Motocross

Europeo Motocross a Bosisio Parini

- Campionato Europeo Motocross Classi 85 e 125cc, 10 - 11 maggio a Bosisio Parini (LC)
BOSISIO PARINI (LC) - Su questo circuito la F.M.I. e la U.E.M., le federazioni italiana ed europea, hanno scelto senza alcuna esitazione di tornare dopo l’annullamento forzato dello scorso anno a causa della pioggia che aveva reso impossibile non solo entrare sul circuito ma anche la circolazione su alcune strade. E’ qui, su questo teatro, che il Campionato Europeo di Motocross ha visto la sua collocazione ideale per la prova italiana. E’ da qui, dunque, che assisteremo al grande spettacolo che solo questo torneo una volta ogni anno sa regalare. Sono centinaia i ragazzi che da tutta Europa arriveranno a Bosisio per confrontarsi sulle due classi designate dalla Federazione Motociclistica Italiana. Il Gran Premio d’Italia Feat Group spa, organizzato dal Motoclub Parini in collaborazione con il promoter Italia Enterprise e la F.M.I., è valido come quarta prova in calendario per la classe 125cc. e la prima della 85cc. aggiungendo anche l’annullamento della prima prova portoghese dello scorso 23 marzo dove era in programma la ottavo di litro. Assisteremo, quindi, al debutto europeo della più piccola classe 85cc. che inizierà il suo cammino 2003 proprio da Bosisio Parini il secondo fine settimana di maggio, precisamente il 10 e l’11, con una rosa di nomi azzurri ritenuti dalla FMI molto interessante ma al momento ancora non stilata, non essendosi ancora svolta l’ultima selezione dei piloti interessati al torneo continentale. La storia di questo campionato ci racconta di alti e bassi che hanno caratterizzato i colori italiani: la classe 85 giunta alla quinta edizione dalla sua nascita ha visto assegnare i titoli solo a due francesi, un estone e un belga, mentre la 125, nata nel 1988, è stata per noi azzurri la classe più generosa regalandoci ben sette titoli dei quindici assegnati. Nel 1988 l’allora diciassettenne pilota veneto Annunzio Fanton (Honda) fece subito suo il primo alloro europeo della storia. Due anni dopo il titolo ritornò in Italia grazie a Rostagno (Suzuki) e nel 1991 ancora con il giovane e travolgente bresciano Chicco Chiodi (Ktm) che fece sue ben 12 delle 15 manche disputate nel corso della stagione. La conquista del titolo ad opera del bolognese Massimo Beltrami (Honda) nel 1992 segnò la fine della prima parte positiva dell’Italia. Una pausa che fortunatamente è stata interrotta dopo appena quattro anni dal pilota perugino Thomas Traversini (Husqvarna) nel 1996, con l’immediata replica dell’aretino Fabrizio Dini (Honda) nella stagione successiva. Sono passati altri quattro anni bui per l’Italia senza aver più avuto protagonisti assoluti nella 125, sino al 2002 quando un sorprendente Luca Cherubini, ventitreenne maceratese, aggiudicandosi una sola delle otto manche disputate, non rompe il silenzio riportando in Italia questo atteso titolo continentale. La prima prova del 2003 non è partita nel migliore dei modi e, salvo sorprese della seconda prova in programma il 26 aprile in Ucraina, a Dnipropetrovsk, per i nostri ci sarà bisogno più che mai del sostegno e del calore degli sportivi italiani per agguantare una vittoria e una posizione a noi più di altri possibile. Non saranno pochi i piloti azzurri al via di questa prova lecchese che insieme agli iscritti di San Marino dovrebbero essere oltre una ventina. Non basterà, forse, essere in tanti per garantirsi un campionato, ma c’è una regola che vale sempre: "Chi ben comincia è a metà dell’opera", ecco perché sarà importante essere in tanti anche a sostenere i nostri piloti a Bosisio, a iniziare dalla 125 con il perugino Manuel Monni che nella prima prova francese ha dimostrato di avere le carte in regola per ambire alle posizioni più alte della graduatoria, quindi gli emiliani Alex Salvini e Mirco Bartolini, i lombardi Matteo Aperio, Angelo Pellegrini, Roberto Lombrici, Giordano Manzoni, il marchigiano Marco Animento, il veneto Daniel Boscolo, il piemontese Simone Baima Besquet. Non siamo, al momento, in grado di fornire nomi circa la composizione dello squadrone azzurro che prenderà il via nella più piccola classe 85 che dubutterà proprio a Bosisio. ► BIGLIETTI Sabato biglietto unico 5 Euro - Domenica 15 Euro intero e 10 Euro ridotti ► SUPPORTERS - Il Gran Premio d’Italia Feat Group spa, valido come prova del Campionato Europeo di motocross, ha trovato il sostegno di un gruppo di aziende di primaria importanza, che hanno creduto nel valore promozionale di questa manifestazione e nelle capacità organizzative del Moto Club Bosisio, e sono: TOMMASELLI, DELL’ORTO, MAURI TRAFILERIA, CORTI AUTOTRASPORTI, B. & P. RICAMBI, DOMINO COMANDI MOTO, GEL VITERIE. ► COME RAGGIUNGERE BOSISIO PARINI (LC) DA GENOVA direzione Milano, proseguire per Venezia uscita Sesto S. Giovanni quindi la Suparstrada Milano-Lecco, uscita Bosisio Parini. DA BOLOGNA direzione Milano, proseguire per Venezia e seguire poi le indicazioni per Lecco. A Calco seguire le indicazioni per Como fino a Nibbiono dove si entrerà nella Superstrada Milano-Lecco, uscita Bosisio Parini. DA VERONA direzione Milano, uscire a Bergamo e seguire le indicazioni per Lecco quindi la Superstrada Lecco-Milano con uscita Bosisio Parini. DA COMO direzione Lecco, a Cesna Brianza seguire le indicazioni per Bosisio Parini. Alla chiesa di Bosisio girare a sinistra e proseguire fino al crossdromo. ►TUTTE LE INFORMAZIONI SUL SITO DEL MOTOCLUB PARINI: www.motoclubparini.it A chi risulterà impossibile seguire la manifestazione da Bosisio, o magari vuole avere altre e importanti informazioni sull’evento europeo siano esse di carattere geografico o tecnico, ricettivo o sportivo, c’è la possibilità di ottenere tutto il necessario attraverso il sito Internet della società sportiva che gestisce questa manifestazione: è www.motoclubparini.it - il sito è molto ricco di informazioni di vario genere, prezzi, biglietti, orari, classifiche, iniziative e tanto altro ancora. ► PROGRAMMA “TIME TABLE” SABATO 10 MAGGIO Ore 10,00 Prove libere classe 85cc. Ore 11,20 Prove libere classe 125cc. Ore 13,30 Prove libere classe 85cc. Ore 14,30 Prove libere classe 125cc. Ore 15,30 Qualificazioni classe 85cc. Ore 17,10 Qualificazioni classe 125cc. DOMENICA 11 MAGGIO Ore 08,55 Warm-up classe 85cc. Ore 10,05 Warm-up classe 125cc. Ore 11,40 1ª Finale classe 85 (15’ + 2 giri) Ore 13,30 1ª Finale classe 125 (30’ + 2 giri) Ore 14,30 2ª Finale classe 85 (15’ + 2 giri) Ore 15,30 2ª Finale classe 125 (30’ + 2 giri) Ore 16,30 3ª Finale classe 85 (15’ + 2 giri) NUMERI UTILI ► MOTO CLUB PARINI: Piazza Vittoria, 5 - 22040 Bosisio Parini (LC): tel./fax (+39) 031.865424 sede - 031.865490 - tel. Circuito 031.876196 - E-mail: mail@motoclubparini.it ► UFFICIO STAMPA EUROPEO MOTOCROSS: Claudio Orlandani Tel./fax (+39) 0571.542818 - Gsm. 338.8335830 - E-mail: giorlandani@elenet.it ► ITALIA ENTERPRISE: tel. (+39) 0331.661673 - italia_entrerpise@tin.it - Lonate Pozzolo (VA) ► CLASSIFICA CAMPIONATO EUROPEO MOTOCROSS 2003 CLASSE 125 DOPO LA 1ª PROVA: 1. Leuret P. (F-Ktm) punti 50; 2. Allier T. (F-Ktm) 35 ; 3. Nagl M. (D-Ktm) 34; 4. Renet P. (F-Yamaha) 34; 5. Pourcel S. (F-Kawasaki) 33; 6. Zaremba J. (CZ-Ktm) 33; 7. Manuel Monni (I-Honda) 32; 8. Boissiere A. (F-Kawasaki) 29; 9. Bucenec T. (SK-Ktm) 27; 10. Leok A. (Est-Ktm) 23; 15. Alex Salvini (I-Suzuki) 9; 24. Matteo Aperio (I-Yamaha) 1. ► CALENDARIO CAMPIONATO EUROPEO CLASSE 125 23 Marzo PORTOGALLO (annullata) 06 Aprile FRANCIA 26 Aprile UCRAINA 11 Maggio ITALIA (Bosisio Parini) 15 Giugno ESTONIA 17 Agosto SLOVENIA CLASSE 85 11 Maggio ITALIA (Bosisio Parini) 15 Giugno PORTOGALLO (annullata) 24 Agosto BULGARIA ► IL CROSSDROMO BORDONE Il Crossdromo Bordone di Bosisio Parini sorge su di un’area boschiva di oltre 200.000 mq, di cui 60.000 utilizzati dalla pista e dalle strutture di servizio. La pista da una prima lunghezza di 800 metri con un cancelletto di partenza per 14 piloti si è poi allungato fino ai 1.400 mt con un cancello di partenza per 30 posti per raggiungere l’attuale lunghezza di 2.000 mt con un cancello di partenza da 40 posti. Anche la larghezza della pista ha subito continue mutazioni in funzione della lunghezza del percorso, attualmente la larghezza media è di 8 mt. La pista attualmente presenta 24 curve di cui 12 a sinistra e 12 a destra, 11 salti tutti visibili dalla tribuna. Il tracciato si presenta con un carattere misto-veloce ma anche molto tecnico. L’impianto è dotato di due tribune permanenti (la tribuna centrale TOMMASELLI e la tribuna laterale GIUSEPPE BARZAGHI) per complessivi 500 posti a sedere e con una visuale sull’impianto per oltre il 70% della dislocazione. Le strutture di servizio sono costituite da 2 bar ristoro, con annesso telefono pubblico, una palazzina Direzione Gara comprendente segreteria sala stampa ed infermeria, oltre ad una palazzina per il servizio cronometraggio. L’accesso per il pubblico alla pista è garantito da un sottopassaggio che consente l’entrata e l’uscita liberamente in ogni momento della manifestazione. ► MOTOCLUB PARINI UN PO’ DI STORIA Il MOTOCLUB PARINI di Bosisio Parini (LC), venne fondato nel 1977 da un gruppo di appassionati di fuoristrada. Inizialmente l’attività predominante era la partecipazione alle gare di Enduro ma gradualmente l’attenzione iniziò a rivolgersi anche verso il Motocross che fece emergere l’esigenza di un crossodromo, poi costruito nel 1979. Di pari passo con l’attività agonistica prende vita l’attività organizzativa nel Motocross sul crossodromo Bordone, pur senza trascurare le gare di Enduro. La prima gara internazionale risale al 1986: "Motocross Indoor Internazionale” benefico per “La Nostra Famiglia", un successo. Gli anni successivi sono un continuo sviluppo dell’attività organizzativa e promozionale a favore dei giovani piloti. Negli stessi anni Alberto Barozzi, Fabrizio Pirovano, Giovanni Cavatorta del Moto Club Parini partecipano al Campionato del Mondo di Motocross e ai Campionati Italiani di Enduro con ottimi risultati sportivi. Davide Corti, Carlo Canali, Luigino Gerosa, Roberto e Alex Gaiardoni si aggiudicano prestigiose vittorie rappresentando con onore Bosisio Parini in ogni parte d’Italia. Il Campo permanente viene progressivamente riconosciuto dalla F.M.I. di prima categoria, che abilita ad organizzare anche prove di Campionato Internazionale, proprio come accaduto nel 1997 con la prova degli Assoluti d’Italia alle quali ne sono seguite ancora due, sino ad arrivare allo scorso anno, il 2002, quando la prova del Campionato Europeo fu annullata a poche ore dal suo avvio a causa del maltempo rovinando mesi di lavoro investiti dagli uomini del sodalizio lecchese. E’ per questo che la gara dell’11 maggio trova ancora maggiori stimoli per il gruppo organizzativo, che vuol dimostrare con questa prova il proprio stato di preparazione, la voglia di fare e di crescere, in un panorama dove solo i migliori possono puntare ad obiettivi sempre più ambiziosi. MANIFESTAZIONI: Nei suoi ventisei anni di esistenza il MC Parini ha organizzato circa 300 manifestazioni, una media di oltre 10 gare all’anno. Gare territoriali, gare regionali, nazionali ed internazionali, manifestazioni di enduro e di motocross hanno richiamato a Bosisio Parini poco meno di 50.000 piloti. Tra le più importanti manifestazioni anche tre prove degli Assoluti d’Italia dii Motocross, l’ultima nel 2002.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento