HUSQVARNA Gamma 2010 Cross/Enduro

HUSQVARNA Gamma 2010 Cross/Enduro
Aimone Dal Pozzo
  • di Aimone Dal Pozzo
I risultati di Husqvarna nelle competizioni si rispecchiano nella produzione del 2010. Arriva la forcella Kayaba e debutta la nuova TE250
  • Aimone Dal Pozzo
  • di Aimone Dal Pozzo
28 luglio 2009

In occasione di una bella giornata estiva dei primi di luglio, abbiamo avuto modo di testare le tanto attese Husqvarna del 2010, le prime a scendere in campo, le prime ad essere disponibili presso i concessionari con i modelli della prossima stagione. Tanti interventi comuni a tutta la gamma, a partire dai nuovi fornitori per le dotazioni di serie, fino ad interventi mirati per ogni modello, con l’obiettivo di continuarne il percorso evolutivo. Tutta nuova invece la piccola TE 250, finalmente con il motore mini e l’ innovativa iniezione.

La gamma 2010 conferma ancora una volta che Husqvarna è al passo con i tempi e che la piccola 250 è solo il primo segnale concreto di un rinnovamento di gamma che vedremo nei prossimi anni

Scendendo nei particolari, troviamo su tutte le 4 tempi un impianto di raffreddamento interamente rivisto, comprensivo di  una nuova pompa dell’acqua, nuovi radiatori e nuovi raccordi. Grande novità anche in ambito ciclistico dove troviamo un nuovo fornitore per la forcella. Per il 2010 infatti, tutta la gamma, eccetto WR 125, 250 e 300 2T, è equipaggiata con le Kayaba da 48 mm di diametro, con cartuccia sigillata e relative piastre di sterzo, un forcellone più corto di 15 mm (4 tempi) ed un telaio, sempre in metallo, irrobustito nelle zone di maggior sollecitazione. Solo sulle piccole 125 è stato inserito anche un nuovo mono Sachs. Per quanto riguarda le ruote, sono stati adottati nuovi mozzi più robusti ed allo stesso tempo più leggeri, accoppiati a nuovi perni ruota. Sono state implementate anche diverse, nuove soluzioni tecniche dal punto di vista estetico: arriva la tecnologia “In-mould Plastic decoration”, già utilizzata da KTM e che consente la stampa della grafica dei convogliatori direttamente nella plastica. Questo consente una maggiore durata dell’effetto estetico che sarà sicuramente molto apprezzata dall’utente finale. Le stesse plastiche sono ora anche più resistenti ed allo stesso tempo flessibili, per durare più a lungo nel tempo. Per le enduro cambiano anche i gruppi ottici, all’anteriore è decisamente più potente, mentre al posteriore arriva il nuovo porta targa con faro a led, decisamente più piccolo e slanciato ed allo stesso tempo più affidabile e potente.

WR/CR 125
Le più piccole della gamma, in quanto a prestazioni, rimangono sempre al top della categoria. Pochi interventi rivoluzionari rispetto alla ’09, ma quanto basta per farle crescere di un altro step. Il nuovo monoammortizzatore migliora ulteriormente sia la stabilità in sella, che la trazione e la conseguente capacità di scaricare i cavalli a terra. Quanto al motore la versione cross tende ad essere leggermente più vuota sotto e più corposa agli alti regimi, ottima per la pista di Faenza, ricca di salitoni impegnativi fatti a velocità sostenute.
Esatto contrario la versione enduro, decisamente più pronta sotto e più limitata in alto, ma ugualmente prestazionale per destreggiarsi nei cambi repentini di traiettoria, necessari nel sottobosco e nelle mulattiere. Per un utilizzo racing, è necessario lavorare molto con la leva del cambio per trovare sempre il rapporto giusto da farle “tirare”, anche se, grazie al nuovo impianto di scarico, si riesce a tenere quasi sempre la marcia superiore senza grosse difficoltà.

WR 300

La 2T enduro, ormai orfana da tempo della sorella cross, non ha subito grossi cambiamenti. Il motore rimane sempre un ottimo compromesso tra potenza e maneggevolezza, tant’è vero che è ancora al top nelle classifiche dei più importanti campionati. Le nuove implementazioni hanno donato ancora qualche punto in termini di stabilità. Questo propulsore giovane, introdotto nel 2009 al posto della storica 360, si sviluppa sulla base del 250, dal quale riprende le caratteristiche principali. L’erogazione è molto rotonda e progressiva, anche se ai bassi regimi tende ad essere un po’ ferma. In seguito poi riprende bene e spinge con grande potenza e linearità, è ottimo per le arrampicate impervie ed i tratti con poca trazione. L’abbondanza di cavalli infatti, unitamente alla leggerezza impagabile del due tempi, permette di fare dei numeri da capogiro con il dispendio di poche energie. Tutta un’altra cosa invece se la si vuole guidare al limite, in quanto la potenza erogata agli alti regimi è abbondante, se non eccessiva, e nelle staccate è facile risentire della spinta del pistone in rilascio.

TC/TE 250
La vera ed attesissima novità è la 250 a motore piccolo in versione enduro. Molti sono i curiosi (io per primo!) interessati a testare con mano le pluridecantate doti del piccolo propulsore ad iniezione e, ora che l’ho provata, ne confermo le qualità. Il 250 made in Husqvarna, infatti, non ha nulla da invidiare alla concorrenza, che al contrario, avrà da imparare e prendere spunto in termini di guidabilità e linearità di erogazione. Il lungo sviluppo di questo propulsore, partito per il settore cross e poi modificato per il mondo fuoristrada targato, è sfociato in un prodotto finito di tutto rispetto, sfruttabile lungo tutta la schiena di erogazione, dal primo spunto al fuori giri massimo.


Anche in questo caso la versione cross è più aggressiva e grintosa, mentre la enduro appare meno potente, a tutto vantaggio della guidabilità. L’iniezione rende la risposta della manopola del gas immediata, tanto che all’inizio non ci si aspetta proprio una reazione così pronta. La nuova forcella da 48 Kayaba infine, aggiunge quel feeling necessario per sentirsela cucita addosso, tanto che basta fare 2 giri per avere l’impressione di averla guidata da tempo.

TC/TE 450
Le ammiraglie della gamma non deludono le aspettative e si confermano moto altamente performanti ed efficaci. La versione cross è decisamente più impegnativa, in quanto lo sviluppo portato avanti dal collaudatore Andrea Bartolini ha portato ad ottenere un propulsore davvero potente e corposo. I cavalli ora sono in linea alla concorrenza, se non addirittura superiori, ma questo genere di potenza comporta un notevole impegno nella guida. Il motore, di stampo classico, rimane un po’ sornione nella prima parte di spinta, per poi “agganciare” la coppia e non mollarla più. In staccata il pistone tende un po’ a spingere, consigliando una guida impostata più sulla linearità che sulla staccatona. Di tutt’altra natura invece la TE, dove alcuni setting, quali l’impianto di scarico più chiuso, per esempio, la rendono quel tanto più morbida che basta per renderla una perfetta macchina da competizione di alto livello. La flessibilità del sottocoppia, la modulabilità della schiena di potenza e la facilità di guida, stancano pochissimo alla guida, tanto è vero che è un piacere cavalcarla per diverso tempo. Le nuove forcelle infine, donano ad entrambi i modelli un upgrade di stabilità, che aiuta molto in termini di precisione, ma va a scapito delle vibrazioni nelle braccia.

La gamma 2010 quindi riconferma ancora una volta, che Husqvarna è al passo con i tempi e che la piccola 250 è solo il primo segnale concreto di un rinnovamento di gamma che vedremo nei prossimi anni. La ditta varesina infatti ha in serbo grandi programmi, primo fra tutti il reingresso nel modialcross 2010, che permetterà di sviluppare ancora più efficacemente i modelli standard.

 

Pregi
  • Motori cross molto potenti | Maneggevolezza e facilità di guida
Difetti
  • Erogazione sottocoppia | Avviamento elettrico non sempre immediato

Da Automoto.it

Caricamento commenti...
Cambia moto
Husqvarna CR 125 (2010 - 11)
Husqvarna

Husqvarna
Via Spallanzani, 16/B
24061 Albano Sant’Alessandro (BG) - Italia
035 580318
info.italia@husqvarna.motorcycles.com
http://www.husqvarna-motorcycles.com

  • Prezzo 6.590 €
  • Cilindrata 125 cc
  • Peso 93 kg
  • Sella 990 mm
  • Serbatoio 10 lt
Husqvarna

Husqvarna
Via Spallanzani, 16/B
24061 Albano Sant’Alessandro (BG) - Italia
035 580318
info.italia@husqvarna.motorcycles.com
http://www.husqvarna-motorcycles.com

Scheda tecnica Husqvarna CR 125 (2010 - 11)

Cilindrata
125 cc
Cilindri
1 -
Categoria
Cross
Potenza
Peso
93 kg
Sella
990 mm
Inizio Fine produzione
2009 2011
tutti i dati

Maggiori info

Ultimi articoli su Husqvarna CR 125 (2010 - 11) e correlati