Un ringraziamento alla mia" zavorrina" Sabrina, che anche quest'anno oltre ad avere sopportato me, si è sparata tutti quei chilometri e si è pure divertita!

Leonello Boschiroli

Argomenti

Ultime da Viaggi

Caricamento commenti...
Moto Guzzi Stelvio 1200 4V (2008 - 10)
Moto Guzzi

Moto Guzzi
Via E.V. Parodi, 57
23826 Mandello del Lario (LC) - Italia
0341 709111
http://www.motoguzzi.com/it_IT/

  • Prezzo 12.590 €
  • Cilindrata 1.151 cc
  • Potenza 105 cv
  • Peso 214 kg
  • Sella 840 mm
  • Serbatoio 18 lt
Moto Guzzi

Moto Guzzi
Via E.V. Parodi, 57
23826 Mandello del Lario (LC) - Italia
0341 709111
http://www.motoguzzi.com/it_IT/

Scheda tecnica Moto Guzzi Stelvio 1200 4V (2008 - 10)

Cilindrata
1.151 cc
Cilindri
2 a V
Categoria
Enduro Stradale
Potenza
105 cv 77 kw 7.500 rpm
Peso
214 kg
Sella
840 mm
Inizio Fine produzione
2008 2010
tutti i dati

Maggiori info

Ultimi articoli su Moto Guzzi Stelvio 1200 4V (2008 - 10) e correlati