Elettriche

Voxan Wattman, elettrica da 200 Nm e 200 cv

- Il marchio francese torna alla ribalta con una supercruser a emissioni zero dalle prestazioni mostruose e styling post-moderno
Voxan Wattman, elettrica da 200 Nm e 200 cv


Voxan ha avuto una storia piuttosto avventurosa, con diversi alti e bassi. In tempi recenti era sparita, per tornare a far parlare di sé come partner di Brough Superior nel nuovo progetto SS100; non avevamo però notizie di moto complete. Ecco perché - stavano lavorando su questo progetto.

 

La Wattman - così si chiama questa nuova proposta dell'atelier francese - è stata disegnata da Sascha Lakic, già autore della Voxan Black Magic ma che i più attenti ricorderanno come designer di Bimota Mantra ed MBK Evolis, oltre che dell'interessante concept Yamaha Axis, nel quale non è difficile ritrovare qualcuno dei tratti di questa Wattman.

 


Lo styling, lo ammettiamo, non ci scalda: la Wattman sembra la Ducati Diavel di un futuro distopico da film di fantascienza, o un incrocio fra una powercruiser e un gadget elettronico nemmeno troppo futuristico. Le prestazioni dichiarate, al contrario, sono a dir poco emozionanti: con i suoi 200 cavalli e i 200 Newton/metri di coppia (disponibili, trattandosi di un motore elettrico, fin dal minimo regime) l'accelerazione dev'essere abbacinante. Voxan dichiara 5"9 per passare da 0 a 160 km/h, ma soprattutto un tempo di ricarica della batteria di 30 minuti per ottenere l'80% della sua capacità. L'autonomia con piena carica è di 180 km.
 

Il telaio è rappresentato da un esoscheletro che integra tutti i componenti di motore e trasmissione, oltre naturalmente alle batterie. Non ci aspettiamo prestazioni dinamiche di rilievo nella guida sul misto: luce a terra e geometria ciclistica non sembrano esattamente sportive. 

 

  • meledoc01, milano (MI)

    Dunque:
    Il design non scalda mentre le prestazioni si?
    Ecco, secondo me avrebbero dovuto fare esattamente il contrario (come spesso capita in questi costosi esercizi di stile..)
    Ma un sano effetto "wow" in prestazioni più umane e fruibili no??
    E' così difficile progettare qualcosa di bello e vendibile?
    Per esempio non si rendono conto che una moto elettrica è ancora un pugno in un occhio, mentre potrebbero concentrarsi su qualche scooter con qualche idea innovativa che possa fare differenza.
    Mah
  • Marci 1952, Milano (MI)

    topgun

    Non è che ci voleva poi molto.
Inserisci il tuo commento