SBK 2024. GP dell'Emilia-Romagna. A Misano Toprak Razgatlioglu domina Gara1

SBK 2024. GP dell'Emilia-Romagna. A Misano Toprak Razgatlioglu domina Gara1
Carlo Baldi
Toprak si impone davanti a Bulega e Bautista. Quarto Locatelli e settimo Iannone. Uno stoico Petrucci termina la gara in nona posizione. A punti anche Bassani, Pirro e Rinaldi
15 giugno 2024

Il dominio di Toprak Razgatlioglu ha reso noiosa la prima gara del WorldSBK disputata oggi al Misano World Circuit. Il turco della BMW ha atteso quattro giri prima di superare Remy Gardner, partito come un missile, e portarsi al comando. Una volta in testa il talento di Alanya è stato costantemente più veloce dei propri avversari diretti, che sono stati i due piloti Aruba.it Racing Ducati Nicolò Bulega ed Alvaro Bautista.

Toprak lo aveva detto più volte nei giorni scorsi: voglio vincere tutte e tre le gare e l’autorevolezza con la quale si è aggiudicato Gara1 lascia poche speranze agli altri piloti. Gli unici che hanno provato a resistergli sono stati prima Bautista e poi Bulega, con il rookie che nel corso dell’ottavo giro ha superato il suo titolato compagno di squadra, ma non è riuscito a diminuire il gap che lo separava da Razgatlioglu. Ci si aspettava di più dai due ufficiali Ducati, ma hanno entrambi dato l’impressione di non avere il ritmo giusto per provare a vincere.

Ennesimo quarto posto per Andrea Locatelli, che ha condotto una gara regolare ed ha superato Gardner nell’undicesimo per poi mantenere la posizione.

Alex Lowes non sbaglia nulla e porta la Kawasaki al quinto posto, davanti a Gardner che ha fatto la gara del gambero, ma riesce comunque a portare a casa una buona sesta posizione. Ci si aspettava di più anche da Andrea Iannone, che è però rimasto sempre nelle retrovie e che alla fine si è dovuto accontentare della settima piazza, davanti a Michael Van der Mark.

Danilo Petrucci non smette di stupire e nonostante i forti dolori alla spalla non solo è riuscito a concludere la gara, ma ha anche conquistato un’ottima nona posizione, precedendo un volitivo Iker Lecuona, l’unico pilota Honda ad essersi messo in luce oggi, mentre il suo compagno di squadra Xavi Vierge è caduto al primo giro.

Axel Bassani chiude undicesimo proseguendo positivamente nel suo apprendistato sulla Ninja, alle sue spalle Garrett Gerloff e la coppia Ducati formata da Michele Pirro e Michael Ruben Rinaldi, che porta a casa due soli punti sulla pista dove in passato aveva ottenuto due grandi vittorie.

Piove sul bagnato per Jonathan Rea, caduto rovinosamente al secondo giro e portato al centro medico per accertamenti. Oltre al sei volte campione del mondo non hanno visto la bandiera a scacchi anche Sam Lowes, Aegerter e MacKenzie.

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese