attualità

Francia: mezzi pesanti con gli adesivi per segnalare gli angoli ciechi

- Dal primo gennaio una norma impone a tutti i mezzi pesanti sul territorio francese di apporre degli adesivi sul veicolo degli adesivi che individuano gli angoli morti
Francia: mezzi pesanti con gli adesivi per segnalare gli angoli ciechi

L'angolo morto è quella porzione di campo visivo oscurata alla vista del conducente, una vera e propria fonte di pericolo cui purtroppo non si può porre rimedio se non con dispositivi elettronici come il “Blind Spot Detection”, telecamere e un'accurata informazione delle insidie che presenta l'entrare in quelle aree nascoste alla vista. Il problema è ancora più sentito per i mezzi pesanti e i rimorchi che presentano ampie zone laterali, posteriori e anche anteriori dove è impossibile accertare la presenza di un pedone o di un motociclista, con esiti talvolta molto gravi.

Per una moto (o un pedone, un ciclista, ma vale anche per i monopattini) è sempre pericoloso avvicinarsi troppo ad un mezzo pesante in marcia o in sosta, lo è ancora di più se si entra in uno degli angoli ciechi dove il conducente ha scarsa o nulla visibilità specie nelle manovre di svolta lato passeggero o in manovra e così, con l'obiettivo di ridurre gli incidenti causati dai blind spot, in Francia è stato introdotto dall'inizio di quest'anno l'obbligo per i veicoli di massa superiore alle 3,5 tonnellate di installare, sui lati e nella parte posteriore, dei cartelli adesivi, pitturati o rivettati destinati ad avvertire gli utenti della strada degli angoli morti del veicolo e del rimorchio.

Le dimensioni dei cartelli sono 17x25 centimetri e dovranno essere posti ad una distanza da terra compresa tra i 90 e i 150 centimetri per essere ben visibili e cercare di far individuare a chi è vicino al mezzo pesante quali sono le zone meno sicure.

Le indicazioni su dove posizionare i pannelli segnalatori sono state anche diffuse attraverso un video tutorial: il testo della norma prevede una deroga per alcune categorie di veicoli ma al momento non sono previste deroghe per i veicoli esteri, cui quindi viene domandato il rispetto della prescrizione quando in territorio francese a meno che non abbiano già segnalazioni simili in applicazione di norme di un altro stato UE.

'Il governo è determinato a rafforzare la protezione degli utenti vulnerabili (ciclisti, pedoni, utenti di scooter, ecc.) che viaggiano su strade pubbliche, con l'attuazione del dispositivo di segnalazione degli angoli ciechi per i veicoli pesanti', è il commento del Ministero dell'Interno francese, “molti utenti infatti non sono consapevoli dell'impossibilità per il conducente di mezzi pesanti di percepire la loro presenza su entrambi i lati. Questa situazione è causa di incidenti talvolta mortali, ad esempio quando il conducente prevede di svoltare mentre un ciclista è presente a lato del veicolo '.

Il consiglio potrebbe anche essere, quando si è in prossimità di un veicolo pesante, non solo di tenersi sufficientemente lontani se non si ha coscienza degli angoli ciechi ma anche di cercare il contatto visivo – se possibile – con il conducente.

Fonte Franceroutes.net

Foto di RENE RAUSCHENBERGER da Pixabay, Franceroutes.net

  • DettoFatto, Lodi (LO)

    Sul retro dei "truck" americani - non so se sia una legge - spesso si trova un cartello rivolto a chi segue con un pragmatico e utile "if you can't see my mirrors, I can't see you".
Inserisci il tuo commento