Sport nazionale

MBE 2020: aperte le iscrizioni al Campionato Italiano Aprilia Sport Production

- Cinque doppie gare. Primo test al Mugello il 9 maggio con Aprilia All Stars
MBE 2020: aperte le iscrizioni al Campionato Italiano Aprilia Sport Production

A Motor Bike Expo 2020 si aprono le iscrizioni del Campionato Italiano Aprilia Sport Production 250. Dopo l'annuncio ad EICMA 2019, in cui sono state divulgate le caratteristiche tecniche del campionato, qui a Verona arrivano anche i dettagli economici e logistici della serie, articolata su cinque prove.

Prodotta dal partner tecnico Ohvale - azienda veneta leader nel mercato delle moto di piccole dimensioni - la Aprilia RS 250 SP è in vendita al prezzo, assolutamente competitivo, di 9.700 Euro più IVA, cifra che contribuisce a raggiungere l’obiettivo più importante del Campionato Italiano FMI Aprilia Sport Production, ossia rendere la pratica del motociclismo accessibile a un pubblico di appassionati il più vasto possibile.

Per partecipare al Campionato Italiano FMI Sport Production è sufficiente aver compiuto 11 anni ed essere in possesso della licenza FMI Miniroad (fino ai 13 anni di età) o licenza FMI Velocità (dai 14 anni). Per iscriversi è sufficiente collegarsi al sito www.civ.tv e compilare l’apposita modulistica disponibile nella sezione CIV Junior.

L’iscrizione al Campionato ha un costo agevolato di 1200 Euro più IVA, mentre l’iscrizione alle singole gare (wild card) ha un costo di 250 Euro più IVA.

Il Campione Italiano FMI Aprilia Sport Production entrerà a far parte di un progetto curato da Aprilia Racing di crescita e valorizzazione sportiva che è il primo passo di ogni carriera da professionista. Sempre in questa ottica, la Federmoto offrirà al vincitore dell’edizione 2020 l’iscrizione gratuita a un Campionato FMI 2021.

La prima edizione del nuovo Campionato si inserisce nel programma del Campionato Italiano Velocità - CIV Junior e si svolgerà su un calendario di cinque appuntamenti, ognuno dei quali prevede due gare, precedute da due sessioni di prove libere e due sessioni di qualifiche. Si parte da Varano il 7 giugno, a cui seguiranno le date di Modena (5 luglio), Magione (19 luglio), Ortona (6 settembre) e Adria (19 ottobre).

Prima dell’avvio del Campionato è prevista una giornata di test gratuita e obbligatoria per tutti i piloti iscritti. Una giornata veramente speciale - e su un circuito di caratura mondiale, quello del Mugello - che si terrà sabato 9 maggio in concomitanza con la grande festa di Aprilia All Stars. In questo modo tutti i giovani piloti al via avranno la possibilità di muovere i primi passi in sella alla RS 250 SP seguiti da tecnici federali e piloti “coach” messi a disposizione da Aprilia Racing.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “Dopo aver svelato la moto lo scorso novembre a Milano, con grande soddisfazione presentiamo per il 2020 il Campionato Italiano FMI Aprilia Sport Production. Un progetto ambizioso, realizzato insieme ad Aprilia Racing, per un nuovo Campionato che sarà inserito all’interno del CIV Junior. Una competizione che, grazie alla presenza della casa di Noale, permetterà di migliorare il nostro costante impegno nella formazione dei giovani, rappresentando anche un’importante palestra per futuri campioni. Un progetto che conferma la sinergia con tutto il Gruppo Piaggio, già evidenziata dai buoni risultati del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance”.

Massimo Rivola, AD Aprilia Racing: “Finalmente si parte! Per Aprilia Racing è un momento di eccezionale importanza, torniamo a parlare ai più giovani, a farli divertire in pista, a coltivare una passione alla ricerca di nuovi talenti. E lo facciamo nel modo migliore, con una moto pensata per far crescere gradualmente nuovi piloti, assicurando a tutti il massimo divertimento e con un partner straordinario come la Federazione Motociclistica Italiana. Sarà un campionato vero che avrà un prologo straordinario il 9 maggio al Mugello, i nostri ragazzi proveranno la moto su una delle piste più belle del mondo e circondati dalla atmosfera della grande festa Aprilia All Stars e da grandi campioni che hanno fatto la storia del motociclismo mondiale, credo che non si possa immaginare un debutto più affascinante”.

  • PyroSpherA, Vietri sul Mare (SA)

    Parere di esponente FMI citato in articolo potrebbe aver senso solo con altro previo parere di stessa origine (cioè FMI).
    Settore motociclistico di Aprilia è separato da altre produzioni su due ruote. Aprilia è un marchio eguale ma distinto per ciascun relativo genere di oggetti, cioè: motocicli e motociclette Aprilia sono marcati eguali ad altri motoveicoli ma in non comunanza in azienda. Anche per questo motivo, Aprilia è soltanto presente entro gruppo economico Piaggio, non appartenente. Sinergia di tal gruppo in definitiva può consistere in più proficua reciproca non interferenza, mentre internamente ad Aprilia sinergia consiste in più agevole mantenimento di distinzioni - separazioni. A riguardo menzione fatta da Presidente FMI sarebbe realtà solo terminandosi o avendosi terminato da Piaggio stessa commercio massivo di ciclomotori destinati a vie, non corridoi né paraggi interni, di Europa, luogo ove ormai finiti i periodi di caldi tropicali eccezionali che a volte rendevano impraticabile piena opportunità di motociclismo, da anni stabilmente inevitabilmente sostituiti dagli episodi stagionali (estivi prettamente) torridi tipicamente occidentali e caratteristici dei deserti di Estremo Ovest - Ovest...
    Gruppo finanziario FCA ha ristretto non solo in Italia già da tempo proprie ambizioni per i motori diesel, causa condizioni eventuali o non eventuali di gelate maggiori e diffuse; da Piaggio sarebbe dovuta accadere completa rinuncia a mercato europeo per ciclomotori e questa sarebbe stata una sinergia in effetto già tale con Aprilia.
    (In mancanza di ciò, i prodotti Aprilia per motociclismo rigorosamente non sport ma da produzione sport rappresentano per Piaggio il simbolo esterno di nuova età negata ai ciclomotori e non negata per motoveicoli con sola funzione parziale di ciclomotori ed esclusivamente a tre ruote, insomma un presente-futuro di Colonia Penale non solo di necessarie Cautele Giudiziarie, purtroppo da Piaggio stessa ignorate non da tutta Aprilia... ma non bisogna confondersi con funzionalità di 'ciclomotoraggio' — che in italiano non si dice 'ciclomotore' e in inglese si può dire con: "cyclemotor" (lettera 'e' non 'o' indica dinamica in più di statica medesima; ...ribadisco: termine che non equivale –né sostituisce – a parola italiana 'ciclomotore') assieme ad altro detto— insomma funzionalità ciclomotoraggio cioè peculiare uso del motore quale sonda ambientale è di motocicli e motociclette e di niente altro può né potrebbe in spostamenti motorizzati via-terra (non si dice strada-terra e per motivo tecnico oltre che tecnologico). Difatti i ciclomotori segnano impossibilità relative non assolute ambientali in incepparsi di meccanica oppure meccanico cioè direttamente col fuori-uso del ciclomotore stesso (col ciclomotore direttamente fuori uso!). Invece, variamente, cioè tramite sonda-motore od anche solo sonda-mezzo di intero motoveicolo, motocicli e motociclette sono, anche in ciò, mezzi variamente adattativi pure in sole possibilità di assetto ovvero fanno da sonde per ancora-uso finché impossibilità ambientali relative e quindi per post-uso allorché (non quando, prima di esserne...) impossibilità ambientali assolute.)
    Il campionato "Production Sport" è l'accesso più semplice per intender esclusività motociclistica; in tal caso esso per il gruppo Piaggio fa da altrui 'comando' ("diktat"...) di aziendale non solo statale divieto a continuare con la vendita di precarietà, cioè di oggetti ciclomotori, di fatto tutti men che precari, proprio inadatti a vie del Continente del Pianeta tutto in Emisfero Nord, l'Europa. A far da premio-buona-uscita nella Nuova Colonia Penale per gli "stakanovisti piaggio" ci sarebber biciclette a motore (che han ciclo non sottoposto a motore ma di cui impiegano non integrano (!) forza motrice - macchina e quindi non son motocicli né motociclette)... Le S.P. di Aprilia -
    motociclismo son opportunissime per inventarci il motorsport sopra e a bordo. L'esatto rovescio della medaglia, come si suol dire... E allora, cosa ne sarà dei "ciclomotoristi - stakanovisti - ... aprilia"? Già pronti essi tutti ad abbandonare il mondo del motociclismo?

    MAURO PASTORE (Ex socio FMI. )
Inserisci il tuo commento