Anticipazioni

Honda: appendici aerodinamiche sulla nuova sportiva?

- Un brevetto svela soluzioni che la Casa di Tokyo potrebbe inserire in zona specchietti
Honda: appendici aerodinamiche sulla nuova sportiva?

Che Honda sia al lavoro su una nuova supersportiva con propulsore a V, che probabilmente affiancherà senza sostituire la Fireblade, non è sicuramente un mistero. I primi brevetti risalgono al 2014, e da allora, regolarmente, qualche soluzione tecnica viene regolarmente depositata dalla Casa di Tokyo fino a quella distribuzione a fasatura variabile spuntata ad inizio anno. D'altra parte, la scelta del team Moriwaki nel Mondiale Superbike confermerebbe, applicando la teoria di corsi e ricorsi storici alle strategie Honda, l'arrivo di un modello tutto nuovo da portare in gara.

Un altro tassello si aggiunge con il brevetto che vediamo in queste immagini: specchietti retrovisori con funzione aerodinamica. Invece di affidarsi a superfici applicate sulla carenatura come avviene su Aprilia RSV4 e su Ducati V4R (o forse in affiancamento a soluzioni del genere) a Tokyo hanno pensato di generare deportanza servendosi degli specchietti retrovisori, soluzione quantomeno curiosa per un modello che verrà impiegato poi nelle competizioni dove... gli specchietti sicuramente non ci saranno.

Honda non è del resto nuova a questo tipo di applicazioni, anche sul piano aerodinamico: i meno giovani ricorderanno sicuramente la carenatura forata della prima CBR 900RR Fireblade del 1992 all'epoca inutilizzabile in gara. Una cosa è sicura. Ormai ci siamo...

  • Alessandro200958, Mogliano Veneto (TV)

    Se aspettano un altro pò la fanno direttamente elettrica... ;-)
  • Paolo93hrc, Ravenna (RA)

    da tifoso Honda per me potrebbero anche lasciare perdere. Le moto di 70 anni fa avevano delle bellissime carene aereodinamiche prese in prestito dai dirigibili suvvia per me è una via insensata. Nelle moto sono inutili preferirei che si aumentasse il peso cosi le moto sarebbero piu' stabili e poi...e poi… non saremo mai contenti ma di sicuro per vedere belle gare non ci vogliono le ali. Forse per chi va sui passi di montagna ad averle fa piacere si potrebbe evitare il traffico volando.
Inserisci il tuo commento