enduro

Il Moto Club Chieve presenta il team della Sei Giorni 2013

- Alla mitica Sei Giorni sarda parteciperà anche la compagine cremasca che correrà tra i Club con tre piloti. Tra di loro anche Angelo Crippa, amministratore delegato di KTM Italia
Il Moto Club Chieve presenta il team della Sei Giorni 2013


Il Moto Club Chieve presenta il team della Sei Giorni 2013

Alla mitica Sei Giorni sarda parteciperà anche la compagine cremasca che correrà tra i Club con tre piloti. Tra di loro anche Angelo Crippa, amministratore delegato di KTM Italia.

Chieve (Circolo Boldori), 16 settembre 2013 – Gigi Bianchetti (presidente del Moto Club cremasco) ha presentato ai soci, agli appassionati e alla stampa la squadra di enduro che vestirà i colori del Moto Club Chieve alla Sei Giorni di Enduro che si correrà in Sardegna dal 30 settembre al 5 ottobre.
La Sei Giorni è la prestigiosa gara di fuoristrada che chiude la stagione dell’Enduro internazionale ed è riservata alle squadre che rappresentano la propria nazione (in pista con i piloti più forti che si sono messi in luce nel Mondiale).
Alla Sei Giorni partecipano anche i club e, tra questi, un posto speciale è quello del Moto Club Chieve che porterà la simpatia e il folklore cremaschi nella lussureggiante Gallura.
La Sei Giorni 2013 è speciale sotto diversi punti di vista. È la Sei Giorni del centenario, pochissime altre competizioni motoristiche vantano una tradizione così lunga. E proprio l’Italia è stata scelta dalla Federazione Motociclistica Internazionale per ospitare questa corsa affascinante, ma anche molto impegnativa.
Sono previsti infatti oltre 250 km al giorno di vero Enduro, con prove speciali lunghe e a tratti tecniche. L’ultimo giorno i piloti arriveranno a Tempio Pausania per la manche finale di Motocross. Ben 636 gli iscritti alla Sei Giorni, provenienti da 36 Paesi; 140 i Club in gara, tra cui il Chieve.

Roberto Rossi ha animato la serata insieme a Gigi Bianchetti
Roberto Rossi ha animato la serata insieme a Gigi Bianchetti


Il Moto Club Chieve schiera una compagine ben assortita: a due piloti di grande esperienza (Angelo Crippa e Pierluigi Ghislandi, entrambi su moto KTM) affianca un giovane emergente che nel 2013 ha ottenuto importanti risultati a livello regionale e nazionale (Luca Ghislandi in sella alla Husaberg).
La gara per loro sarà anche un corsa contro il tempo per riprendersi da recenti infortuni; Pierluigi Ghislandi tornerà infatti in moto proprio in Sardegna, dopo 40 giorni di stop dovuto a un infortunio alla gara benefica di Gorle.
A una settimana dal via i preparativi procedono comunque alla grande, le moto sono pronte e gli allenamenti in palestra e in bici dei tre piloti proseguono a spron battuto.
Il capitano della squadra sarà Angelo Crippa, l’amministratore delegato di KTM Italia che alla giacca da manager alterna appena può la maglia da Enduro.
Il Moto Club Chieve alla Sei Giorni riceverà l’importante supporto di Acerbis, Scott e Airoh, mentre all’assistenza sul campo di gara penseranno gli uomini del Chieve e di KTM Italia (con Roberto Curnis, Gigi Bianchetti, Roberto Rossi e i ragazzi del Moto Club).

Gli appassionati al Circolo Boldori
Gli appassionati al Circolo Boldori


La simpatia e la leggendaria goliardia del Chieve hanno reso unica la presentazione del team al Circolo Boldori.
Le maglie ufficiali sono state mostrate in un secondo tempo, prima i tre piloti sono stati vestiti con tutto il necessario per affrontare – in sicurezza – un cantiere edile.
Un messaggio forte e chiaro alla squadra: alla Sei Giorni sarà dura arrivare alla fine, i nostri tre dovranno rimboccarsi le maniche e sopportare crampi, stanchezza e vesciche.



Angelo Crippa: “Correre la Sei Giorni è il sogno di ogni endurista, sarà un’esperienza che ricorderemo tutta la vita. Ed è ancora più importante perché corriamo in Sardegna, una regione bellissima che in questi anni ha bisogno di risollevarsi anche economicamente. Una gara così importante sicuramente porterà una boccata d’ossigeno, anche per questo il Moto Club Chieve e KTM Italia sono felici di partecipare e ricambiare l’ospitalità che i sardi hanno avuto nei nostri riguardi durante l’inverno. La Sardegna ha infatti ospitato i piloti KTM durante gli allenamenti pre-campionato. Inoltre gli stand KTM per ogni vendita tratterranno 1 euro da devolvere in beneficenza. Per quanto riguarda la gara vera e propria mi sto allenando con tanta palestra per arrivare in fondo alla Sei Giorni. Ringrazio Gigi e Roberto Curnis che stanno seguendo tutta la preparazione, Angelino Ghislandi e Scarpellini per il loro supporto”.

Pierluigi Ghislandi: “La sfida della Sei Giorni nasce da una cena al Moto Club. Ci siamo iscritti quasi per caso, ma ora ci crediamo sul serio e vogliamo finire la gara. Il nostro obiettivo è arrivare al traguardo con un risultato dignitoso. Purtroppo non vado in moto dal mio incidente di Gorle, ma a Olbia stringerò i denti e non mollerò. Confido molto nei miei soci: Luca è la nostra punta di diamante, mentre Angelo si sta allenando ed è già in forma. Non voglio deluderli”.

Luca Ghislandi: “Quando mi hanno proposto la Sei Giorni, non ci volevo credere. Ora però sono carico e gasatissimo. Per me è un dovere finirla e finirla bene. Per questo mi sono allenato tanto, questa estate ho rinunciato anche al mare per dedicarmi al motocross con la mia Husaberg”.
 

  • enzo lo presto, Milano (MI)

    in bocca al lupo!

  • luigi.bianchetti, Capergnanica (CR)

    forza ragazzi

    forza ragazzi sara un avventura fantastica per tutti e tre che avete accetato la sfida , grandissimi.
    e un grazie anche a andrea perfetti bravo.

    mola mai e so gassssss
Inserisci il tuo commento