Vendite in Europa

Vendite moto: ancora bene in Europa (+8%). L'Italia è prima

- Sono aumentate dell’8% le immatricolazioni europee di motocicli nei paesi della UE durante il 2019, sfiorando 1,1 milioni di unità. Stavolta sono cresciute anche le vendite dei ciclomotori. L’Italia è sempre il mercato numero uno
Vendite moto: ancora bene in Europa (+8%). L'Italia è prima

Per il secondo anno consecutive sono aumentate le vendite di moto e scooter in Europa.

Le immatricolazioni cumulate dei due segmenti hanno infatti raggiunto 1.079.524 unità, guadagnando un +8%. Un risultato che segue il +9,9% ottenuto nel 2018, quando era stato ribaltato il dato negativo (-9,5%) dell’anno precedente.
Purtroppo da parte di ACEM, l’associazione europea dei costruttori di categoria, non sono stati diffusi i numeri separati per i segmenti moto e scooter, così come manca la classifica dei modelli più venduti a livello continentale.

La statistica considera 24 dei 28 paesi dell’Unione: c’è ancora il Regno Unito prima della Brexit, poiché mancano le immatricolazioni di Bulgaria, Cipro, Danimarca e Malta, Paesi, del resto, a bassa incidenza numerica.


L’Italia si conferma il primo mercato continentale, mettendo a segno una crescita del 5,4% grazie a 231.712 unità immatricolate. Seguono la Francia (197.470 unità) che con un +11,4% ottiene il miglior incremento percentuale fra i Paesi più importanti, la Spagna (177.037 e +10,7%), la Germania (166.676 e +6,8%) e il Regno Unito a chiudere la Top Five con 101.273 unità e un modesto +0,9%. Il sesto mercato è quello portoghese, che sfiora le 30.000 unità vendute.

I primi cinque mercati europei (Italia, Francia, Spagna, Germania e UK) valgono da soli l’81% delle vendite UE, e insieme hanno ottenuto un +7,5%, passando da 813.384 a 874.168 unità.

I migliori guadagni percentuali sono stati attenuti da Romania (+41%), Lituania (+34,5%) e Ungheria (+33,1%), ma il dato più interessante è che in tutti i 24 Paesi interessati le immatricolazioni sono aumentate; solamente la Slovenia ha visto una piccola flessione dello 0,6%.
 

NAZIONI Immatricolazioni Gennaio-Dicembre 2018 Immatricolazioni Gennaio-Dicembre 2019 Variazione % 
Austria 25.955 27.654 6,5
Belgium 23.932 24.205 1,1
Bulgaria - - -
Croatia 2.779 3.237 16,5
Cyprus - - -
Czech Republic 13.943 15.134 8,5
Denmark - - -
Estonia 595 721 21,2
Finland 3.203 3.323 3,7
France 177.247 197.470 11,4
Germany 156.110 166.676 6,8
Greece* 32.575 37.168 14,1
Hungary 3.051 4.061 33,1
Ireland 1.371 1.718 25,3
Italy 219.744 231.712 5,4
Latvia 791 1.022 29,2
Lithuania 414 557 34,5
Luxembourg 2.006 2.130 6,2
Malta - - -
Netherlands 13.474 14.378 6,7
Poland 14.550 19.200 32,0
Portugal 28.326 29.857 5,4
Romania 1.525 2.159 41,6
Slovakia 5.280 5.745 8,8
Slovenia 2.347 2.333 -0,6
Spain 159.872 177.037 10,7
Sweden 10.367 10.754 3,7
UK 100.411 101.273 0,9
       
TOTALE 999.868 1.079.524 8,0

 

Ciclomotori stavolta in ripresa

E il 2019 è stato stavolta un anno positivo anche per i ciclomotori, settore da anni in sofferenza, che nel solo 2018 aveva visto un tracollo del 31,5%. Sono lontani gli anni buoni, non soltanto in Italia, ma anche a livello europeo, considerato che nel 2010 le vendite avevano superato le 600.000 unità.

Sia come sia, nel 2019, si è registrata una ripresa dell’11,3%, con le registrazioni salite a quota 303.152 unità.

Anche nel 2019 è la Francia il mercato principale del ciclomotore, con 91.043 nuove registrazioni e un importante +24,8%. Seguono per volumi l’Olanda (62.340 unità e +5%), il Belgio (27.073 e un importante +26,6%), la Germania, con 25.247 unità ma un piccolo calo del’1,5%) e l’Italia, che con una flessione dello 0,9% si ferma a 21.133 unità.

Rispetto ai motocicli, l’andamento delle vendite europee dei ciclomotori è altalenante, con nove mercati che hanno riportato a fine anno il segno negativo. Ad ogni modo va detto che i cinque mercati principali, positivi a parte l'Italia, rappresentano il 75% del totale europeo.

Nelle vendite dei ciclomotori va considerata la buona prestazione commerciale ottenuta dai veicoli elettrici: sono stati quasi 60.000, con un incremento annuale che ha sfiorato il 50%.

Nazione Registrazioni Gennaio-Dicembre 2018 Registrazioni Gennaio-Dicembre 2019 Variazione %
Austria 11.949 12.743 6,6
Belgium 21.391 27.073 26,6
Bulgaria - - -
Croatia 2.485 1.852 -25,5
Cyprus - - -
Czech Republic 922 1.137 23,3
Denmark - - -
Estonia 648 540 -16,7
Finland 4.895 5.196 6,1
France 72.940 91.043 24,8
Germany 25.634 25.247 -1,5
Greece* 3.386 2.368 -30,1
Hungary 2 10 -
Ireland 227 223 -1,8
Italy 21.326 21.133 -0,9
Latvia 636 789 24,1
Lithuania 326 330 1,2
Luxembourg 273 358 31,1
Malta - - -
Netherlands 59.386 62.340 5,0
Poland 16.410 19.066 16,2
Portugal 2.515 2.217 -11,8
Romania 27 18 -33,3
Slovakia 226 339 50,0
Slovenia 5.222 4.286 -17,9
Spain 16.130 18.731 16,1
Sweden - - -
UK 5.382 6.113 13,6
       
TOTALE 272.338 303.152 11,3

Fonte dati ACEM

  • bocciu, Genova (GE)

    Se non fosse per gli scooter, dove si piazzerebbe lo stivale?
  • zuffo7101, Piacenza (PC)

    È vero quello che si sente dire in giro che i quad posson avere solo targa agricola?!?
Inserisci il tuo commento