Focus

EICMA, primizie milanesi

- Dalla rete arrivano le prime immagini dei modelli che verranno presentati a Milano. Scoop e fotomontaggi, in attesa di saperne di più. Aggiornato il 27 ottobre
Il Salone di Milano, l'EICMA, è alle porte. Si terrà infatti dal 6 all'11 novembre presso il nuovo Polo Fieristico di Rho Pero. Su Internet circolano le prime indiscrezioni su quello che vedremo. Si tratta per lo più di foto di scarsa qualità, scattate durante gli ultimi collaudi su strada. O di "fotoshoppate", anche grezze, che provengono però da fonti autorevoli. Un'indicazione di quello che verrà. APRILIA Dalla casa di Noale si attende il lancio di una Supermoto con cilindrata compresa tra i 750 e i 1.200 cc. Ciclistica e linea derivate dalla racing SXV, motore di origine Shiver. Sue concorrenti saranno Ducati Hypermotard e Bmw Megamoto. Attesa anche la nuova RSV4, con motore 4 cilindri a V. La moto gira già in pista. Del debutto commerciale non si sa ancora nulla. BMW Voci di corridoio affermano sicure che R 1200GS sarà oggetto di un leggero restyling che riguarderà frontale e fianchetti. Aumenteranno anche i cavalli, fino alla soglia dei 110. La novità più attesa sarà il baby (si fa per dire, vista la cilindrata) GS 800, ma in Bmw le bocche sono ancora cucite. L'off road torna di moda, tanto che la nuova GS (con meccanica derivata da F 800 S) potrebbe montare la ruota anteriore da 21 pollici, la catena di trasmissione (in luogo della cinghia) e un'aggressiva forcella a steli rovesciati. I siti tedeschi affermano che l'erede della mitica R 80 G/S si vedrà presto e ci danno in pasto questo disegno: è un po' pasticciato, ma offre interessanti spunti - tecnici - di riflessione. Il velo sarà tolto a Milano? CAGIVA Era uguale a sé stessa da troppo tempo. Ora Cagiva Mito 125 si rifà il look e prende le sembianze affusolate delle ultime Cagica 500 2 tempi di Lawson e Kocinski. L'immagine (di Tarcisio Olgiati), scovata dagli spagnoli di Motociclismo.es, descrive un prodotto pronto per la commercializzazione. DUCATI All'EICMA debutterà in società Ducati 848, anche nella modaiola livrea bianca. Prenderà il posto della 749. Si rincorrono le voci sulla nuova Monster. Vi mostriamo questa elaborazione, da prendere con le pinze. Monster è un'icona, Ducati non la rimpiazzerà a cuor leggero. KTM A Milano vedremo quasi certamente la prima Ktm da Superbike, la RC8. Annunciata da tempo, è stata beccata dai colleghi di Motorcyclenews.com durante gli ultimi collaudi. HONDA Il sito spagnolo Motociclismo.es dà per possibile una profonda rivisitazione di VFR 800, dotata di scarico basso come CBR 1000. Soluzione sportiva, che si rivela però perfetta per il montaggio delle borse da turismo. Sempre da Motociclismo.es arriva la foto elaborata al computer della futura Honda CB 1000 Hornet. Non sappiamo ancora se sarà sul palcoscenico meneghino, ma le probabilità sono elevate: era attesa la risposta del colosso giapponese all'offensiva di Yamaha FZ1 e di Kawasaki Z1 1000. Certamente debutterà l'innovativa Honda DN 01, equipaggiata con un inedito cambio di tipo sequenziale. La cilindrata, 680 cc, e la meccanica sono riprese dalla Honda Deauville. La concezione del veicolo è nuova, per metà tourer, per metà naked. MEGELLI Una nuova casa motociclistica entra in scena sul palco di Milano. A dispetto del nome, è britannica e si chiama Megelli. Presenta una gamma di moto di 125 cc a 4 tempi, con motore raffreddato ad aria. Sotto la versione Sport (a lato la Naked e la Motard). MOTO GUZZI Dalla casa di Mandello arriverà una diretta rivale del panzer Bmw R 1200 GS. Verrà infatti presentata Stelvio 1200, una enduro stradale dotata del motore già apprezzato su Griso 8 valvole. Raffreddato ad aria e olio, dovrebbe erogare circa 110 cavalli. Moto.it
  • toto_12, salerno (SA)

    prezzi

    molte moto interessanti soprattutto la dn01, spero non abbia il prezzo eccessivo della n0vita, altrimenti restera' un puro esperimento; sarebbe ora che le case costruissero e vendessero in funzione del valore intrinseco e non del marketing noi come utenti possiamo solo esimerci dall'acquitare mezzi che costano piu' di una vettura ed hanno bisogno di manutenzione quadrupla per non parlare dei consumi e delle assicurazioni,una volta la moto era fatta per circolare e risparmiare oggi e solo esibita e costa una fortuna.
  • motobagno01, Forli' (FC)

    moto guzzi stelvio

    bella la nuova enduro della guzzi
    bello il posteriore, la sella e' uguale a quella del bmw gs 1200 , peccato per il frontale, se avessero solo leggermente copiato dalle loro vecchie guzzi " quota 1000 " il prodoto sarebbe stato perfetto.
    Il frontale sembra la pegaso piu' brutto.
    Non credo avra' fortuna.

    La gs 800 bmw e' carina, ma il motore con i cilindri frontemarca la snaturalizza.
    E poi rimane sempre troppo ingombrante e sicuramenmte persante.
    Sono lontani tempi delle vecchie gs 80-100
    veramente moto totali e "leggere"
    basterebbe rivisitarle con il nuovo 4 valvole e mettere una forcella adeguata.
    Niente di piu facile, tanti lo fanno e non vedo come non lo possa fare la BMW in persona.
    La hp2 e' solo una moto d'elite niente a che vedere con le vecchie gs che modificate con forcella diversa e mono performante e con soli 50 cv ( che bastano ) danno ancora del filo da torcere alla blasonata hp2 che per altro pesa 30 kg in piu' di una vecchia gs.
Inserisci il tuo commento