SBK 2022. GP del Portogallo, Jonathan Rea vince gara2 all’Estoril

SBK 2022. GP del Portogallo, Jonathan Rea vince gara2 all’Estoril
Carlo Baldi
Prova di forza di Jonathan Rea che piega Bautista solo all’ultimo giro. Razgatlioglu cede nel finale ed è terzo. Quinto Locatelli e settimo Bassani davanti a Rinaldi
22 maggio 2022

A differenza di ieri quando Rea e Razgatlioglu avevano lottato ad ogni curva, favorendo il recupero di Bautista, quella odierna è stata una gara più tattica, che si è vivacizzata solo nelle fasi finali quando il sei volte campione del mondo e lo spagnolo della Ducati si sono contesi la vittoria sino all’ultima curva, mentre Toprak era costretto a rallentare probabilmente a causa di un usura delle gomme figlia di un assetto non certo perfetto. Nel giro finale capolavoro di Jonny che passa Bautista e tiene la corda di tutte le curve rimanenti, anche quando la copertura posteriore della sua Ninja fuma e sembra perdere aderenza. Al contrario di quanto era successo ieri con Toprak, oggi Bautista non è riuscito a sfruttare l’allungo della sua Panigale V4 in uscita dall’ultima curva e sul rettilineo finale la Kawasaki numero 54 ha tagliato per prima il traguardo con quasi due decimi sulla Ducati numero 19. 

Ancora una volta il Cannibale ha mostrato tutta la sua grinta e la sua inesauribile fame di vittorie, ed ora la classifica del campionato vede Bautista in testa con 17 punti di vantaggio su Rea e ben 52 su Razgatlioglu, ancora a digiuno di vittorie. 

 

Bautista ha portato a termine una gara quasi perfetta, senza mai rischiare più di tanto e spingendo forte solo nelle fasi finali, portandosi in testa con l’obiettivo di acquisire quel vantaggio che gli avrebbe permesso di raccogliere la sua quinta vittoria stagionale. Ma aveva fatto i conti senza la rabbia agonistica di Rea. 

Dietro ai tre dominatori si è distinto Alex Lowes che nelle fasi iniziali ha risalito la classifica sino a portarsi in terza posizione davanti a Bautista, con il chiaro intento di portare via punti preziosi agli avversari del suo compagno di squadra. Ci è riuscito sin quasi a metà gara, quando Bautista lo ha passato ed Alex ha iniziato a perdere contato con il trio di testa, concludendo comunque al quarto posto, davanti ad Andrea Locatelli, che non si è invece mai inserito nella gruppo di testa. Sesto posto per IkerLecuona che ha dato spettacolo all’ottavo giro domando con un rodeo la sua Fireblade imbizzarrita. Buona la gara di Axel Bassani che ha preceduto Michael Ruben Rinaldi che conclude con un ottavo posto un weekend anonimo. I due Xavi, Vierge e Fores completano la top ten. Quindicesimo Luca Bernardi che porta a casa un punticino. 

Hot now

Caricamento commenti...

Hot now